Sport

Cesena-Palermo, le probabili formazioni: scocca l'ora di Vazquez

In Romagna i rosanero vogliono proseguire la trionfale cavalcata verso la massima categoria. Al Manuzzi però trovano un avversario in gran forma. Ballottaggio Lazaar-Daprelà. Dybala in panchina, ancora out Barreto e Belotti

Beppe Iachini

Chi fermerà il Palermo? E' questa la domanda che si fanno tifosi e addetti ai lavori. Certo, il prossimo ostacolo non è dei più "scavalcabili": i rosanero vanno a trovare il Cesena, nella sua tana. i romagnoli, una delle squadre più in salute del campionato, hanno l'occasione d'oro per accorciare a -4 il distacco dalla capolista, mentre l'Empoli è impegnato in casa con il Carpi. Insomma, nonostante il vantaggio, il Palermo non può distrarsi, anche perché mancano ancora 18 partite. Decisamente troppe. Il Cesena non perde dal 6 dicembre: da allora tre vittorie e quattro pareggi (uno a Empoli).

Iachini, un ex al Manuzzi, guarda già oltre. Avvicinare quota 50 per poi presentarsi nel migliore dei modi al doppio confronto casalingo con Spezia e Bari. Poi il Palermo andrà a far visita alla cenerentola Juve Stabia, quindi ospiterà il Brescia. Un filotto di partite che potrebbe portare il Palermo a un passo dal paradiso. Ma il tecnico frena. "La classifica deve darci entusiasmo - ha detto nella consueta conferenza prepartita - ma c'è tanta strada da fare, senza abbassare la guardia e senza fare calcoli. Altrimenti freniamo le nostre ambizioni e le nostre potenzialità. Non abbiamo fatto ancora nulla, la serie B è lunga". Sui romagnoli. "Il Cesena ha ambizioni - conclude - ha sempre lottato per vincere il campionato. La famiglia Lugaresi è seria, attaccata che ha nel Dna la voglia di vittoria".

QUI PALERMO. I dubbi di Iachini sono tutti in mezzo. Confermato Sorrentino dopo il rientro, la difesa è la solita con Munoz, Terzi e Andelkovic. Ha ormai il posto fisso anche Maresca. Il resto è un rebus. Bolzoni e Barreto non recuperano, mentre Verre appare in calo. Potrebbero "strappare" una maglia da titolare il redivivo Vazquez e Ngoyi, utile in copertura. Sulle corsie esterne spazio a Morganella (in vantaggio su Pisano) e ballottaggio Lazaar-Daprelà. In avanti la solita coppia Lafferty-Hernandez. Ancora ai box Belotti, torna Dybala: si accomoderà in panca.

QUI CESENA. Bisoli giocherà con lo stesso modulo di Iachini: 3-5-2. Tra gli interpreti anche un paio di ex rosanero, come Succi e Agliardi, in ballottaggio fino all'ultimo con Coser. Consolini è out per squalifica. Ballottaggio in avanti tra Defrel e Marilungo.

PALERMO (3-5-2): Sorrentino, Munoz, Terzi, Andelkovic; Morganella, Vazquez, Maresca, Ngoyi, Lazaar; Lafferty, Hernandez

CESENA (3-5-2): Agliardi; Volta, Camporese, Capelli; Renzetti, Berlingheri, De Feudis, Gagliardini, D'Alessandro; Marilungo, Succi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cesena-Palermo, le probabili formazioni: scocca l'ora di Vazquez

PalermoToday è in caricamento