rotate-mobile
Calcio

Toro scatenato, il Palermo crolla 3-0: rosanero fuori dalla Coppa Italia

La squadra di Di Benedetto tiene testa agli uomini di Juric per un tempo rendendosi anche pericolosa cedendo però di schianto dopo il vantaggio granata di Lukic: le reti di Radonjic e Pellegri chiudono i conti

Un'onesta resistenza durata più di un tempo prima del tracollo. All'Olimpico di Torino il Palermo tiene testa ai padroni di casa rendendosi anche pericoloso in più occasioni in ripartenza ma dopo il gol subito a inizio ripresa da Lukic molla gli ormeggi e finisce con il perdere 3-0: una punizione severa espressione della crescita progressiva dei granata con il passare dei minuti e della loro maggiore esperienza. Il cammino in Coppa Italia (a onor del vero non certo una priorità) si ferma così ai sedicesimi di finale: per la squadra rosanero adesso è tempo di pensare all'immediato futuro che si chiama Perugia.

Nell'undici iniziale Di Benedetto schiera tre nuovi acquisti (Sala per scelta tecnica da terzino sinistro, Nedelcearu al centro della difesa al posto dell'infortunato Lancini ed Elia all'ala destra in sostituzione dell'altro indisponibile Valente) e lancia Soleri da trequartista. Il Torino già nei primi frangenti di gioco alza la pressione ma il Palermo inizialmente riesce a non farsi schiacciare proponendosi in avanti una volta conquistata palla. Dopo un tentativo da 40 metri coraggioso ma velleitario di Floriano i rosanero (oggi in campo con la terza maglia disegnata da Tvboy dedicata a Santa Rosalia) creano al 9' il primo pericolo della gara: la firma manco a dirlo è quella di Brunori che riceve palla, entra in area e incrocia un piattone velenoso impegnando seriamente Milinkovic-Savic.

Il Torino riesce successivamente a conquistare la supremazia territoriale senza però impensierire in particolar modo la difesa rosanero complice il suo buon piazzamento ma anche un giro palla farraginoso: il primo pericolo creato dai granata per una mezzora abbondante è un tiro da fuori di Lukic deviato da Broh. Nella parte finale di primo tempo sale in cattedra Radonjic, unica variabile dei padroni di casa, che palla al piede fa saltare le maglie difensive del Palermo: se il primo coast to coast da centrocampo è apprezzabile ma velleitario, la seconda iniziativa, una bella azione personale allo scadere chiusa con un destro da posizione defilata che danza pericolosamente sullo specchio, suona come un monito per il Palermo a non mollare un centimetro, pena la capitolazione.

A inizio ripresa sembra di vedere il film dei primi minuti di gioco: il Torino alza la pressione, il Palermo si rende pericoloso. Questa volta è Floriano ad andare vicino al bersaglio grosso: come Brunori va col piatto e come Brunori vede il suo tiro respinto da Milinkovic-Savic con la parata plastica in tuffo. Il Torino questa volta però non perde l'inerzia e al 53' trova il vantaggio. Radonjic parte in percussione da sinistra, entra in area e calcia trovando l'opposizione di Marconi: sulla respinta capitan Lukic, che pochi minuti prima ci aveva provato senza fortuna, va di prima intenzione dai venti metri, battendo un Pigliacelli la cui visuale era ostruita da una selva di maglie.

Dopo il gol i padroni di casa, già in crescita, si scatenano: il Var salva il Palermo dal 2-0 portando all'annullamento del gol per un fuorigioco ravvisato su Sanabria ma i rosanero fanno fatica a contenere le iniziative della squadra di Juric. Dopo il gol annullato Radonjic va ancora vicino al gol con un destro poi respinto da Pigliacelli: a quel punto Di Benedetto corre ai ripari e cerca vivacità gettando nella mischia Stoppa al posto di Floriano. Il Torino non ha pero problemi a contenere il Palermo che a quel punto può solo affidarsi alle iniziative individuali.

Al 72' Brunori ci prova ancora con un tiro da fuori respinto da Milinkovic-Savic: sul rovesciamento di fronte il Torino sentenzia la partita sull'asse serbo Lukic-Radonjic. Il primo rifinisce, il secondo insacca e stavolta e tutto buono. Il Torino mette in ghiaccio la partita e cinque minuti dopo arriva la calata di sipario firmata dal subentrato Pellegri al termine di una bella azione alla mano ispirata da Linetty e rifinita da Singo. La Coppa Italia del Palermo si chiude così con una sconfitta netta che fa testo il giusto ma che non può non lasciare un minimo di amaro in bocca.

Il tabellino

Torino (3-4-2-1): Milinkovic-Savic; Buongiorno, Djidji (82' Bayeye), Rodriguez; Singo (82' Lazaro), Lukic (82' Segre), Ricci, Aina; Seck (77' Linetty), Radonjic; Sanabria (77' Pellegri). All. Juric

Palermo (4-2-3-1): Pigliacelli 5,5; Buttaro 5, Nedelcearu 6 (81' Somma sv), Marconi 6,5, Sala 6 (75' Crivello 5,5); De Rose 5,5, Broh 5,5; Elia 5,5 (75' Damiani 6), Soleri 5 (81' Silipo sv) 5, Floriano 6 (65' Stoppa 5,5), Brunori 6. All. Di Benedetto 6

Arbitro: Ghersini (Genova)

Reti: 54' Lukic, 73' Radonjic, 78' Pellegri

Ammoniti: 73' Radonjic

Espulsi:

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Toro scatenato, il Palermo crolla 3-0: rosanero fuori dalla Coppa Italia

PalermoToday è in caricamento