Martedì, 16 Luglio 2024
Calcio

Stulac ora vuol prendersi il Palermo: "Stiamo migliorando, tra mare e cibo vivere qui è bellissimo"

Il centrocampista sloveno a PalermoToday: "Venire a giocare qui è stata un'opzione facile, ci ho messo pochissimo per accettare l'offerta. Io e i miei compagni conosciamo l’importanza di questo club e l’appartenenza dei tifosi"

Si è fermato proprio nel suo momento migliore, quello in cui aveva recuperato il posto da titolare e la brillantezza necessaria in quella zona di campo. Potrebbe essere lui il "vero" colpo di mercato del Palermo. Un giocatore ritrovato, che dopo un inizio difficile è riuscito, grazie ai consigli dell'allenatore, a risalire la china. La sua qualità in mezzo al campo e la sua visione di gioco sono elementi necessari alla costruzione della manovra rosanero: Leo Stulac è, indiscutibilmente, un calciatore di cui il Palermo non può fare a meno. La lesione distrattiva rilevata nella regione miotendinea del semitendinoso della coscia sinistra potrebbe tenerlo fuori dal campo per tre settimane. Difficile, dunque, che il calciatore possa essere a disposizione per la gara contro il Perugia, più probabile il suo rientro in casa contro il Bari. La sua assenza nell'ultima gara dell'anno contro il Brescia, abbinata anche al forfait di Gomes, si è vista tutta.

Il giocatore sloveno in un'intervista a PalermoToday traccia un bilancio di questi primi sei mesi in rosanero.

“Sicuramente sono felice per le ultime due partite che ho giocato, ma di più per la squadra: stiamo giocando bene, i miglioramenti sono evidenti. Sapevo che sarebbe stata dura – ammette – la squadra è totalmente nuova, con un nuovo allenatore. Piano piano abbiamo superato le difficoltà e ci siamo ritrovati. Non ho mai sentito la responsabilità di essere considerato un colpo di mercato, la società ha portato a Palermo tanti bravi calciatori”.

Alcuni tifosi, sui social, hanno paragonato il modo di calciare dello sloveno a quello dell’ex capitano rosanero Eugenio Corini: “Ho visto qualche video in rete di quando il mister giocava qui a Palermo – racconta Stulac – però sicuramente ne approfitterò in allenamento per chiedergli un training specifico su come calciare. Mi farà vedere meglio lui direttamente al campo”.

Palermo è una piazza esigente, tutto il gruppo ne è consapevole: “Sicuramente io e i miei compagni - aggiunge lo sloveno - conosciamo l’importanza di questo club: è bellissimo anche vedere l’appartenenza dei tifosi verso la squadra. Il fatto che il Palermo sia un grande club è uno stimolo in più per tutti noi”.

Claudio Gomes, nella conferenza stampa svoltasi dopo la vittoria casalinga col Cagliari, ha speso parole di elogio per Stulac, dichiarando di trovarsi benissimo a giocare con lui: “Ringrazio Claudio per le belle parole nei miei confronti – afferma Stulac – credo che il centrocampo sia un reparto importante della nostra rosa. Anche Claudio è un giocatore forte, è un piacere giocare insieme. Devo dire che mi trovo bene con tutti: con lui, con Damiani, con Saric, con Segre, con Broh”.

L’obiettivo dichiarato della società rosanero è quello di consolidarsi nella categoria, anche se nel calcio mai dire mai: “Noi sappiamo cosa dobbiamo fare quest’anno – chiarisce Stulac – per noi c’è solo la salvezza e dobbiamo pensare a questo. Gara dopo gara, poi una volta raggiunto l’obiettivo vedremo dove siamo arrivati concretamente”.

Per Stulac scegliere Palermo, in estate, è stato abbastanza semplice: “Il mio procuratore mi ha chiamato, dicendomi che aveva sentito il ds Rinaudo. Poi anche io mi sono interfacciato con Leandro, ci siamo parlati un po’ e alla fine decidere è stato abbastanza facile”.

Lo sloveno vive con la sua famiglia a Mondello, fuori dal traffico cittadino ed è entusiasta di abitare vicino al mare. Stulac ha svelato di avere una grande predilezione per alcuni piatti tipici siciliani: "Per me vivere qui è bellissimo – conclude il numero 16 rosanero - sono molto tranquillo. Il clima e le temperature sono incredibili, qui c’è sempre sole, anche a dicembre. La gente è calorosa e passionale, i tifosi sanno farsi volere bene. A Palermo si mangia benissimo, mi piacciono molto le arancine e i cannoli. Il mio ambientamento procede in maniera ottimale, sono contento della mia scelta di venire a giocare qui".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stulac ora vuol prendersi il Palermo: "Stiamo migliorando, tra mare e cibo vivere qui è bellissimo"
PalermoToday è in caricamento