Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Calcio

Partinicaudace, parola a capitan Scrozzo: "Questa maglia è la mia seconda pelle, vogliamo la salvezza"

Cresciuto calcisticamente in neroverde l'ex difensore del Messina promosso in A nel 2004 adesso si divide tra la guida della Juniores e il campo: "Lottiamo partita dopo partita sapendo di potercela giocare contro tutti"

Dopo una lunghissima carriera che lo ha visto disimpegnarsi tra i professionisti e con diverse realtà siciliane, il difensore Salvatore Scrozzo è tornato al Partinicaudace squadra dove è cominciata la sua storia da calciatore, che lo ha visto tra l’altro far parte della rosa del Messina promosso in A nel 2003/2004. Scrozzo, esterno di difesa che oggi si disimpegna anche come stopper, è chiamato da capitano a guidare la squadra neroverde verso l’obiettivo salvezza.

Per Scrozzo, impegnato sia come giocatore che come tecnico delle giovanili, il legame con la società neroverde è molto forte: “Io calcisticamente sono cresciuto a Partinico -racconta Scrozzo a PalermoToday - ho cominciato con gli Allievi per poi debuttare in prima squadra una ventina di anni fa. Per me è una grande emozione ma anche una grande responsabilità. La fortuna è quella di avere una società seria che a oggi non è facile: la famiglia Montoleone in questi tre anni sta facendo grossi sacrifici per portare avanti la squadra nel periodo Covid. Sino ad ora abbiamo raccolto pochi frutti ma non abbiamo mollato mai. Io alleno il settore giovanile e al tempo stesso sono il capitano: la maglia del Partinicaudace per me è come una seconda pelle”.

Il capitano del Partinicaudace ha poi analizzato l’inizio di stagione della squadra e le sue prospettive: “Siamo un mix di giocatori giovani e di esperti - ha spiegato - noi cerchiamo di trascinare loro con la nostra esperienza e i giovani trascinano a loro volta noi. La società punta molto sui giovani: noi mettendoci la nostra esperienza puntiamo a ottenere al più presto la salvezza. Con l’arrivo di Di Maria e Parisi e il contributo dei nostri ragazzi sono convinto che faremo un buon campionato. Il nostro inizio di stagione è coerente coi nostri parametri: lottare partita per partita sapendo che possiamo giocarcela contro tutti”.

Scrozzo, in fase di recupero da un infortunio, si è in chiusura soffermato sul prossimo impegno della squadra, che dopo la vittoria su Castelvetrano è chiamata ad affrontare l’Alcamo: “Io sono ancora in dubbio - ha detto - perché nella partita contro San Vito ho avuto un problema al flessore che mi dà dei fastidi ancora oggi. Non so se riuscirò a recuperare - conclude - spero di sì perché purtroppo mancherà anche Alfano. L’Alcamo è una squadra abbastanza esperta per la categoria, allenata bene da Mister Perricone con cui ho lavorato ai tempi della Nuova Sancis. Ci sono ottimi giocatori come Serio e Butera: parliamo di una squadra attrezzata. Noi come sempre andremo lì a giocarcela a visto aperto”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Partinicaudace, parola a capitan Scrozzo: "Questa maglia è la mia seconda pelle, vogliamo la salvezza"

PalermoToday è in caricamento