rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Calcio

Palermo ko a Venezia, Corini amaro: "Commessi troppi errori, playoff? Pensiamo al Benevento"

Le parole del tecnico alla fine del match che allontana ancora i playoff: "I ragazzi non hanno letto alcune situazioni che, a volte, ti fanno vincere il match". Per i rosanero una sola vittoria (Modena) nelle ultime dieci partite

"Il grande rammarico è aver commesso degli errori che hanno inciso molto sull'andamento della partita", così il tecnico rosanero Eugenio Corini spiega la debacle del Palermo a Venezia. Un Palermo dai due volti che torna senza punti dal Penzo - 3-2 il risultato finale - al termine di novanta minuti che non muovono la classifica e allontanano ancora i playoff. Una vittoria nelle ultime dieci gare: un ruolino di marcia molto negativo, che certamente complica i piani rosanero in questo rush finale. "Abbiamo approcciato bene il primo tempo - ha esordito Corini - trovando il vantaggio meritato con Brunori. Poi abbiamo avuto una situazione importante per andare sul 2-0, quindi abbiamo subito il gol del pareggio. Nonostante il gol preso la squadra ha continuato a lavorare, a giocare. Nella ripresa abbiamo iniziato sulla stessa falsariga del primo ma abbiamo preso il calcio di rigore, ci siamo disuniti e abbiamo perso un pochino di equilibrio: ci siamo scomposti e abbiamo subito anche il terzo gol, rischiando anche il quarto annullato per fuorigioco".

Venezia-Palermo 3-2: cronaca, commenti e pagelle

Il Palermo non vince dallo scorso 17 marzo, dal 5-2 casalingo contro il Modena. Preoccupano l'assenza di brillantezza, le tante amnesie difensive e gli errori individuali che stanno diventando una costante. E dire che la gara sarebbe potuta andare molto diversamente, pesano gli episodi di oggi: l'errore da due passi di Soleri che avrebbe dato il doppio vantaggio ai rosanero dopo nemmeno venti minuti e il rinvio sulla schiena di Gomes, da parte di Pigliacelli, che ha concesso a Johnsen di calciare a porta vuota. Ma nel calcio gli episodi sono, ormai, parte integrante di un match. "La squadra ci ha provato sino alla fine - continua il tecnico - e abbiamo avuto l'opportunità con la traversa di Brunori e poi il calcio di rigore: il grande rammarico è aver commesso degli errori che hanno inciso molto sull'andamento della partita. La prestazione, fino al 60', è stata positiva. Dopo il 2-1 loro si sono compattati dietro, ripartendo bene in contropiede e chiudendo le linee di passaggio. Ci siamo predisposti ai loro contrattacchi, questo è stato un errore. La squadra comunque ha reagito, ci abbiamo provato sino al fischio finale anche nella massima difficoltà. I ragazzi non hanno letto alcune situazioni che, a volte, ti fanno vincere il match. Abbiamo perso equilibrio dopo il rigore, Brunori ha fatto un'ottima partita".

Semmai occorre riflettere sulla preoccupante involuzione del gioco rosanero, evidente nella ripresa: la prima frazione di gara era stata ben disputata dal gruppo. Un blackout che ha permesso al Venezia di portare a casa tre punti fondamentali. Ora la corsa alla serie A si fa veramente dura. "Playoff? Pensiamo al Benevento - ha concluso il Genio - ci prepareremo al meglio per cercare di vincerla e poi valuteremo al meglio la classifica e vedremo dove siamo". 
In mixed zone anche il capitano, Matteo Brunori. Il bomber sembra essere tornato in ottima condizione dopo lo stop subito contro il Cittadella: il numero 9 è apparso rammaricato per il risultato di oggi. 
"Dopo l'infortunio contro il Cittadella sono tornato in condizione, dispiace per il risultato di oggi: soprattutto per i tifosi che ci hanno seguito fin qui. Abbiamo commesso degli errori, adesso dobbiamo pensare alla prossima partita. Il confronto con i tifosi a fine partita? Ci sta, soprattutto quando fai tanti chilometri per seguire la tua squadra. Ci hanno detto di impegnarci al massimo, ma noi lo facciamo sempre: abbiamo commesso degli errori che hanno condizionato la gara ma in campo diamo sempre il massimo. Manca qualcosina per centrare degli obiettivi più importanti, dobbiamo dare di più. Oggi potevamo chiudere il primo tempo in vantaggio, abbiamo avuto delle situazioni importanti. Nella ripresa poi abbiamo subito due gol in cinque minuti, questo non deve accadere. Dobbiamo lavorare per non commettere questi errori. Playoff? I sogni si coltivano partita dopo partita: adesso dobbiamo pensare solo al Benevento, poi vedremo dove siamo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo ko a Venezia, Corini amaro: "Commessi troppi errori, playoff? Pensiamo al Benevento"

PalermoToday è in caricamento