rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Calcio

Bum bum Floriano, il Palermo supera la Triestina e vede la qualificazione

La squadra di Baldini vince 2-1 grazie ai due gol nel finale del primo tempo dal numero 7 rosanero su doppio assist di Valente. Successo importante nonostante un calo nei minuti finali in cui gli alabardati vanno a segno con Rapisarda

Buona la prima per il Palermo che inizia il suo cammino playoff con una vittoria pesante e a tratti anche sofferta contro la Triestina al Nereo Rocco. La squadra di Baldini si è imposta per 2-1, risultato che esprime l’ottimo atteggiamento messo in mostra dai rosanero nel primo tempo, trascinati dall’asse Valente-Floriano, ma anche le difficoltà nella parte finale di gara, nella quale gli alabardati sono venuti fuori creando più di un grattacapo a Massolo.

Dopo un iniziale fase di studio emerge sin da subito che il Palermo sembra avere qualcosa in più rispetto a una Triestina fisiologicamente meno fresca e anche non particolarmente fortunata visti i due cambi forzati per Negro e capitan Lopez nel giro di mezzora. I rosanero riescono a imporre il ritmo prendendo il predominio del campo. Il tiro di Valente respinto da Offredi, poi miracoloso a chiudere lo specchio all’accorrente Luperini il primo squillo; la battuta in controbalzo di Floriano sulla quale il portiere triestino si supera, la prova tecnica dell’uno-due micidiale assestato dai rosanero alla fine del primo tempo.

L’asse vincente che fa volare il Palermo nasce sulle corsie laterali: Valente (in forma strepitosa nonostante l’indisposizione che lo aveva colpito qualche giorno fa) incendia la fascia destra; Floriano dall’out opposto è il perfetto terminale delle iniziative del numero 30 rosanero grazie ad un tempismo da triplista. Due gol simili nella dinamica che fanno esplodere i quasi mille tifosi rosanero presenti al Rocco e consentono alla squadra di Baldini di mettere in discesa il match. Bucchi, costretto a bruciare due slot per le sostituzioni nel primo tempo, inserisce Sarno e Giorico al posto di Trotta e St. Clair passando al 4-3-3. Per i rosanero inizia una nuova partita di lotta e di governo.

Gli alabardati iniziano la ripresa con un piglio diverso ma la gran traversa presa da Rapisarda su assist di Sarno è la riprova che per la Triestina non è giornata. Dopo la grande paura il Palermo si compatta e si mette in modalità gestione. I rosanero inizialmente riescono a rintuzzare senza problemi le iniziative di una Triestina che però con il passare dei minuti diventa sempre più minacciosa. Massolo, rimasto inoperoso per quasi 80’ di gioco è costretto agli straordinari: importante la parata al 77’ su Rapisarda; prodigiosa la doppia respinta tre minuti dopo sul tentativo di Crimi e sul tiro di Galassi. Nulla però il portiere spezzino può all’88’ quando la Triestina trova il gol della bandiera. E' il catanese Rapisarda, lasciato solo da Marconi e Giron, a segnare colpendo di testa uno spiovente nato da una punizione di Sarno. Il Palermo è in debito di ossigeno ma nei minuti finali tiene il vantaggio.

Per i rosanero una vittoria di importanza capitale che consente di arrivare alla sfida di ritorno di giovedì con un vantaggio importante: la formazione di Baldini a questo punto passerebbero il turno anche in caso di sconfitta di misura in virtù del miglior piazzamento in classifica.

Il tabellino

Triestina (3-4-1-2): Offredi; Rapisarda, Ligi, Negro (15’ Volta); St Clair (45’ Giorico), Crimi, Calvano, Lopez (31’ Galazzi); Procaccio (78’ De Luca); Gomez, Trotta (45’ Sarno). All. Bucchi.

Palermo (4-2-3-1): Massolo 7; Accardi 6,5 (85’ Buttaro sv), Lancini 6,5, Marconi 6, Giron 6; De Rose 6, Dall’Oglio 6 (45’ Damiani 6); Valente 8, Luperini 6, Floriano 8 (68’ Soleri 6); Brunori 6 (85’ Fella sv). All. Baldini 6,5.

Arbitro: Gualtieri (Asti)

Reti: 41’, 48’ Floriano; 88’ Rapisarda

Ammoniti: 9’Crimi, 17’ Gomez, 24’ Dall’Oglio, 44’ Marconi, 55’ De Rose, 66’ Volta, 79’ Ligi

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bum bum Floriano, il Palermo supera la Triestina e vede la qualificazione

PalermoToday è in caricamento