Campionato nazionale jujitsu, l’Akiyama di Capaci fa "razzia” di medaglie

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

L’Akiyama di Capaci ancora ai vertici nazionali: al campionato italiano Ju-jitsu svoltosi il 25 e 26 gennaio 2021 a Scafati (NA) gli atleti Akiyama hanno fatto “razzia” di medaglie nel fighting e Ne-WAZA issando il nome di Capaci nei gradini più alti del podio italiano laureandosi ancora una volta, dopo aver conquistato la coppa Italia a Egna (BZ), campione d’Italia.

Gli altri ragazzi - alcuni di loro alla prima esperienza a livello nazionale - pur non salendo sul podio, si sono fatti onore lottando con eguale grande tenacia, caparbietà ma, ahimè, la loro carica e determinazione non è stata ripagata. Il merito dei risultati oltre ai giovani atleti Akiyama che si sono fatti onore lottando come leoni, va alla costante e meticolosa preparazione fatta dal loro coach nonché allenatore della nazionale Ju-Jitsu Cristian Minuto che, con caparbietà, professionalità e sacrifici ha creduto nei suoi giovani atleti consentendo loro il conseguimento di importanti risultati in ambito nazionale e regalando ai genitori e alla comunità di Capaci grandissime, meravigliose ed indelebili emozioni e soddisfazioni!!!! Grazie coach Cristian Minuto per aver - per l’ennesima volta -concretizzato i sogni dei nostri ragazzi e per averli portati in cima ai gradini dei podi nazionali ed internazionali del JUJITSU !!!!! Auspichiamo che il primo cittadino di Capaci Pietro PUCCIO e l’intero Consiglio Comunale, maggioranza e opposizione, assumano pubblicamente determinazioni gratificando gli atleti e la scuola AKIYAMA quali eccellenze di Capaci. p. I genitori degli atleti Giovanni POLIZZI 

Torna su
PalermoToday è in caricamento