rotate-mobile
Calcio

Ecco Gomes, il Palermo ha il suo Kantè: "Qui mi sento a casa, ho accettato subito quando mi hanno chiamato"

La presentazione dell’ultimo acquisto della sessione estiva del mercato rosanero, arrivato a titolo definitivo dal Manchester City, che ha raccontato (in francese) il suo arrivo e il primo mese in Sicilia: "Il paragone col centrocampista del Chelsea? Io devo lavorare ancora tanto per raggiungere il suo livello"

Classe 2000, francese, Guardiola stravedeva per lui. In patria lo hanno ribattezzato "il nuovo Kantè" quando giocava nel settore giovanile del Paris Saint Germain. Claudio Gomes, centrocampista acquistato nella sessione estiva di mercato dal Palermo, è stato il primo affare in sinergia tra i rosanero e il Manchester City. Oggi la presentazione ufficiale in conferenza stampa del centrocampista, che ha tracciato un primo bilancio del suo inizio a Palermo.

"Le mie sensazioni da quando sono arrivato a Palermo sono buone. Ho notato delle differenze, ma posso dire che qui mi sento come a casa. Il Palermo è una grande squadra, quindi le mie sensazioni non possono che essere positive. Sono stato accolto molto bene da tutti, il mio ambientamento procede senza problemi".

Inevitabile la domanda sul paragone tra lui e il centrocampista francese del Chelsea, visto che negli anni a Parigi si è guadagnato il soprannome di "Kanté": un biglietto da visita di quelli che lasciano ben sperare. “Il paragone con Kante? Durante gli anni mi hanno chiamato spesso così. Io devo lavorare ancora tanto per raggiungere il suo livello. Magari nel nostro modo di giocare ci sono delle similitudini, ma devo ancora faticare molto per essere come lui”.

Gomes ha poi parlato della trattativa che lo ha portato al Palermo, svelando di non aver avuto alcun dubbio sul suo passaggio in rosanero:  “La trattativa è stata abbastanza rapida, si è sviluppata negli ultimi giorni di mercato. Avevo sentito cose molto positive su questo club, e mi sono convinto subito. Ho anche parlato con Enzo Maresca, mi ha dato dei consigli a Manchester prima di venire qui, lui conosce molto bene questa città. Voglio disputare una buona stagione, devo rendere la squadra più forte in difesa, ma devo anche migliorare nella fase offensiva".

L'ex centrocampista del City ha analizzato il rapporto con Corini, già abbastanza collaudato. L'allenatore rosanero, peraltro, ha speso sin da subito parole di elogio per lui: “Il mio rapporto con Corini e gli altri compagn è già buono - ha commentato Gomes - Apprezzo molto le idee di gioco del mister, anche se sono appena arrivato e ho qualche difficoltà a comunicare con gli altri in campo. I miei compagni però mi stanno aiutando, anche parlando in inglese. Io, intanto, sto cercando di imparare in fretta l’italiano. Le parole di elogio spese da Corini per me fanno sicuramente piacere, io cercherò di dare il mio contributo sempre. Qui voglio giocare il più possibile, la concorrenza può essere un fattore positivo perchè è stimolante dal punto di vista motivazionale”.

Chiusura di conferenza dedicata al ritiro di Manchester, che ha contribuito a compattare il gruppo rosanero: “I giorni all’Etiahd Campus sono stati fantastici, anche perché conoscevo il posto. Tornare lì è stato meraviglioso - ha proseguito Gomes - Sono stati belli i momenti anche fuori, dove ho potuto fare da guida dato che conosco la città”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco Gomes, il Palermo ha il suo Kantè: "Qui mi sento a casa, ho accettato subito quando mi hanno chiamato"

PalermoToday è in caricamento