Sport

Mutti: "Il Napoli è una grande squadra Rivoglio lo spirito di Novara"

L'allenatore alla vigilia della sfida ai partenopei: "In Piemonte abbiamo avuto spavalderia e voglia, ripartiamo da lì". Migliaccio? "Per me può dare tanto in mezzo al campo e io difficilmente sposto un giocatore"

L'allenatore del Palermo, Bortolo Mutti

 

Una squadra spavalda come quella vista a Novara. Così Lino Mutti vuole che i suoi scendano in campo domani sera al Barbera contro il Napoli. "Una partita non può fare testo ma lo spirito che ho visto in Piemonte è quello che deve accompagnare questa squadra", dice il tecnico in conferenza stampa a Boccadifalco.
 
COME UN DEBUTTO. Non si sbilancia Mutti, come nel suo stile, ma in cuor suo desidera una grande prestazione per ricominciare bene nello stadio che ha lasciato dieci anni fa. "Per me - spiega l'allenatore bergamasco - sarà un ritorno di grande gioia e soddisfazione. Quando tornavo da avversario ho sempre ricevuto tanto affetto. Sicuramente sarò molto emozionato, ma nutrirò grande soddisfazione nell'entare in questo stadio da allenatore rosanero".
 
FORMAZIONE NASCOSTA. Nessun indicazione certa sugli undici di partenza, ma qualche indizio Mutti lo dà. Vazquez potrebbe partire dall'inizio, per esempio. "Ho lavorato con lui - spiega il mister - per cercare di avvicinarlo alla sua posizione congeniale in campo, per poter usufruire della sua partecipazione. Lui è disponibile, vedremo che soluzione adottare". Migliaccio quasi sicuramente verrà schierato a centrocampo. "Per me lui - rivela Mutti - è un giocatore importante in mezzo al campo, anche se è in grado di interpretare più ruoli. Io preferisco le competenze di un giocatore di ruolo e prima di cambiare rifletto molto". Centrocampo variabile. "Possiamo giocare a tre o a quattro - dice Mutti - dobbiamo cercare il miglior sistema per affrontare il Napoli". 
 
NAPOLI BIG. Anche perché servirà un Palermo granitico per contrastare una delle più belle realtà del calcio europeo. "Il Napoli - afferma Mutti - è nell'olimpo del calcio italiano, nella sfera delle big. Negli ultimi anni ha centrato grandi risultati, consolidando oggi l'organico a disposizione con grandi acquisti". Tutta un'altra storia rispetto a quando gli azzurri erano allenati proprio da Mutti. "Era un periodo di ristrutturazione per la società, ma riuscimmo a farci amare", ricorda il tecnico.
 
 
I CONVOCATI
 
PORTIERI: Benussi, Brichetto, Tzorvas.
 
DIFENSORI: Aguirregaray, Balzaretti, Cetto, Mantovani, Munoz, Silvestre.
 
CENTROCAMPISTI: Acquah, Alvarez, Bacinovic, Barreto, Bertolo, Della Rocca, Di Matteo, Lores, Migliaccio, Simon, Vazquez.
 
ATTACCANTI: Budan, Mehmeti, Miccoli, Pinilla.
 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mutti: "Il Napoli è una grande squadra Rivoglio lo spirito di Novara"

PalermoToday è in caricamento