Calcio

Villabate, parola al dg Giglio: "La valorizzazione del settore giovanile è la nostra priorità"

Il presidente onorario del club giallorosso analizza l'inizio di stagione: "Siamo partiti in ritardo rispetto agli altri pagandone il prezzo ma la squadra sta crescendo, crediamo nella salvezza"

Impegnato nel girone A di Promozione il Villabate ha avuto un inizio di stagione difficoltoso con quattro sconfitte consecutive in campionato ma nell'ambiente giallorosso si guarda al futuro prossimo con fiducia nei confronti di una squadra che con il passare del tempo sta crescendo. Giuseppe Giglio, presidente onorario e direttore generale del Villabate, analizza le prospettive della squadra in questo campionato.

Giglio in prima battuta spiega quali sono i motivi di questo avvio complicato: "L’inizio di stagione è stato molto travagliato -spiega ìa PalermoToday -perché abbiamo chiuso l’accordo con il mister solamente a fine luglio. Questo ci ha penalizzato perché mentre le altre società erano già programmate e avviate a iniziare la preparazione noi al contrario abbiamo iniziato il 3 agosto con una squadra di soli giovani. Da Ferragosto in poi siamo riusciti a strutturare la squadra iniziando a lavorare proprio da quel periodo cominciando a fare seriamente calcio".

Il dg giallorosso spiega poi i criteri utilizzati per costruire la squadra e gli obiettivi che essa si pone per il campionato: "La squadra nostra è giovanissima, il nostro ragazzo più grande è del 1993 -afferma - poi abbiamo due 1998, tre 1999 e poi tutti ragazzi dal 2000 al 2004. Ogni partita non schieriamo non meno di cinque under: domenica scorsa a Gangi erano sei, la partita prima contro l’Alcamo erano sette. Ovviamente bisogna dire che è le prospettive della società sono queste: puntare sul settore giovanile che è il fiore all’occhiello. Quando allestiamo la prima squadra la volontà è quella di allestire una squadra con i nostri giovani e valorizzarli. La nostra politica è questa: l’obiettivo è sempre quello di centrare una salvezza tranquilla".

Giglio nel ribadire l'importanza del settore giovanile nel progetto della società, ha espresso fiducia in merito alle prospettive di crescita della rosa: "Per noi l’obiettivo massimo come società - dice - quello di affrontare il campionato di Promozione sempre con i nostri giovani. Adesso con un tecnico in gamba come mister Guida, che ha sposato in pieno la nostra politica, vogliamo continuare la stagione con i nostri giovani. Il tecnico è convinto, come lo siamo noi, che essendo i nostri ragazzi validissimi, in un paio di mesi acquisendo maturità ed esperienza ce la giocheremo alla pari con tutti. Sino ad ora giocando contro squadre blasonate, lasciando stare la Coppa Italia che abbiamo affrontato senza preparazione, al di là del risultato ce la siamo giocata ad armi pari, perdendo per episodi e per la poca esperienza: sul piano del gioco però siamo sulla strada giusta".

In chiusura il dirigente del Villabate ha espresso le sue considerazioni in vista della prossima sfida casalinga contro il Kamarat: "Sappiamo di affrontare una squadra blasonata e molto competitiva - conclude -nostro obiettivo è rompere il ghiaccio e fare il primo punto, perché vederci a zero punti ci fa male. Dobbiamo sbloccarci, sarà difficile ma ce la metteremo tutta. Il nostro gruppo è un gruppo affiatato con ragazzi seri, motivati che si allenano bene ogni giorno. Nel proseguo del campionato affronteremo al massimo gli scontri diretti per giocarci la salvezza sempre confidando nei nostri giovani".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villabate, parola al dg Giglio: "La valorizzazione del settore giovanile è la nostra priorità"

PalermoToday è in caricamento