rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Calcio

Silvio Baldini negativo al Covid, il Palermo ritrova il tecnico per lo snodo cruciale di Monopoli

Dopo due partite di stop l'allenatore massese tornerà in panchina per la sfida di sabato, che potrebbe dare un altro senso alla sua gestione e ad una stagione intera

Dopo essere stato sostituito per due partite dal suo vice Mauro Nardini, il tecnico del Palermo Silvio Baldini è pronto a tornare alla guida della squadra. L'allenatore massese è risultato negativo al Coronavirus e potrà dunque sedere in panchina in vista della partita di sabato in trasferta contro il Monopoli quarto in campionato ad un punto di vantaggio dai rosanero, che oggi, in caso di vittoria nel recupero contro il Taranto, potrebbe balzare al secondo posto. Un piazzamento che per il Palermo non è più un miraggio.

Nonostante una stagione sulle montagne russe in cui gli alti e bassi sono stati una costante, i rosanero (che sabato potrebbero non avere a disposizione Somma a causa di una contusione al piede rimediata in allenamento) a tre giornate dalla fine si ritrovano in quinta posizione e coinvolti a pieno titolo nel pacchetto di mischia per la seconda e terza piazza, che valgono un posto al sole nei playoff della terza serie, che in caso contrario diventerebbero una corsa ad ostacoli ancora più lunga di quanto non siano già di default.

Le due vittorie perentorie nel giro di tre giorni contro Taranto e Picerno hanno sicuramente aiutato anche in termini emotivi dopo la brutta sfilza di tre pareggi consecutivi contro squadre di basso cabotaggio; le contestuali disavventure di Catanzaro e Avellino incapaci di allungare il passo hanno fatto il resto. Ad ogni modo, bene o male, di riffa o di raffa il Palermo è lì, vicino a quello che era l'obiettivo minimo della stagione e di riflesso anche del nuovo corso iniziato dal tecnico di Massa lo scorso gennaio.

La svolta auspicata con il ritorno di Baldini sotto il profilo sostanziale non c'è stata: il rendimento della squadra è speculare a quello della precedente gestione Filippi. Nelle 15 partite della sua gestione il tecnico ex Carrarese ha conquistato 27 punti: nello stesso lasso di tempo l'allenatore partinicese ne aveva fatti 29, che sarebbero diventati poi 33 nelle successive cinque partite che hanno portato fino alla sconfitta di Latina e al suo esonero. Dal punto di vista della forma una trasformazione c'è stata, eccome.

A parità di rendimento, il Palermo di Baldini si è mostrato più convincente (seppur mantenendo una proverbiale discontinuità) rispetto a quello precedente, che non brillava certo per piglio. Lo dicono i numeri realizzativi, lo dicono ancora meglio le prestazioni dei giocatori offensivi, su tutte quelle di Brunori che in questo girone di ritorno si è scoperto una macchina da gol letale capace di scalzare dal trono dei capocannonieri quel Moro che sembrava aver accumulato una dote ineguagliabile. Alla fine sì, nel Palermo qualcosa dunque è cambiato in positivo: l'ultimo miglio della stagione regolare e ciò che mette in palio è l'occasione per trovare una linearità necessaria per poter pensare in grande.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Silvio Baldini negativo al Covid, il Palermo ritrova il tecnico per lo snodo cruciale di Monopoli

PalermoToday è in caricamento