menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Abel Hernandez @TMnew infophoto

Abel Hernandez @TMnew infophoto

Hernandez fissa i suoi obiettivi "Torno titolare e andiamo in Europa"

L'attaccante rientrato col gol al Cagliari deve battere la concorrenza di Budan e Miccoli: "Sto bene non temo ricadute. Ora dovrò riconquistarmi il posto, ma l'importante è che la squadra faccia bene"

Il buongiorno si vede dal mattino. E Abel Hernandez, appena rientrato dopo tre mesi, ha subito fatto gol e messo paura al Cagliari. L'uruguaiano adesso ha fretta, dopo il tempo perso per riprendersi dall'infortunio, e idee chiare. Chiare come le ciocche di capelli che la Joya ha tinto a Natale, su idea della sorella, proprio per mettersi alle spalle un periodo no. Nel frattempo Miccoli e Budan hanno fatto bene e l'uruguaiano sa che deve lottare per rientrare negli undici di partenza. "Ora dovrò riconquistarmi il posto, ma l'importante non è chi gioca, ma i risultati positivi della squadra. Possiamo arrivare in Europa, ma per farcela dobbiamo cominciare a vincere in trasferta".

CROCEVIA LAZIO. Intanto domenica sera si gioca al Barbera. Arriva una Lazio carica dopo la rimonta in dieci contro il Cesena. Proprio contro i biancocelesti Hernandez nella scorsa stagione si fece male al rientro dopo un altro infortunio. "Ma non ci penso - dice Abel - so solo che è una gara importante e che bisogna vincerla".

CONDIZIONE FISICA OK. Non ha paura di ricadute stavolta l'attaccante e lo si è visto sabato sera al Sant'Elia, quando nello scorcio finale della gara ha dato profondità e pericolosità al reparto offensivo. "Mi sento bene - assicura - anche se adesso non sono al 100% dopo tre mesi dall'infortunio. Sto lavorando per arrivare ad avere i 90 minuti sulle gambe, ma non ho paura di nuovi guai".

GRAZIE ILICIC. E ad aiutarlo a ritornare al meglio anche dal punto di vista mentale ci pensano anche i compagni. Come Ilicic. "Sabato doveva tirarlo lui il rigore, ma lo ha fatto battere a me. Lo ringrazio perché per me è stato importante far gol nonostante la sconfitta. Josip è un grande, deve stare tranquillo perché in qualsiasi momento può risolvere le partite".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento