rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Calcio

Dopo il passo falso di Fulgatore arriva il riscatto per il Resuttana: battuto 6-1 l’Alcamo in Coppa Italia

Al Catella i nerorosa fanno un balzo in avanti verso il passaggio ai quarti lasciandosi alle spalle la gara persa 2-1 col club trapanese. Mister Chinnici: “La sconfitta di domenica ci fa capire che la strada è lunga ma ci siamo riscattati immediatamente”

Serviva una reazione ed è arrivata: dopo il passo falso di domenica scorsa contro il Fulgatore, nella gara persa 2-1 che ha consentito alle inseguitrici Lascari-Cefalù e Casteldaccia di accorciare sulla vetta, il Resuttana San Lorenzo si è riscattato nel modo migliore possibile.  Il club capolista nel girone A di Promozione si è infatti imposto negli ottavi della Coppa Italia di categoria con un netto 6-1 contro l’Alcamo di mister Tarantino, una delle squadre in ascesa del torneo.

A decidere il match le doppiette di Giampiero Clemente e Giovenco (autore di una pregevole azione personale in occasione del quinto gol) e le reti di Rizzo e Spina con gol dei padroni di casa segnato da Butera. La squadra nerorosa ipoteca così il passaggio del turno e arriva nel modo migliore possibile allo scontro in programma sabato con la Supergiovane Castelbuono.

Il tecnico del Resuttana Filippo Chinnici ha analizzato le ultime partite della squadra partendo dal passo falso di domenica: “È arrivata una sconfitta dopo una serie positiva importante -afferma a PalermoToday - questo non rovina tutto quello che di buono abbiamo fatto ma ci fa capire che la strada è ancora lunga cosa che sapevamo benissimo e che adesso è molto più chiaro. Dovendo analizzare che partita è stata posso dire che è un risultato un po’ bugiardo visto le occasioni create, ma facciamo mea culpa. Per il resto rinnovo i complimenti al Fulgatore squadra cinica che ha sfruttato i nostri due regali”.

L’allenatore nerorosa ha poi espresso soddisfazione per il successo roboante ottenuto ieri: “È stato un riscatto immediato della mia squadra -conclude - un risultato importante visto il ritorno. Avere avuto un turno di coppa a distanza di due giorni da una sconfitta era proprio quello che ci voleva per reagire immediatamente e mettere in campo tutta la voglia di un pronto riscatto. Abbiamo avuto due giorni per preparare la partita nel migliore dei modi e direi che i miei ragazzi sono stati bravi: la vittoria è tutta merito loro perché abbiamo concesso poco tranne nella disattenzione del gol ma sapevamo di affrontare una grande squadra allenata da un grande allenatore. Noi però dovevamo dimostrare a noi stessi che con questa fame, garra e voglia di sacrificio possiamo fare grandi cose. In partita si è visto tutto quello che chiedo in settimana specialmente in un campo molto difficile sia per il livello alto dell'avversario che per via del campo non al massimo delle condizioni, ma quando metti il cuore in campo hai già fatto metà dell'opera. Per il resto abbiamo solamente fatto l’andata adesso testa alle due partite di campionato e poi pensiamo al ritorno”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo il passo falso di Fulgatore arriva il riscatto per il Resuttana: battuto 6-1 l’Alcamo in Coppa Italia

PalermoToday è in caricamento