rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Calcio

Villabate, capitan Iemma si racconta: "Felice di vestire la fascia, per me è un'esperienza importante"

Nonostante abbia solamente 22 anni il difensore giallorosso è uno dei giocatori più anziani della squadra: "Cerco di essere un punto di riferimento per i tanti ragazzi al loro debutto in una prima squadra"

Avere soli ventidue anni ed essere comunque e in virtù di ciò uno dei decani della squadra. Il difensore Giuseppe Iemma è infatti il capitano del Villabate, la compagine con l’età media più bassa per distacco del Girone A di Promozione, che dopo un inizio difficile per vari motivi ha cominciato a farsi valere giornata dopo giornata.

Lo stopper giallorosso spiega anche le sue caratteristiche: “Il giocatore dal quale prendo ispirazione è Sergio Ramos; le mie caratteristiche all’interno del campo si rifanno alle sue per stile e metodo di gioco. Sono un giocatore dinamico e professionale, con le giuste capacità per poter guidare la squadra”.

Iemma spiega cosa significhi per lui essere il capitano di una squadra così giovane che in media schiera 7-8 under a partita, esprimendosi proprio come farebbe un veterano: “Indossare la fascia del Villabate mi trasmette tanto, un’emozione abbastanza forte e soprattutto un’esperienza importante perché la squadra è formata da tanti ragazzi giovani al loro primo anno. Nonostante la mia giovane età ho acquisito tanta esperienza e quindi riesco a trasmettere ciò che nella vita è sempre stato importante per me a questi ragazzi condividendo con loro tutte le emozioni che viviamo in campo e fuori. Cercherò con tutto me stesso di essere sempre un loro punto di appoggio su cui potranno sempre contare all’interno del campo ed oltre. Sono davvero felice di indossare la fascia da capitano del Villabate”.

Iemma ha in chiusura analizzato l’inizio di stagione della squadra spiegando cosa potrà dare questa sosta alla squadra in vista della ripresa del campionato: “Bisogna considerare il fatto - conclude - che la preparazione non è stata seguita del tutto, a causa di diversi giocatori mancanti, conseguenza di una squadra non formata. Questa sosta ci aiuterà sicuramente a recuperare tutti i giocatori indisponibili e a migliorare giorno dopo giorno con l’obiettivo di far crescere i più giovani avendo la possibilità di fare esperienza domenica per domenica. Nonostante i diversi impegni personali facciamo molti sacrifici e  ci impegniamo a rispettare al meglio tutti gli allenamenti al fine di poter migliorare il gruppo squadra e portare risultati positivi”

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villabate, capitan Iemma si racconta: "Felice di vestire la fascia, per me è un'esperienza importante"

PalermoToday è in caricamento