Dallo scudetto Primavera al ritorno: il Palermo punta Misuraca

Tedino, appena ufficializzato, vorrebbe portarsi appresso i giocatori che hanno fatto le fortune del Pordenone. Tra loro c'è il fantasista palermitano, che a 27 anni potrebbe coronare il suo sogno: giocare nella squadra della sua città

Nessuno è profeta in patria dicevano i latini. Gianvito Misuraca, palermitano doc, prova a ribaltare una sentenza facilmente applicabile anche nel calcio. Il Palermo in mano – o meglio – nei piedi dei palermitani: Quello del fantasista 27enne potrebbe essere un ritorno romantico. Un'idea emersa con prepotenza nelle ultime ore, dopo che il club rosanero ha ufficializzato l’arrivo in panchina di Bruno Tedino.  Quello che si potrebbe materializzare è un travaso stile Venezia 2002, quando a Palermo si presentò Zamparini con Glerean e i suoi fedelissimi.

L'ormai ex tecnico del Pordenone vorrebbe portare in Sicilia alcuni giocatori che hanno fatto la fortuna dei "ramarri". Dopo Ingegneri, Suscio e Burrai, anche Gianvito Misuraca, centrocampista a tutto campo con i neroverdi nell'ultima stagione, si candida per il nuovo Palermo. Palermitano di nascita e cresciuto nelle giovanili del club rosanero con cui nel 2009 è riuscito anche a vincere lo scudetto Primavera, il fantasista potrebbe davvero essere il rinforzo ideale per Bruno Tedino.

Definito più volte un vero e proprio fuoriclasse dallo stesso ex tecnico neroverde, quello di Misuraca a Palermo sarebbe senz’altro un ritorno affascinante. Quale migliore piazza se non la sua città natale permetterebbe al trequartista di esprimere tutte le sue qualità, prendendosi magari un posto da titolare che gli permetterebbe – seppure in ritardo – di ritagliarsi un ruolo importante nella squadra che tifa fin da quando era un bambino? Misuraca, inoltre, conosce benissimo la serie cadetta avendoci giocato per anni con la maglia del Vicenza. L’unico ostacolo, oltre che la volontà del patron Zamparini, sarebbe il contratto che lega il calciatore classe '90 al club neroverde per altri due anni. Il giocatore però preme per un trasferimento in Sicilia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

Torna su
PalermoToday è in caricamento