Sport

Bye bye Miccoli: Zamparini lo scarica, Palermo prepara i saluti

E' ormai agli sgoccioli l'avventura del capitano rosanero, il grande assente nella stagione più balorda. Il presidente fa capire che quasi sicuramente lo lascerà andare a fine anno, ma il Romario del Salento ha abdicato da un pezzo...

Fabrizio Miccoli imbocca il tunnel dell'addio

Date la palla a Miccoli e state sicuri che qualcosa non succederà. Amare verità, destini rovesciati. L’uomo della Provvidenza non esiste più e Zampa lo scarica:"Ho altre cose in testa. Miccoli in B? Non ce lo vedo". Tempi durissimi per il capitano, l'ultimo dei mohicani. Il capitano che gridava in faccia alla telecamera “Forza Lecce” dopo i gol al Bari, quello delle esultanze wrestler, delle interviste ribelli, dei capolavori impossibili, non c'è più. Il trascinatore del Palermo si è sbriciolato. Fabrizio Miccoli è stato il Grande Assente nell’annus horribilis rosanero. Si è perso nei tornanti iniziali della stagione, e guardando dal basso la classifica ha capito che la salvezza era un gigante insormontabile. Anche per uno come lui, abituato alle cose impossibili.

La galleria di viale del Fante esibisce le sue opere d’arte: 78 in totale. Ma manca l’”F5”. Ultimo squillo? A novembre, gollazzo col Catania da fuori area e tanti saluti ai cugini. Miccoli quest’anno ha timbrato il cartellino solo in tre partite, con Chievo, Catania e Milan (su rigore). Una miseria. Così lo scarica anche Zamparini. Il patron è quasi scocciato quando è costretto a parlare dell’argomento Miccoli, che a fine marzo, resta comunque senza contratto per la prossima stagione.

La sensazione è che le strade si separeranno. "In questo momento ho altri pensieri piuttosto che il rinnovo di Miccoli – ha ammesso Zampa -. Ci manca il Fabrizio di qualche anno fa, quello attuale ci ha dato poco, sta poco bene fisicamente. E poi Miccoli non credo che rimarrebbe con noi tra i cadetti. Avrà richieste con importanti offerte economiche che noi in B non possiamo garantirgli".

Insomma, se non è un addio anticipato, poco ci manca. Tornerà a Lecce, nel suo Salento? A meno di clamorosi colpi di scena, quelle che mancano da qui alla fine sono le ultime 10 partite di Miccoli col Palermo. Un’avventura lunga 6 anni, una media gol strepitosa. E una galleria d’arte da aggiornare prima dei saluti. Una festa triste. Con ricordi e lacrime per il doppio arrivederci: alla A e al suo capitano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bye bye Miccoli: Zamparini lo scarica, Palermo prepara i saluti

PalermoToday è in caricamento