Sport

Calciomercato Palermo, caccia al difensore: il sogno si chiama Campagnaro

Contatti continui con l'Inter. Oltre al centrale ex Napoli, i rosanero stanno sondando la disponibilità di Silvestre, ai margini del progetto nerazzurro. Resta in piedi l'opzione Felipe. Battuto in amichevole l'Apollon Limassol

Hugo Campagnaro

Zamparini e Iachini sono stati chiari: serve un centrale difensivo di spessore. Sono cinque i nomi nel mirino del Palermo (tra questi due sono dell'Inter e due del Catania). L'ultima pista, forse quella più "lussuosa", porta a Hugo Campagnaro, vice campione del mondo con la sua Argentina. Walter Mazzarri pare ormai averlo scaricato, dopo l'inizio boom in nerazzurro. L'ex Napoli, 34 anni, sembra ai margini dell'Inter. A vacanze ormai finite l'intenzionedi Campagnaro è quella di scalare le gerarchie nerazzurre, ma pare un'impresa impossibile. Proprio per questo l'addio del difensore argentino sembra sempre più probabile.

Campagnaro ha richieste in Spagna e in Inghilterra. In Italia c'è da battere la concorrenza di Roma e Genoa (sarebbe un ritorno a Genova, ma stavolta sulla sponda rossoblù) se n'è aggiunto un terzo: quello del Palermo. I rosanero sperano di superare lo scoglio ingaggio e Ceravolo ha già chiesto informazioni all'Inter.

Per il centrale difensivo il Palermo pensa anche a Nicolas Spolli, anche se il Catania non fa sconti e spara alto: addirittura 10 milioni. Decisamente una cifra fuori portata per i rosa. Sempre dagli etnei c'è Rolin. Ma nelle ultime ore ha ripreso quota l'opzione Matias Silvestre, colonna del Palermo tre stagioni fa. Il giocatore ieri ha disputato qualche minuto nella partita dell'Inter contro la Roma. Ha il contratto in scadenza nel 2015 e i nerazzurri hanno tutto l'interesse a privarsene, perché Silvestre è tra i giocatori in esubero. Pare forse più facile la pista che porta a Felipe, di proprietà del Parma, con i quali i rapporti sono ottimi dopo l'affare Feddal.

Intanto doppia amichevole del Palermo nel giro di poche ore. I rosanero si sono imposti 1-0 nella prima amichevole di prestigio di questa pre-season. Contro l'Apollon Limassol ha deciso un calcio di rigore trasformato da Andrea Belotti a inizio ripresa. A procurarsi il rigore era stato proprio il Gallo. Poi di nuovo in campo contro il Brescia: un 2-2 in rimonta. I rosa, sotto 2-0, hanno acciuffato il pari con Pisano e gol decisivo di Belotti in pieno recupero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calciomercato Palermo, caccia al difensore: il sogno si chiama Campagnaro

PalermoToday è in caricamento