rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Calcio

Promozione, il punto sulle palermitane dopo la fine del girone di andata

In alta classifica Gangi, Casteldaccia e Lascari-Cefalù cercano di tenere la scia del lanciatissimo Resuttana. Supergiovane Castelbuono, Villabate e Partinico si preparano alla volata salvezza. Il Città di Carini, a centro gruppo si incammina verso un campionato tranquillo

Ieri pomeriggio con la tredicesima giornata si è chiusa l'andata del girone A di Promozione, che vede impegnate ben otto compagini palermitane. A primeggiare nel torneo è il Resuttana San Lorenzo di mister Filippo Chinnici, che sabato ha chiuso il suo girone d'andata vincendo con un roboante 8-1 uno dei due derby di giornata contro il Villabate. I nerorosa comandano il torneo con 31 punti frutto di dieci vittorie, un pareggio e due sconfitte, tra cui quella contro il Lascari-Cefalù, seconda forza del campionato che segue a cinque punti di distanza.

I giallorossi, espressione del progetto che ha unito le realtà calcistiche dei due comuni, partivano con l'idea di salvarsi ma il campionato racconta una storia diversa che ha visto i ragazzi di mister Zappavigna imporsi su tutte le grandi del campionato, ultima il Fulgatore sconfitto ieri per 2-0, lanciando così una candidatura credibile per la testa della classifica. Non possono essere invece considerate sorprese il Gangi e il Casteldaccia anche loro in zona play-off. I madoniti, secondi in classifica fino a due turni fa, hanno perso diversi giocatori chiave per infortunio e domenica hanno rimediato una sonora sconfitta per 4-0 contro la Folgore Castelvetrano, una delle squadre coinvolte nel pacchetto di mischia per i play-off. Con l'anno nuovo la squadra di mister Comito, che ha visto l'arrivo di innesti di tutto rispetto come D'Agostino e Ribaudo, spera di poter ritrovare i propri riferimenti, su tutti bomber Albeggiano ed Alosi e riprendere la sua corsa prima di avere il fiato delle inseguitrici sul collo.

Il Casteldaccia invece dalla vittoria in Coppa Italia avvenuta proprio contro il Gangi ha trovato quello slancio che le ha consentito di esprimersi su alti livelli: la squadra di mister Pagano ha vinto cinque delle ultime sei partite, ha trovato solidità difensiva affiancandola alla qualità tecnica e in questa sessione di mercato ha arricchito una rosa già molto valida con l'innesto di Montalbano arrivato dall'Eccellenza. I granata sono una delle realtà di questo campionato competitivo dove ci sono diverse squadre da cui guardarsi le spalle: Alcamo, Castelvetrano e Fulgatore infatti sono lì, chi in ascesa come le prime due e chi un po' in crisi come l'ultima, pronte ad entrare nel pacchetto di mischia dei play-off e lo stesso discorso vale per Raffadali.

Appena sotto queste realtà troviamo il Città di Carini: partiti con l'obiettivo salvezza i ragazzi di mister Virga si sono assestati a centrogruppo dopo un girone d'andata ben affrontato in cui possono avere persino qualche rimpianto. Il 4-0 di domenica contro la Supergiovane Castelbuono, ha dato ai rossoblù ulteriore tranquillità: lo striscione del traguardo è alla portata. Diverso invece è il discorso proprio per gli avversari di domenica del Carini: i madoniti dopo un po' di tribolazioni interne si sono assestati con l'arrivo in campo e in panchina di Marandano cui sono seguiti altri innesti ma la classifica resta ancora deficitaria. In questo momento la Supergiovane Castelbuono è ultima a sei punti per quanto comunque abbastanza vicina alla zona play-out.

A occupare le due posizioni per lo spareggio salvezza sono altre due compagini palermitane, il Villabate, penultimo a 8 punti e il Partinicaudace terzultimo a 10 lunghezze. I giallorossi allenati da mister Guida, squadra più giovane di questo torneo, sono cresciuti in corso d'opera dimostrando, al di là della batosta di sabato,  di avere coraggio, cuore e anche contenuti tecnici: il recente arrivo dell'ex Primavera rosanero Antonino Di Franco può dare ai giallorossi l'esperienza e la malizia che le sono mancate in questo frangente. Il Partinicaudace è invece nel pieno di una vera e propria rivoluzione copernicana: dopo aver perso gente come Parisi, Claudio Rinaudo e Guastella, i neroverdi si sono rinforzati ingaggiando ben otto giocatori: assieme giovani interessanti come i vari Mutolo, Di Maria e Anselmo sono arrivati profili come il terzino Bosco e soprattutto i due attaccanti Virga e Messina, veterani delle aree siciliane che hanno già dato una mano importante al reparto avanzato della squadra guidata da Giovanni Oddo. Castelbuono, Partinico e Villabate si giocheranno dunque la salvezza in un pacchetto che al momento vede compreso anche il Kamarat di mister Bellomo, squadra molto tecnica che proprio per questo potrebbe chiamarsi fuori dalla lotta nel giro di poche partite. Resta comunque il fatto che il ritorno di questo girone A di Promozione, in tutte le zone della classifica, si preannuncia interessante.

I risultati della tredicesima giornata di Promozione Girone A

Resuttana San Lorenzo-Villabate 8-1

Casteldaccia-Alba Alcamo 2-1

Città di San Vito Lo Capo-Kamarat 3-5

Folgore Castelvetrano-Gangi 4-0

Polisportiva LascariCefalù-Fulgatore 2-0

Raffadali-Partinicaudace 2-0

Città Di Carini-Supergiovane Castelbuono 4-0

La classifica del girone di andata

Resuttana 31; Lascari-Cefalù 26; Gangi, Casteldaccia 24; Fulgatore 23; Castelvetrano, Raffadali 20; Alcamo 18; Carini 17; San Vito Lo Capo 16; Kamarat 12; Partinicaudace 10; Villabate 8; Castelbuono 6.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Promozione, il punto sulle palermitane dopo la fine del girone di andata

PalermoToday è in caricamento