Mercoledì, 28 Luglio 2021
Sport

Che fine ha fatto il telefono di Ceravolo? Il Palermo vuole la A, presentato esposto

Il club rosanero ha incaricato il proprio ufficio legale: "E' strano che in merito all’inchiesta sul Parma non siano stati visionati i tabulati del cellulare scomparso dell'attaccante..."

Fabio Ceravolo

Il Palermo vuole la Serie A. E a meno di due settimane dall'inizio del campionato non si arrende sul "fronte Parma". Il club rosanero attraverso i suoi canali ufficiali questa mattina ha comunicato di aver incaricato il proprio ufficio legale "per presentare un esposto alle autorità competenti con l'obiettivo di chiarire il fatto strano che, in merito all’inchiesta sul Parma Calcio, non siano stati visionati i tabulati del cellulare scomparso del calciatore Fabio Ceravolo". 

Riavvolgiamo il nastro: nelle scorse settimane Fabio Ceravolo, coinvolto insieme al compagno Calaiò per quei messaggi mandati ai colleghi dello Spezia, il giorno dell’interrogatorio non ha presentato il suo smartphone con gli sms e le prove delle conversazioni, ma una denuncia di smarrimento. L’attaccante ex Benevento era stato accusato, così come Calaiò, di aver scambiato messaggi apparentemente compromettenti con Alberto Masi, difensore della Spezia, che avrebbe affrontato i gialloblù nell’ultima giornata di campionato, decisiva per la promozione in Serie A.

Il punto è che Ceravolo avrebbe dovuto presentare al Tribunale il suo cellulare, per far sì che i testi dei suoi sms fossero utilizzati come prova utile all’avanzamento dell’indagine. Ma non ha potuto mettere a disposizione il suo terminale a causa dello smarrimento del telefonino. Un fatto che ha indispettito ancora di più il Palermo. Che adesso chiede di chiarire questo aspetto. Mentre sullo sfondo resta ancora la possibilità di essere ripescato in A.

Nella sentenza di primo grado il Tribunale federale nazionale ha penalizzato il Parma di cinque punti da scontare nel campionato di serie A 2018-2019 e ha condannato a due anni di squalifica Calaiò. Il Palermo chiede invece che i ducali scontino la penalizzazione sulla classifica finale del campionato di B 2017-2018: in questo modo i siciliani otterrebbero la promozione nel massimo campionato al posto del Parma. Giovedì è prevista l'udienza d'appello.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Che fine ha fatto il telefono di Ceravolo? Il Palermo vuole la A, presentato esposto

PalermoToday è in caricamento