Venerdì, 17 Settembre 2021
Calcio

Saraniti ex crudele, il Palermo cade a Taranto: rosanero sconfitti 3-1

Allo Iacovone i padroni di casa si portano avanti di due gol: la rete di Almici riaccende le speranze fino a quando l'espulsione di Lancini indirizza definitivamente la storia del match

Fermo immagine del corner che ha portato al gol di Saraniti

Un film molto simile a quello visto la settimana scorsa con una sola, ma fatale, differenza: la consistenza tecnica dell'avversario. Il Taranto non è il Messina e alla fine tra le mura amiche dello Iacovone ha ragione del Palermo imponendosi per 3-1.

In un campo reso pesantissimo dalla pioggia è il Taranto che inizialmente fa la partita ingranando subito le marce alte. Giovinco bussa dalle parti di Pelagotti con un tiro a giro respinto dall'estremo difensore rosanero. Sono le prove tecniche del vantaggio rossoblù che arriva all'undicesimo di gioco con il grande classico più temuto da ogni tifoso: il gol dell'ex. Sul corner battuto da Marsili Saraniti brucia Lancini: quando il difensore recupera il tempo è sulla traiettoria della zuccata dell'ex rosanero, che si insacca alle spalle di Pelagotti. Il vantaggio tramortisce il Palermo che tre minuti dopo rischia di prendere il secondo schiaffo: é la traversa a salvare i rosanero sulla punizione di Giovinco. 

Il Palermo dopo l'inizio shock comincia gradualmente a prendere campo senza però trovare i giri giusti. Col palleggio neutralizzato dal terreno di gioco e il Taranto che chiude gli spazi e porta la pressione con puntualità giapponese al Palermo non resta che provare con gli attacchi aerei. Velleitari i tentativi di Soleri e Brunori; più pericoloso il secondo colpo di testa del 27 rosanero nel finale di tempo che si spegne di poco. 

Nella ripresa, come era già successo a Messina, il Palermo entra con un altro piglio ma il Taranto si conferma organizzato e massiccio. Filippi prova a scompaginare mettendo Dall'Oglio e Valente al posto di uno spento Floriano e di Giron per aumentare la consistenza offensiva. A trovare la via del gol al 56' però é ancora una volta il Taranto. Tutto nasce nuovamente da un corner di Marsili: Zullo brucia Doda di testa e la sua torre arriva dalle parti dell'altro stopper tarantino Benassai che da due passi fulmina Pelagotti. 

Sul raddoppio rossoblù il Palermo reagisce in maniera più adrenalinica che lucida. Al 62' Il destro al fulmicotone di Almici da posizione defilata accende il finale di partita. Filippi lancia subito dopo il gol Silipo al posto di De Rose con spostamento di Dall'Oglio a centrocampo per poi inserire Fella al posto di Doda completando il passaggio al 4-2-Banzai per cercare il pari. Laterza si limita a inserire forze fresche gettando nella mischia Italeng, Diaby e Ghilseni al posto di Saraniti, Versienti e a Labriola. Mosse che si riveleranno azzeccate.

Il Palermo spinge in maniera frenetica senza trovare spazi, il Taranto controlla, rintuzza e riparte. Proprio su una ripartenza arriva al 78' l'episodio che segna definitivamente la storia della partita. Diaby riconquista palla a centrocampo involandosi nella metà campo rosanero: Lancini già ammonito lo stende e va anzitempo negli spogliatoi. Filippi, che in campo ha praticamente solo giocatori offensivi, sposta Dall'Oglio nel ruolo di stopper. Negli ultimi minuti il Palermo si getta a testa bassa cercando disperatamente il pari senza  fortuna. Il Taranto cerca il momento propizio per il colpo del ko che arriva proprio sul gong. Il neo-entrato Santarpia lavora palla in area servendo Diaby che chiude definitivamente i giochi: 3-1 e sipario. 

Il risultato finale nel complesso esprime i meriti del Taranto che dopo essere passato in vantaggio ha saputo gestire le fasi della gara. Per il Palermo, entrato ancora una volta male in partita, è una doccia fredda come la pioggia caduta sul terreno di gioco.

Il tabellino

TARANTO (4-3-3): Chiorra; Riccardi, Benassai, Sullo, Ferrara; Labriola (dal 71' Diaby), Marsili, Bellocq, Versienti (dal 63' Ghilseni, dall'89' Santarpia) Saraniti (dal 71' Italeng), Giovinco (dall'89' Civilleri). All. Laterza

PALERMO (3-4-1-2): Pelagotti 6; Doda 5 (dal 71' Fella 5,5) , Lancini 4, Perrotta 6; Almici 6, De Rose 6 (dal 63' Silipo 6) , Luperini 5, Giron 6 (dal 53' Valente 5,5) ; Floriano 5 (dal 53' Dall'Oglio 5,5) ; Soleri 6, Brunori 5. All. Filippi

Arbitro: Ricci (Firenze) 

Reti: 11' Saraniti, 56' Benassai, 62' Almici, 90' Diaby

Ammoniti:13' Lancini, 32' Perrotta, 35' Riccardi, 84' Benassai, 92' Silipo

Espulsi: 78' Lancini

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saraniti ex crudele, il Palermo cade a Taranto: rosanero sconfitti 3-1

PalermoToday è in caricamento