rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Calcio

Fagone, la saracinesca del Gangi: "Stiamo facendo bene nonostante gli infortuni, vogliamo restare in alto"

Il portiere trentasettenne scuola Juventus analizza il girone A di Promozione: "Campionato molto difficile in cui non esistono partite scontate, contro il Resuttana sarà una bella sfida"

Veterano del calcio siciliano con alle spalle una carriera di quasi vent’anni, il portiere classe 1984 Salvatore Fagone Pulice è uno dei punti fermi del Gangi che punta al salto di categoria. L’estremo difensore scuola Juventus si è confermato come uno dei portieri migliori della Promozione, dando un contributo significativo con i suoi interventi nel percorso fino ad ora brillante compiuto dalla squadra madonita.

Giunto alla sua terza stagione in biancorosso, il portiere del Gangi analizza il percorso compiuto dalla squadra in questi anni: “Sono arrivato a Gangi tre anni fa -racconta a PalermoToday - quando già avevano costruito una squadra con tanti giocatori importanti: quell’anno abbiamo avuto undici-dodici defezioni, ci eravamo ripresi verso dicembre ma poi è arrivato il Covid. Pure l’anno scorso avevamo un’ottima squadra, eravamo secondi prima che il campionato venisse sospeso. Anche quest’anno è stata costruita una squadra molto competitiva: purtroppo per un motivo o per un altro da un mese a questa parte ci ritroviamo rimaneggiati ma, nonostante ciò, stiamo facendo bene sia sotto il profilo del gioco che sotto il profilo dei risultati: di fatto ci siamo fermati solamente due volte. La prima fuori casa contro il Lascari-Cefalù in una partita che abbiamo perso al 93’ nella quale potevamo pure pareggiare o anche vincere e la sfida in casa pareggiata contro il Fulgatore che è stata una gara a sé stante decisa da episodi arbitrali. Per il resto il nostro è un ottimo percorso”.

Fagone ha poi espresso le sue considerazioni in merito al livello del campionato e su cosa sarà necessario per arrivare all’obiettivo finale: “La nostra aspettativa - afferma - è quella di fare il salto di categoria: vincere il campionato o tramite i play-off cambia poco per noi l’importante è arrivare all’obiettivo. In questo girone A non ci sono squadre materasso, ci sono tutte squadre organizzate, posso fare l’esempio del Villabate, realtà giovane ma che è sempre messa bene in campo. Non ci sono mai partite facili rispetto a quanto accade nel girone B dove ci sono generalmente delle realtà meno dotate: nel nostro girone c’è molto più equilibrio e inoltre ci sono 4-5 realtà forti che puntano a fare al salto della categoria che per me sono Alcamo, Folgore, Resuttana e lo stesso Lascari-Cefalù che potrebbe pure farcela. Parliamo di un campionato in generale”.

In chiusura il portiere biancorosso parla del match di domani pomeriggio a Misilmeri contro il Resuttana San Lorenzo, autentico testa a testa per il primato nel girone A di Promozione: “Sarà una grandissima partita - conclude - anche se noi non arriviamo nelle condizioni migliori sicuramente faremo la nostra parte. Non credo che sarà una partita decisiva perché siamo ancora a dicembre, il campionato è ancora lungo e c’è pure il mercato. Penso che da questo punto di vista la società interverrà al più presto per metterci nelle condizioni di essere sempre competitivi. Resta comunque il fatto che sarà una gara importante sotto il profilo morale”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fagone, la saracinesca del Gangi: "Stiamo facendo bene nonostante gli infortuni, vogliamo restare in alto"

PalermoToday è in caricamento