rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Calcio

Il traghettatore Di Benedetto si fa da parte: "Palermo, c'è una base da cui ripartire"

Il tecnico ad interim rosanero dopo la partita persa col Torino: "L'importante era la prestazione, nelle nostre occasioni potevamo essere più pungenti ma faccio i complimenti ai ragazzi"

La consapevolezza di trovarsi di fronte un avversario di spessore fa sì che alla fine l'amarezza per la brusca battuta d'arresto sia relativa. Stefano Di Benedetto, allenatore ad interim del Palermo, si sofferma sugli aspetti positivi messi in mostra dai rosanero nella sconfitta per 3-0 contro il Torino nei trentaduesimi di Coppa Italia. Guardando con ottimismo in merito alle prospettive di crescita della squadra che a breve passerà nelle mani del suo successore.

Ai microfoni di Mediaset il tecnico in merito alla storia della partita si è così espresso: "L'importante era fare la prestazione - ha affermato Di Benedetto - era quello che avevo chiesto. Avevamo di fronte una squadra di categoria superiore, ho chiesto alla squadra di essere ordinata e compatta in fase di interdizione e di ripartire abbastanza forte. Anche noi abbiamo avuto le nostre occasioni, forse potevamo essere più pungenti ma abbiamo fatto la nostra gara e faccio i complimenti ai ragazzi"

Di Benedetto ha infine parlato delle sue sensazioni personali e delle prospettive della squadra sottolineandone il valore e i margini di crescita: "Porto dentro in primis un'esperienza fantasica - conclude - perché sono riuscito ad allenare anche i 'grandi'. Alla squadra serve continuare a lavorare bene, dall'esterno si può pensare che i ragazzi non si impegnino ma ho vissuto dieci giorni con loro e ho visto un gruppo di ragazzi disponibili e che si impegnano al massimo nonché una squadra piena di valori umani e tecnici. Cosa serve lo dirà la società, io posso dirvi che c'è una base da cui ripartire".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il traghettatore Di Benedetto si fa da parte: "Palermo, c'è una base da cui ripartire"

PalermoToday è in caricamento