Domenica, 13 Giugno 2021
Sport

Mutti: "Genoa in forma, per vincere dobbiamo metterlo in soggezione"

Il tecnico alla vigilia della sfida al Grifone: "Loro si sono rafforzati sul mercato e vengono da una bella vittoria, noi dobbiamo riemergere da un periodo difficile". Esonero? "Io faccio il mio lavoro, non sta a me dirlo"

Il tecnico rosanero, Bortolo Mutti

"Vincere per ridare spessore alla classifica e per diminuire lo stress". Bortolo Mutti sa che domani per il Palermo, ma forse anche per lui esiste un solo risultato. Anche se, alla vigilia della sfida al Genoa, su un eventuale esonero il tecnico glissa: "Non sta a me dirlo, io faccio il mio lavoro, è chiaro che bisogna fare i risultati. Col presidente Zamparini mi sono sentito all'inizio della settimana e ognuno di noi ha espresso il pensiero sulla situazione della squadra".

DONATI E VIVIANO PER LA SCOSSA. Una situazione non facile per i rosanero che non vincono da quasi due mesi. Domani però ci sarà linfa nuova per Mutti e gli acquisti Viviano e Donati dovrebbero giocare sin dall'inizio. "Si sono messi subito a disposizione - spiega il mister - l'intenzione è quella di utilizzarli, ma decideremo domattina".

LE QUALITA' DI DONATI. Il tecnico punta soprattutto sul nuovo centrocampista che ha già avuto a Messina e a Bari. "Donati ci darà più esperienza e personalità in un ruolo importante, però non facciamolo diventare l'uomo dei miracoli". 

CONVOCATI RIDOTTI. Mutti porta in ritiro 20 giocatori. "Inutile convocare 24-25 giocatori, bisogna fare delle scelte che non sono delle bocciature - afferma l'allenatore -. Chi sta fuori deve comportarsi da professionista". E la rosa si ridurrà con l'imminente cessione di Bacinovic. "Abbiamo provato a recuperarlo, lui aveva dato la sua disponibilità, ma è un giocatore che ha bisogno di ritrovarsi".
 
POCHI DUBBI DI FORMAZIONE. Dice di avere pochi dubbi da sciogliere Mutti, uno è quello per l'attacco. In ballottaggio Pinilla e Budan. "Sono due giocatori che hanno caratteristiche diverse, vedrò all'ultimo chi utilizzare". Di sicuro giocherà Ilicic con Vazquez che si accomoderà in panchina. "Quando abbiamo giocato con due mezzepunte - spiega il tecnico -  ho sacrificato una punta, ora sacrificherò un trequartista. Ilicic è più maturo al momento. Franco parla poco ma è intelligente e non la prenderà come una bocciatura". Aguirregaray ha chance per il ruolo di terzino destro? "E' una soluzione che potremmo utilizzare in corsa, con Matias abbiamo lavorato in questo senso in settimana". Dall'inizio quindi ci sarà ancora Munoz.
 
SCOGLIO GENOA. In campo la squadra sarà schierata col 4-3-1-2. "Sarà un'altra gara difficilissima, il Genoa ha fatto un mercato importante e sta bene dopo la vittoria con l'Udinese. Però dobbiamo cercare in tutti i modi di mettere in soggezione i rossoblù". Magari col sostegno del pubblico. "I tifosi devono essere generosi come lo sono sempre stati. E' una situazione particolare, rimbocchiamoci le maniche e usciamone tutti insieme".
 
I CONVOCATI
 
PORTIERI: Benussi, Viviano.
DIFENSORI: Aguirregaray, Balzaretti, Cetto, Mantovani, Munoz, Silvestre.
CENTROCAMPISTI: Acquah, Barreto, Bertolo, Della Rocca, Donati, Ilicic, Migliaccio, Vazquez.
ATTACCANTI: Budan, Miccoli, Pinilla, Mehmeti.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mutti: "Genoa in forma, per vincere dobbiamo metterlo in soggezione"

PalermoToday è in caricamento