Domenica, 21 Luglio 2024
Calcio

Il Palermo vola in Alto Adige: col Sudtirol out Verre e Valente

Il centrocampista romano ko per febbre, per il numero 30 un affaticamento muscolare che ha indotto lo staff a non rischiarlo: tornerà martedì sera nel match casalingo contro la Ternana. In difesa dovrebbe giocare Graves

Valerio Verre e Nicola Valente non sono stati convocati per la trasferta di Bolzano: i giocatori non prenderanno parte alla sfida di domani contro il Sudtirol. Per il numero 30 rosanero un affaticamento muscolare che ha indotto lo staff a non rischiarlo, visti gli allenamenti differenziati ai quali si era sottoposto per tutta la settimana. Valente dovrebbe essere comunque convocabile per la partita casalinga di martedì sera contro la Ternana. Il centrocampista romano, invece, è stato messo ko da uno stato febbrile, che non è riuscito a smaltire.

Due assenze pesanti, che non cambiano i piani tattici ma che costringono il Genio a cambiare gli interpreti in campo: le caratteristiche dei due erano piuttosto importanti per la gara contro gli altoatesini. Mancheranno, infatti, i break di Verre e la corsa di Valente: due armi alle quali non potrà ricorrere l’allenatore rosanero. Corini, però, è apparso piuttosto sereno e fiducioso in conferenza stampa: secondo il tecnico bresciano la rosa è comunque strutturata per fare bene.

Con le assenze, dunque, scelte quasi obbligate di formazione anche se Corini riflette ancora su alcune idee: comunque, si va verso un 4-3-3. In difesa sulla corsia di destra torna Mateju dalla squalifica, al centro dovrebbero giocare Nedelcearu e Graves, a sinistra Sala. Il danese appare favorito su Marconi, rientrato in gruppo solamente ieri e con un fastidio alla caviglia che probabilmente gli impedirà di giocare dal primo minuto e, forse, anche di entrare.

“Graves è un giocatore che ha qualità e ha allargato il campo dei titolari in difesa – ha dichiarato Corini - si è anche dimostrato molto duttile. È vero che ci sono delle gerarchie ma i giocatori devono avere lo stimolo in allenamento che crea una competizione interna”.

A centrocampo Gomes è intoccabile, al suo fianco dovrebbero giocare Segre e Saric. Broh potrebbe insidiare la maglia da titolare di Saric ma il suo dinamismo potrebbe essere più efficace nel secondo tempo.

“Sulla formazione voglio riflettere ancora – ha puntualizzato Corini - ho dubbi sul difensore centrale e sul centrocampista al posto di Verre; in attacco ho già deciso, l’idea è ben precisa. Tutte le squadre vincenti hanno una mentalità forte, a prescindere dal vincere le partite. Un giocatore non si deve mai sentire solo in campo. Il percorso che stiamo facendo ha creato identità e aspettative, adesso sta a noi mantenerle”.

Di Mariano giocherà sulla destra, Brunori al centro e Tutino sulla sinistra. Di Mariano e Tutino avranno il difficile compito di creare superiorità e costringere la difesa del Sudtirol ad allargarsi. La squadra di Bisoli, infatti, ha costruito una solidissima fase difensiva, caratterizzata da grande densità in area: gli avversari sono spesso costretti a conclusioni da fuori e a crossare ripetutamente al centro. Difficile penetrare centralmente, fondamentali in questo senso saranno gli strappi di Segre e Saric. “Di Mariano e Tutino possono darci superiorità nell’uno contro uno. La mancanza di Valente e Verre ci toglie qualcosa da questo punto di vista – ha concluso il Genio- ci mancano due giocatori che potevano aiutarci ma abbiamo lavorato per trovare le giuste soluzioni”.

Qui Sudtirol

“È stata una settimana abbastanza tribolata – ha esordito Bisoli in conferenza stampa - in questo momento ci mancano alcune pedine importanti e di conseguenza anche alcuni elementi della “Primavera” hanno preso parte alle nostre sedute di allenamento. Gli stati d’emergenza capitano a tutte le squadre, di certo non saranno un alibi. La sfortuna è che le assenze riguardano un unico reparto. Noi però dobbiamo continuare sulla nostra strada e mantenere lo spirito che ci ha caratterizzati.”

Sui rosanero il tecnico degli altoatesini si è espresso così: “Il Palermo è una squadra dai grandi valori, spalleggiata da una società forte con ambizioni importanti. Sono in momento di forma rilevante, come del resto lo siamo anche noi. Giocano un calcio molto verticale, attaccando bene la profondità”.

In casa biancorossa assenti sicuri Gabriel Lunetta, squalificato per un turno in seguito all’espulsione rimediata nel finale di gara in quel di Cosenza e come anticipato in conferenza stampa da mister Bisoli anche gli infortunati Casiraghi e Mazzocchi, oltre a Davi.

Curiosità e statistiche

Il Südtirol ha vinto la gara di andata contro il Palermo per 1-0, nell’unico precedente tra le due squadre in Serie B, con rete di Odogwu al 20’ del primo tempo. La squadra di Bisoli ha subito soltanto due reti nel 2023: meno di qualsiasi altra squadra di Serie B nel periodo in questione. Jérémie Broh, classe 1997, ha vestito in due momenti diversi la maglia del Sudtirol: nella scorsa stagione (36 presenze, 4 reti) e dal gennaio 2017 al giugno 2019 (36 gare).

Luca Fiordilino è cresciuto nelle giovanili rosanero (66 gare e 3 reti con la Primavera), poi le esperienze a Cosenza e a Lecce, prima di tornare al Palermo in serie B nel 2017-2018 e nel 2018-2019.

Da una parte, nessuna squadra ha realizzato più gol di testa rispetto al Südtirol (10) in questo campionato; dall’altra, nessuna ne ha subiti meno del Palermo (due) con questo fondamentale.

Le probabili formazioni

SUDTIROL (4-4-2): Poluzzi; De Col, Zaro, Vinetot, Celli; Tait, Belardinelli, Fiordilino, Carretta; Rover, Odogwu.

PALERMO (4-3-3): Pigliacelli; Mateju, Nedelcearu, Graves, Sala; Segre, Gomes, Saric; Di Mariano, Brunori, Tutino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Palermo vola in Alto Adige: col Sudtirol out Verre e Valente
PalermoToday è in caricamento