rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Calcio

Verso Vibonese-Palermo, difesa a quattro e doppio centravanti per superare il mal di trasferta

Per la sfida al Razza di Vibo Valentia, Filippi dovrà fare a meno di Accardi, Marconi e Perrotta: la linea già vista contro la Virtus Francavilla diventa più di un'ipotesi. L'allenatore è stuzzicato dall'impiego contestuale di Brunori e Soleri con Fella: "Con due attaccanti a fianco, Giuseppe diventerebbe ancora più pericoloso". Sugli avversari: "Squadra ben organizzata, servirà una prestazione collettiva"

Dopo la vittoria contro la Virtus Francavilla il Palermo è chiamato alla sfida in trasferta contro la Vibonese per sfatare il tabù delle partite fuori casa. Al match del Razza contro i rossoblù di Gaetano D’Agostino, terzultimi in classifica ma reduci da una striscia di quattro risultati utili consecutivi, i rosanero arrivano in emergenza difensiva vista la squalifica di Perrotta e le assenze per infortunio di Marconi e del lungodegente Accardi. Il tecnico dei rosanero Giacomo Filippi potrebbe pure decidere di mischiare le carte sia per gli interpreti che per quanto riguarda il modulo: la difesa a quattro diventa più di un'ipotesi. La partita, in programma domani alle 14,30 sarà trasmessa su Sky Sport (canale 225) e sulla piattaforma Eleven Sports.

Il tecnico del Palermo alla luce delle defezioni difensive non esclude di poter utilizzare la difesa a quattro già vista nel secondo tempo di mercoledì scorso: "Da inizio stagione abbiamo assenze in difesa.  Sembra - ha affermato - che abbiamo una maledizione visto che ci mancano sempre i centrali. Valuteremo domani, la squadra in ogni caso sa cosa deve fare". Filippi si è anche espresso in merito agli avversari: "Da quattro giornate fanno risultati positivi e da tre non subiscono gol. Sono una squadra ben organizzata e pericolosa in contropiede: bisogna fare una grande prestazione collettiva, giocando da squadra vera cercando a tutti costi un risultato determinante, per dare un segnale a noi stessi e alla città".

L’allenatore partinicese si è altresì soffermato sul terreno di gioco dello stadio Razza, che nel derby giocato in campo neutro contro il Messina si era rivelato impervio: "Sappiamo com’è il campo, più piccolo del nostro, e che il terreno di gioco dopo qualche minuto potrebbe diventare difficoltoso. Questo - ha spiegato - ci fa capire che serve una prestazione di sangue, voglia e sostanza, anche a discapito della qualità. Mercoledì con queste componenti siamo riusciti a raggiungere il risultato sperato".

Proprio la partita di mercoledì per il tecnico rosanero rappresenta il riferimento cardinale in vista della trasferta di domani: "Dopo una vittoria come quella di mercoledì, dove la squadra ha buttato il cuore oltre l’ostacolo vincendo con voglia e sacrificio, questo deve essere un punto di partenza per fare domani una prova di autorità e dunque un buon risultato. È quello che serve per invertire il ruolino di marcia in trasferta". L’allenatore del Palermo ha poi aperto all’utilizzo del doppio centravanti con Fella: "Affiancando due attaccanti in avanti - ha spiegato - c'è possibilità di un fraseggio maggiore, con questa opzione Fella si renderebbe più pericoloso perché chiaramente giocherebbe più avanti e non sulla trequarti".

Qui Palermo

I rosanero arriva alla trasferta di Vibo Valentia senza Accardi, Marconi e Perrotta. L’assenza dei due centrali mancini potrebbe spianare la squadra alla difesa a 4: in quel caso la linea difensiva composta da Almici, Buttaro, Lancini e Giron appare la più accreditata, anche se non è da escludere che possa trovare spazio Peretti con il centrale ex Roma dirottato a destra da terzino bloccato. A centrocampo De Rose e Odjer appaiono sicuri della riconferma: in caso di centrocampo a tre potrebbe trovare spazio Luperini da mezzala di inserimento. In attacco l’ipotesi doppio centravanti Brunori-Soleri sembra la più accreditata con Fella che parte favorito su Floriano e Silipo.

Qui Vibonese

Da quando è passata al 3-5-2 la squadra rossoblù ha trovato continuità e solidità difensiva: difficile pensare che D’Agostino possa proporre un assetto diverso. Dopo aver saltato la sfida contro il Messina per squalifica ritorna in mezzo al campo Marco Spina, candidato a prendere il posto di Tumbarello; Grillo insidia Fomov sulla fascia destra. Per il resto non si prospettano particolari novità rispetto all’undici iniziale utilizzato nelle ultime uscite.

Le probabili formazioni

Vibonese 3-5-2: Mengoni; Mahrous, Risaliti, Vergara; Fomov, Spina, Basso, Gelonese, Mauceri; Sorrentino, Golfo.

Palermo 4-3-1-2: Pelagotti; Almici, Buttaro, Lancini, Giron; Odjer, De Rose, Luperini; Fella; Soleri, Brunori.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso Vibonese-Palermo, difesa a quattro e doppio centravanti per superare il mal di trasferta

PalermoToday è in caricamento