Sabato, 25 Settembre 2021
Sport

Foschi ora apre alla svolta Usa: "York vuole investire, sarebbe il colpo più grosso della carriera"

Il presidente rosanero, in un’intervista rilasciata a ‘Radio Onda Libera’, adesso conferma: "Ci stiamo lavorando, ma non sarà semplice concludere tutto in tempi brevi. Confermerò il passaggio di proprietà quando le cose saranno fatte"

Rino Foschi torna nuovamente a parlare sulla trattativa fra il Palermo e la York Capital, ritrattando – ancora una volta – quanto detto in precedenza. “York Capital? Vuole investire in questa importante realtà. Per me sarebbe il colpo più grosso della carriera”. E intanto da qualche ora sarebbe uscito allo scoperto anche il nome di un fondo italiano: si tratterebbe della Arkus Network.

Dopo le discordanti dichiarazioni di ieri pomeriggio, Foschi è decisamente ritornato sui propri passi. L’interesse della York Capital è più che concreto, ma non sarà semplice concludere in tempi brevi. Lo ha detto l’attuale presidente ponte in un’intervista rilasciata a ‘Radio Onda Libera’. “Partiamo dal presupposto – ha detto Foschi – che vedere una nuova proprietà forte sbarcare a Palermo e contemporaneamente salire in Serie A sarebbe il colpo più grosso della mia carriera. Io lo spero. Confermerò il passaggio di proprietà quando le cose saranno fatte. Ci stiamo lavorando, ma non sarà semplice concludere tutto in tempi brevi". 

"Il Palermo - continua Foschi - è un club molto appetibile. Abbiamo superato delle difficoltà incredibili, sono certo che riusciremo a dare una stabilità societaria. Palermo è bellissima e complicatissima. La città è affascinante, ma la tifoseria – conclude Foschi - è molto delusa perché vorrebbe maggiori certezze”. 

Certezze che qualora non dovessero arrivare dalla York Capital potrebbero concretizzarsi con la società leader nel campo del turismo, Arkus Network. A capo di questa azienda con sede centrale a Roma, figura Walter Tuttolomondo, imprenditore di origini palermitane. Da un palermitano a un altro, perché l’advisor di questa trattativa è Vincenzo Macaione, banchiere nato nel capoluogo siciliano che da tempo si è mosso per trovare acquirenti disposti a rilevare il Palermo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foschi ora apre alla svolta Usa: "York vuole investire, sarebbe il colpo più grosso della carriera"

PalermoToday è in caricamento