rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Calcio

Palermo, le Dolomiti ti attendono: a Bolzano la trasferta più lunga, più di 1.500 km dividono le due città

Previsto un nuovo esodo rosanero: in poche ore, infatti, sono andati sold out i circa 600 biglietti disponibili nel settore ospiti dello stadio Druso

Ci sono 1.538 chilometri di distanza tra Palermo e Bolzano, quasi 950 in linea d’aria. La trasferta che i rosanero affronteranno contro il Sudtirol, nel match previsto sabato alle ore 14, è la più lunga del campionato in termini di distanza. Non sarà, però, un inedito per il Palermo: nella scorsa stagione Marconi e compagni affrontarono le faticose trasferte di Trieste e Salò. Per la gara contro la Triestina si registrò una distanza di 1.574 km circa, la trasferta più lunga della stagione per tutto il calcio italiano professionistico. Per il match contro la Feralpi, invece, circa 1.446 km.

Sabato a Bolzano è previsto un nuovo esodo rosanero: in poche ore, infatti, sono andati sold out i circa 600 biglietti disponibili nel settore ospiti dello stadio Druso. Sono tantissimi gli emigrati al Nord che non vogliono perdersi la partita e ci sono anche diversi gruppi organizzati che hanno deciso di partire da Palermo alla volta di Bolzano, nonostante la difficoltà del viaggio.

Le due società, capendo l’elevata richiesta di biglietti, si sono accordate per destinare anche il Settore 4B (Tribuna Canazza) in parte ai tifosi rosanero.

Due squadre geograficamente distanti, ma “vicine” nel percorso intrapreso in questo campionato. Entrambe neopromosse, entrambe hanno vissuto un periodo di crisi iniziale. Il Sudtirol aveva deciso di affidare la panchina ad inizio stagione a Lamberto Zauli, ma prima di cominciare il campionato le strade dell’ex rosanero e quella della dirigenza altoatesina si divisero. Leandro Greco, ex calciatore della Roma, prese il suo posto ma la sua avventura durò solamente tre partite: tre ko e inizio da incubo. Da quando è arrivato il Generale Bisoli la musica è cambiata, con un rendimento strepitoso: il Sudtirol è, senz’altro, la rivelazione di questo torneo. Anche il Palermo ha vissuto un inizio di stagione burrascoso, con le dimissioni di Baldini e Castagnini prima dell’avvio del campionato, l’interregno di Di Benedetto con le gare in Coppa Italia e, quindi, l’ufficialità di Corini.

Il Sudtirol è passato dall’ultimo posto al terzo, a quota 40 in condominio con il Bari. Un cammino straordinario, fatto di vittorie e prestazioni di grande carattere, proprio come l’allenatore in panchina.

 “Da appassionato di motori – ha dichiarato Bisoli in una recente intervista alla Gazzetta dello Sport - paragono il mio Südtirol alla vecchia 112 Abarth che, tirata a lucido, può dare noia a tutti, anche nei percorsi misti come questa Serie B. Qui ogni partita è un pericolo, certe curve vanno fatte... in prima”.

E se il Sudtirol è una vecchia 112 Abarth, il Palermo può essere paragonato al primo modello di Croma: dopo vari collaudi, necessari, è stata raggiunta una certa affidabilità nelle prestazioni. E dall’officina rosanero, in futuro, verrà fuori certamente un prototipo ancora più potente.

Anche la squadra di Corini ha imparato a fare le curve, a gestire la benzina e i pitstop: quello di Genova non era programmato ma comunque ipotizzabile, adesso a Bolzano l'itinerario di viaggio non prevede fermate.

Sì perché la partita contro la capolista Frosinone ha aumentato la fiducia del gruppo rosanero per il prosieguo della stagione: la squadra di Corini ha giocato alla pari contro la capolista, così come a Genova aveva disputato un’ottima gara. Un’eventuale vittoria contro la squadra altoatesina sarebbe fondamentale, i rosanero potrebbero avvicinarsi proprio al terzo posto a quota 40. Un altro scontro diretto, prima del match casalingo infrasettimanale contro la Ternana, in programma martedì 28 febbraio alle ore 20.30.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo, le Dolomiti ti attendono: a Bolzano la trasferta più lunga, più di 1.500 km dividono le due città

PalermoToday è in caricamento