Corsa in natura Medieval Trail a Carini

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Pierpaolo Notaro in 2 ore e 24 minuti taglia il traguardo del Medieval Trail posto sotto le mura del castello di Carini, mano nella mano con il compagno di squadra di Termini Bike Porto Filippo e precedendo Abbate Lorenzo di Asd Universitas a due minuti. Francesco Cesare (Marathon Misilmeri) e Nino Camarda (Asd Panormus) nelle posizioni a seguire a circa due minuti. Tra le donne Laura Emmi di Marathon Misilmeri precede l'esperta Alessandra Corvaia di Asd 2 bar e Giusy Casella di Etna Trail. Gara caratterizzata dal vertical iniziale che ha portato gli atleti a quota 700 mt slm in poco piu di un kilometro con l'ascesa al "pupo" formazione rocciosa a forma di pupazzo che sovrasta il golfo di Carini.

Poi i panoramici passaggi nelle aree demaniali di Monte Pecoraro, Piano Margi e Montagnalonga con il gran premio della montagna posto a quota 900 s.l.m. in corrispondenza della maestosa croce in ferro eretta dopo la strage aerea del 1972. La lunga discesa finale e' stato un alternarsi di strade forestali bianche, single tracks in mezzo al bosco e discese ripide pietrose tra lecci, fichi e ulivi. Il rientro a Carini tra la folla della domenica delle Palme lungo C.so Umberto. Il medieval dichiara Giuseppe Cuttaia presidente di Asd Panormus "conferma l'ormai consolidata apertura di questa disciplina verso la gemella MTB con atleti che praticano quest'ultimo sport che si contendo il podio con gli specialisti del trail running".

Soddisfazione esprime la società organizzatrice che ha messo in campo tutto il suo staff individuando come prioritaria la sicurezza distribuendo sul percorso trenta volontari che hanno presidiato i punti più critici della gara, ausiliati da tre jeep di assistenza, una moto soccorso con personale sanitario, un ambulanza con medico rianimatore. Importante la collaborazione con le associazioni sportive locali Hyccara Bike e Margi Bikers. Grosso riscontro ha avuto l'iniziativa "io non getto rifiuti lungo il bosco" . E' stato infatti omaggiato un integratore a chi avesse riportato all'arrivo l'involucro di quello utilizzato in gara.

Come consuetudine attività collaterali per le famiglie con escursioni programmate e Pasta party open per atleti e accompagnatori. La premiazione finale nella splendida cornice dei saloni che furono della Baronessa. La prova è stata valida come secondo appuntamento del TSC sara' seguita in calendario dal Trail di Torre Artale in programma il 22 maggio a Trabia (PA). Qui le classifiche della giornata e del circuito.

Torna su
PalermoToday è in caricamento