Campionati italiani di scherma Palermo2019, day3: doppio tricolore per Lambertini 

Vince sia nel fioretto che nella spada maschile categoria A. Nella categoria B, la vittoria è andata a Sarri. Il palermitano William Russo, idolo dei numerosi spettatori presenti al PalaMangano, si è invece imposto nella categoria C di spada maschile

Foto di Augusto Bizzi

Emanuele Lambertini delle Fiamme Oro protagonista indiscusso della giornata di ieri ai campionati assoluti di Palermo2019: l'atleta bissa il tricolore nel fioretto anche nella spada maschile categoria A. Il fiorettista della polizia ha superato per 15-13 il compagno di gruppo sportivo Edoardo Giordan. In semifinale Giordan aveva fermato Matteo Betti delle Fiamme Azzurre, mentre Emanuele Lambertini aveva avuto ragione del portacolori della Scherma Treviso, Matteo Dei Rossi.

Nella gara di spada maschile, categoria B, la vittoria è andata ad Alessio Sarri. L'atleta delle Fiamme Oro ha conquistato prima la semifinale contro Gianluca Gibbi dell'Accademia Scherma Groane, per poi avere ragione col punteggio di 15-8, di Davide Costi del PentaModena nell'assalto finale. Terzo posto anche per Michele Vaglini del Club Scherma Pisa "Antonio Di Ciolo".
 
William Russo del Club Scherma Palermo, idolo dei numerosissimi spettatori presenti al PalaMangano, si è invece imposto nella categoria C di spada maschile. Il beniamino di casa ha superato per 15-4 in finale Martino Seravalli delle Fiamme Oro. Sul podio anche Matteo Addesso della Zinella Scherma e Claudio Radicello del Circolo Schermistico Mazarese.

La gara a squadre di spada maschile paralimpica è andata alla Zinella Scherma che si è imposta sui “padroni di casa” del Club Scherma Palermo.

Nella spada femminile categoria A la palermitana Marcella Librizzi del Club Scherma Palermo è stata sconfitta, 15-13, da Sofia Della Vedova del Club Scherma Bergamo. La Librizzi aveva sconfitto in semifinale Letiza Baria (Chiti Pistoia) 15-10, mentre la Della Vedova si era imposta su Sofia Brunati (Scherma Leccco) col punteggio di 15-10.

Nella categoria B a trionfare è Rossana Pasquino, che vince in finale contro Alessia Biagini. Terzo posto per Matilde Spreafico (Scherma Lecco) e Roxana Solomon (Minervium Manerbio Scherma). 

Nella categoria C, infine, il titolo italiano va a Consuelo Nora delle Lame Rotanti di Torino, che in finale ha battuto Allegra Magenta (Accademia Scherma Groane).  Terze classificate Giada Tognocchi (Scherma Navacchio) ed Elena Valsecchi (Scherma Lecco).

Nel pomeriggio si è svolta, inoltre, la cerimonia del passaggio della bandiera, da Palermo a Napoli, prossima sede degli Assoluti Italiani: il vessillo della Federazione Italiana Scherma è passato dalle mani del Presidente del Comitato di Palermo2019, Francesco Leone, a quelle del Sindaco Leoluca Orlando, che a sua volta ha consegnato la bandiera al Presidente della Federscherma Giorgio Scarso; dal vertice federale la bandiera è passata poi nelle mani dell’assessore allo sport del comune di Napoli, Ciro Borriello, per arrivare infine nelle mani del presidente del Comitato organizzatore di Napoli 2020 Diego Occhiuzzi.
 
Alice Volpi e Francesca Palumbo si sono sfidate nell'assalto finale della gara di fioretto femminile, il primo a Piazza Bellini. Le due atlete, rispettivamente delle Fiamme Oro e dell'Aeronautica, si sono ritrovate in finale dopo aver superato in semifinale Camilla Mancini (Fiamme Gialle) per 15-12 ed Erica Cipressa (Fiamme Oro) per 15-3. A trionfare è stata Alice Volpi, col punteggio di 15-5, che al termine ha manifestato tutta la propria contentezza per il risultato: “Urlo per la stanchezza, ho faticato tanto ma non ho mai mollato. Sono carica per gli Europei che partiranno la prossima settimana”. Ad Alice Volpi anche il premio “Marta Russo”, istituito in memoria della studentessa, campionessa di fioretto, uccisa alla Sapienza nel 1997. 
 
Piazza Bellini ha accolto anche le semifinali di sciabola maschile: la prima tra Luca Curatoli (Fiamme Oro ) e Riccardo Nuccio (Fiamme Oro), la seconda tra Francesco D’armiento (Fiamme Gialle) e Luigi Samele (Fiamme Gialle).
Luca Curatoli va in finale eliminando col 15-10 Riccardo Nuccio, che chiude così al terzo posto. Nella seconda semifinale, tra i due foggiani e anche inquilini, ad accedere alla finale è Gigi Samele col punteggio di 15-9. Terzo posto per Francesco D’Armiento. 

Nella gara di spada femminile il match finale è stato quello tra Federica Isola ed Alice Clerici. Federica Isola, in forza al Centro Sportivo Aeronautica Militare, ha superato in semifinale la campionessa del Mondo, Mara Navarria col punteggio di 15-14, mentre Alice Clerici delle Fiamme Oro si era aggiudicata l'assalto contro l'altra portacolori dell'Aeronautica Militare, Beatrice Cagnin, col punteggio di 15-12. Vince il titolo italiano la campionessa del mondo ed europea U20 Federica Isola, imponendosi sulla Clerici col punteggio di 15-11. “Un’emozione indescrivibile, in un contesto magnifico - ha dichiarato Federica Isola - è stata una stagione eccezionale, spero di confermarmi nel futuro. L’anno prossimo sarà difficile confermarsi, ma ci proverò. Dedico alla mia famiglia questi successi”.

La finale di sciabola tra Gigi Samele e Luca Curatoli ha chiuso la splendida serata di Piazza Bellini. Ad aggiudicarsi il titolo italiano è Gigi Samele, protagonista di una bella rimonta, col punteggio di 15-11 ai danni di Luca Curatoli. 

“All’inizio non riuscivo a tenere il ritmo di Luca, poi ho invertito la mia tattica e ho iniziato a piazzare stoccate vincenti. È un periodo molto stressante, anche per via delle qualifiche alle Olimpiadi e per questo sono contento per la vittoria. È bellissimo vincere in questa magnifica città, ringrazio il pubblico palermitano”, questo il commento a caldo del neo campione italiano Gigi Samele. Al termine della finale è stato assegnato il premio al miglior arbitro della stagione, intitolato alla memoria di Antonio Siclari: il prestigioso riconoscimento è andato a Gaspare Armata.

“Siamo orgogliosi di avere un gruppo arbitrale così importante e competente- ha dichiarato il Vice Presidente vicario della Federazione, Paolo Azzi- ampiamente stimato a livello mondiale: gli arbitri fanno uno splendido lavoro, anche nell’ambito della direzione di torneo”. 

Al termine delle premiazioni il vicepresidente della Regione Siciliana, Gaetano Armao, ha ringraziato la Federazione Italiana Scherma per aver scelto Palermo come sede degli Assoluti e come Capitale della scherma: “Grazie al Presidente Scarso per averci scelto, sin da subito la Regione è stata entusiasta e ha accolto la proposta. Siamo pronti anche per un eventuale Mondiale qui a Palermo: d’accordo con il Comune regaleremo alla città un Palascherma, nella struttura del vecchio centro stampa dei mondiali di Italia ’90 in viale del Fante. La scherma è uno sport pieno di grandi valori e la Regione è onorata di aver ospitato un importante evento sportivo come gli Assoluti”.

Oggi l’ultima giornata dei Campionati italiani assoluti di Palermo2019: una domenica particolarmente intensa, con tanti assalti e anche il campionato italiano assoluto per non vedenti.

Il programma completo del 9 giugno

Fioretto Femminile | Squadre - inizio ore 8.30
Spada Femminile | Squadre - inizio ore 8.30
Sciabola Maschile | Squadre - inizio ore 10.00
Sciabola Femminile | Paralimpico | Cat. A - inizio ore 8.30
Sciabola Femminile | Paralimpico | Cat. B - inizio ore 8.30
Sciabola Maschile | Paralimpico | Cat. A - inizio ore 12.00
Sciabola Maschile | Paralimpico | Cat. B - inizio ore 12.00
Spada Maschile | Non Vedenti - inizio ore 8.20
Spada Femminile | Non Vedenti - inizio ore 14.00

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scene da far west ai Danisinni, sparatoria in strada: tre feriti, coinvolta una ragazza

  • "Battute sui siciliani": milanese cacciato da un b&b in centro

  • Incidente in moto, morto cuoco palermitano di 36 anni a Padova

  • Polizzi Generosa, netturbino morto folgorato: colpito da un fulmine mentre lavorava

  • Più di 7 milioni di euro di immobili all'asta, come aggiudicarsi le 36 case in viale del Fante

  • Precipita da una balconata: grave giovane palermitano

Torna su
PalermoToday è in caricamento