rotate-mobile
Sport

Closing infinito, i tifosi insorgono: "Pronti a ribellarci, la pazienza è finita"

Gli ultras della Curva Nord inferiore dicono "basta" e suonano la carica: "Zamparini resta? Se non ci daranno delle risposte sul futuro della nostra squadra, siamo pronti a organizzare una manifestazione in strada"

“Continui a mancare di rispetto alla nostra città calpestando la nostra dignità. Palermo, questo è il momento di svegliarsi”. Un messaggio, quello scritto dagli ultràs della Curva Nord inferiore attraverso i social, e diretto a un unico destinatario: Maurizio Zamparini. Ancora nessuna novità sul fronte closing, con Bruno Tedino che a breve potrebbe divenire ufficialmente il prossimo allenatore del club rosanero. Dopo mesi e mesi di attesa, di rinvii, di proclami e di smentite i tifosi della Curva Nord inferiore dicono “basta” e suonano la carica alla piazza palermitana.

“Abbiamo sopportato fin troppo – si legge sulla pagina Facebook “Palermo Casual” - la nostra pazienza è finita! Se entro oggi non ci daranno delle risposte sul futuro della nostra squadra e sulla permanenza o meno dell’ imprenditore friulano, organizzeremo una manifestazione cittadina, e crediamo sia necessario che tutti i palermitani che hanno a cuore il Palermo e si sono rotti scendano con noi (in realtà la lettera continua con una serie di aggettivi poco carini nei confronti di Zamparini, ndr). Difendiamo la nostra dignità e il nostro orgoglio”.

Da eroe a traditore nell’arco di pochi anni e adesso Zamparini si trova messo alle corde dagli stessi tifosi che qualche anno fa inneggiavano il suo nome. Questa mattina l’imprenditore friulano doveva mettere i cosiddetti puntini sulle “i” chiarendo una volta e per tutte quale sarà il futuro del Palermo. Al momento, però, non è ancora uscita alcuna notizia in merito al closing. E i tifosi sono condannati all'ennesimo supplemento di attesa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Closing infinito, i tifosi insorgono: "Pronti a ribellarci, la pazienza è finita"

PalermoToday è in caricamento