Sport

Hernandez si candida per la Roma "Basta sfortuna, voglio giocare"

L'attaccante è pronto dopo l'ennesimo stop per infortunio. "Ho passato due anni terribili, ora devo dimostrare quello che valgo.Se il mister vuole, sono pronto. Altrimenti tiferò per i compagni"

Una promessa è una promessa. E Abel Hernandez, dopo gli infortuni, adesso deve ricominciare a correre e a segnare per mantenerla.  Per non essere più una promessa, ma un giocatore affermato. Ricominciare subito, anche dalla Roma se fosse per lui. "Io sto bene, ai giallorossi ho segnato una doppietta all'Olimpico. Se il mister vuole, sono pronto. Altrimenti tiferò per i compagni perché non possiamo sbagliare dopo due sconfitte".

LA ROMA SI PUÒ BATTERE.  Per  l'uruguaiano, del resto, i capitolini non sono della stessa pasta del Milan. "Abbiamo perso 4-0 con la squadra che vincerà il campionato. Mettiamoci alle spalle queste due sconfitte e adesso dimostriamo di essere in grado di poter battere la Roma".

LE SIRENE GIALLOROSSE. Proprio i giallorossi, col ds Walter Sabatini che ha portato Abel in rosanero, hanno più volte mostrato interesse per La Joya. "Io devo ringraziare Sabatini - afferma Hernandez - perché mi ha aperto le porte dell'Europa, ma a Palermo sto bene e ora è il momento di dimostrare quello che posso fare".

STOP ALLA SFORTUNA. Tanto può fare Abel, da quello che si è visto quando ha giocato. Intanto però c'é da scalzare la coppia titolare Miccoli-Budan. E soprattutto occorre mettersi alle dpalle la sfiga. "Non sono felice di quello che ho passato negli ultimi due anni - ammette la punta - dopo l'infortunio col Bologna è stata dura, ma ringrazio la mia famiglia che mi è stata vicina e lo staff medico per le cure. Adesso voglio giocare sempre".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hernandez si candida per la Roma "Basta sfortuna, voglio giocare"

PalermoToday è in caricamento