Sport

Mutti come Rossi: "Lavorare, lavorare Soltanto così possiamo rialzarci"

Il nuovo allenatore del Palermo si presenta: "Ho un contratto fino a giugno ma ragiono soltanto attraverso progetti. La serie nera in trasferta? Deve essere uno stimolo per cancellare questa tradizione negativa, già col Novara"

Lino Mutti, nuovo tecnico del Palermo

"Lavorare, lavorare, lavorare". Lino Mutti si presenta da nuovo "vecchio" allenatore del Palermo e sembra quasi Delio Rossi. Toni pacati ma decisi, poche battute a effetto. Tutt'altra musica rispetto all'esuberanza di Devis Mangia. Ma la sostanza c'è sempre. E anche la fiducia in un gruppo che ha fatto malissimo in trasferta. E proprio fuori casa, a Novara, Mutti ricomincia la sua avventura rosanero interrotta dieci anni fa. "Ho visto che i giocatori vogliono uscire da una condizione precaria, ma non tanto difficile".

"CONTRATTO A TERMINE? NON IMPORTA". Il tecnico lombardo arriva con un contratto da traghettatore ma sa che ha la possibilità di convincere il presidente Zamparini che da sempre lo stima. "Il contratto scade a giugno? Con Zamparini non ho parlato di contratto. Io parlo di lavoro, parlo di progetto. A me non preoccupa assolutamente la durata del contratto. Ho una certa età, non corro dietro al contratto, allo stesso tempo penso di avere una possibilità importante con una squadra da plasmare".

"OBIETTIVI? VEDREMO". Posato come di consueto, Mutti non si lascia scappare proclami. "Obiettivi? Per ora bisogna tenere i piedi per terra. Dobbiamo fare bene, costruire un campionato di tranquillità e qualità, riuscire a valorizzare elementi che sono in fase di maturazione e trovare la conferma per i giocatori già fatti". Proprio come Barreto e Alvarez, due elementi che Mutti aveva già allenato rispettivamente all'Atalanta e al Bari. "Nei ragazzi che conoscevo ho riscontrato una crescita".

 "NOVARA PROVINCIALE DI QUALITA' ". Spazio anche per una breve disanima dell'avversario di domani sera, il Novara di Tesser. "Sta facendo un campionato da provinciale, è una neopromossa che si batte con qualità e ha il potenziale tecnico per giocarsi la salvezza. Però noi dobbiamo portare a casa un risultato positivo. La serie negativa in trasferta? Non deve essere motivo di rassegnazione, bensì un punto di partenza per rompere questa tradizione negativa".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mutti come Rossi: "Lavorare, lavorare Soltanto così possiamo rialzarci"

PalermoToday è in caricamento