rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Sport

Tripletta di Lucca, Casertana al tappeto: terzo successo di fila in trasferta per il Palermo

Malgrado i brividi finali, dovuti all'ennesima espulsione di Almici, gli uomini di Filippi fanno bottino pieno in terra campana. Ancora sugli scudi il centravanti dei rosanero, mentre Kanoutè sbaglia un rigore. Minuti di recupero infuocati dopo il 2-3 dei padroni di casa

Cinico, spietato, ma sempre un po' ingenuo: ecco il nuovo Palermo targato Filippi. Bastano poco più di dieci minuti di gioco ai rosanero per accarezzare l’idea di portare a casa il terzo successo consecutivo in trasferta.

Allo Stadio Alberto Pinto la Casertana parte già messa alle corde e dopo 45’ di gioco Lucca può portarsi a casa il pallone. Follia Almici, ennesima espulsione per l’ex Verona e per poco la Casertana non riprende il Palermo: 2-3 il risultato finale. Ben vengano le soste forzate verrebbe da dire: finale a parte, nel complesso si è visto un bel Palermo quest’oggi contro un avversario ostico come la Casertana. I rosanero si confermano sempre più Lucca-dipendenti, ma questa squadra non può fare a meno neanche dell’esperienza di giocatori quali Santana e Luperini. Nomi importanti per la categoria e chissà che questo rush finale non porti proprio la loro firma. E a proposito di giocatori esperti, l'ennesima ingenuità commessa da Almici per poco non costava due punti al Palermo. Non ci sarà l'ex Verona mercoledì pomeriggio, quando il Palermo scenderà in campo nel recupero infrasettimanale in trasferta a Monopoli. 

Dopo tre settimane di pausa forzata il Palermo parte subito forte dimostrandosi squadra matura: c’è Lucca nel 3-4-2-1 di mister Filippi e la giovane punta dei rosanero dopo neanche il primo quarto d’ora di gioco si prende le luci dei riflettori, riprendendo la sua stagione proprio da dove aveva interrotto, vale a dire sfruttando la propria fisicità e battendo di testa il portiere avversario. Per ben due volte: prima al secondo giro d’orologio, poi dieci minuti più tardi. Due trame offensive con tante similitudini per gli uomini di Filippi: si gioca prevalentemente sulla corsia di destra e da lì che sono partite le pennellate per la testa di Lucca, che si porta a dodici gol nella classifica marcatori. Il doppio vantaggio può fare sorridere Filippi in panchina, che alla vigilia si era detto fiducioso nonostante le tre settimane di inattività dei suoi giocatori. E invece l’approccio visto a Caserta è uno dei più positivi di questa turbolente stagione.

Partenza shock per la Casertana di Guidi, impassibile dinnanzi alla supremazia rosanero. Pelagotti si sporca i guanti al 36’ intervento decisivo sulla violenta conclusione di Rosso, da parte del numero uno dei rosanero per preservare il doppio vantaggio dai padroni di casa. Nulla può invece Pelagotti sul tap-in vincente di Cuppone a due passi dalla linea di porta: La Casertana si illude di aver riaperto la pratica, ma deve fare i conti, ancora una volta, con Lucca: sempre lui, sempre dalla corsia di destra: traversone basso di Almici e zampata vincente della giovane punta dei rosanero che dopo 45’ di gioco si porta già a casa il pallone.  

Il momentaneo 1-2 dei padroni di casa porta Filippi a voler gestire il risultato, così a inizio ripresa il tecnico rosanero richiama in panchina Odjer e Luperini per far posto a Marconi e Broh. Casertana che rispetto gli ultimi minuti giocati nel primo tempo, sembra aver accusato il terzo gol dei rosanero a ridosso del duplice fischio. E' il Palermo a fare la partita e a sfiorare il poker, con Santana nello specifico, bravissimo a cogliere impreparata la difesa avversaria, meno a servire Lucca in area di rigore. Proprio Santana qualche minuto più tardi lascerà il posto a Kanoutè, insieme all’ex Catanzaro entra anche Rauti al posto di un poco appariscente Floriano. le motivazioni dei falchetti vengono meno, il Palermo ha in mano il pallino del gioco.

La partita sembra archiviata e invece succede di tutto: Kanoutè viene steso in area di rigore, va dal dischetto ma fallisce l’appuntamento con la rete stampando il pallone sul palo. Un minuto più tardi Almici lascia in dieci i compagni per un inutile fallo a metà campo. Il gioco riprende e i padroni di casa trovano clamorosamente il gol del 2-3. Tempo di recupero infuocato per il Palermo che era già con la testa al match di Monopoli. Dopo cinque, interminabili, minuti di recupero l’arbitro fischia tre volte e il Palermo può tirare un sospiro di sollievo. 

Il tabellino di Casertana-Palermo 2-3

CASERTANA: 22 Avella; 17 Hadziosmanovic (84’ Rillo), 14 Ciriello, 13 Carillo (C.), 31 Del Grosso (84’Buschiazzo); 21 Varesanovic, 16 Matese; 33 Longo (56’Matos), 29 Pacilli, 25 Cuppone; 11 Rosso. Allenatore: Guidi

PALERMO: Pelagotti; Accardi, Palazzi (74’ Martin), Somma; Almici, Odjer (45’ Marconi), Luperini (47’ Broh),  Valente; Santana (C.)(64’ Kanoutè), Floriano (64’ Rauti);  Lucca. Allenatore: Filippi.

ARBITRO: Valerio Maranesi (Ciampino).

MARCATORI: 2’ Lucca; 12’ Lucca; 44’ Cuppone; 45’ Lucca; 90’ Buschiazzo 

NOTE: ammoniti al 25’ Cuppone; al 36’ Odjer; al 53’ Varesanovic; al 75’ Martin; al 87’ Avella. Espulsi: al 89’ Almici

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tripletta di Lucca, Casertana al tappeto: terzo successo di fila in trasferta per il Palermo

PalermoToday è in caricamento