rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Calcio

Palermo, pazza rimonta nel finale: Soleri dà la scossa, i rosanero pareggiano 2-2 col Potenza

Al Viviani la squadra di Baldini, pur creando molto specie nel primo tempo, va sotto di due gol. Il talento del vivaio Roma prima accorcia le distanze e poi guadagna il rigore trasformato da Brunori

Il suolo lucano si rivela ancora una volta amaro per il Palermo che dopo la sconfitta nel girone d’andata contro il Picerno, pareggia per 2-2 contro il Potenza al Viviani. Dopo un primo tempo chiuso in svantaggio nonostante tante occasioni, tra cui una eclatante nel finale, la squadra di Baldini va sotto 2-0 nella ripresa, venendo salvata da Soleri, che prima accorcia le distanze e poi si guadagna il rigore trasformato da Brunori. I rosanero perdono l’occasione di accorciare sull’Avellino, bloccati sul pari dal Messina e restano sesti.

Baldini contro i suoi giocatori: "Figure da pagliacci"

La partita non è certamente un manifesto del calcio attendista: le due squadre si affrontano a viso aperto e vanno da una parte e dall’altra, ognuna con le sue armi. Il Palermo ci prova con le trame, il Potenza con le giocate veloci. Le occasioni ci sono da una parte e dall’altra: i padroni di casa peccano nella giocata finale non trovando di poco la porta con Romero e Zenuni; i rosanero esaltano i riflessi dell’estremo difensore Greco, decisivo sul tiro al limite di Dall’Oglio e la battuta di Valente. Ai punti il Palermo meriterebbe qualcosa in più, ma la stoccata decisiva non arriva e dopo un autogol sfiorato da Cargnelutti sono i padroni di casa a trovare l’affondo. Sandri va in discesa libera senza nessun ostacolo: la rotazione difensiva salta e Romero, centravanti di due metri si ritrova marcato da Doda, non propriamente basso ma pur sempre il terzino destro. Insaccare è cosa facile.

Decisamente meno facile diventa la partita di un Palermo che ancora una volta si ritrova a dover scalare una montagna. Non aiuta il risultato, non aiuta nemmeno la sorte, coerentemente all’assunto della Legge di Murphy: il salvataggio di Romero sul tap-in di Lancini nato da una precedente traversa di Giron è  in tal senso icastica dimostrazione. Vista la situazione Baldini prova la terapia d’urto: fuori Doda, Dall’Oglio ed un opaco Felici, dentro Buttaro, Odjer e Soleri. La mossa però non sortisce gli effetti sperati: il Palermo perde lo shining, il Potenza acquisisce fiducia e consapevolezza. La splendida pennellata di Cuppone al 60’ fa splendere l’arcobaleno sui rossoblù e fa sprofondare il Palermo in una nebbia esistenziale.

I rosanero sembrano proprio aver perso lo shining: serve una scintilla per riaccendere il fuoco una speranza che con il passare dei minuti diventa sempre più arcana. Baldini la cerca in Floriano ma la trova in Soleri, che per lui è ciò che Mertens era ai tempi del Napoli di Benitez, l’arma speciale dalla panchina. Il suo destro incrociato, ottavo gol stagionale da subentrato, rianima il Palermo e costringe il Potenza ad alzare la trincea con il passaggio al 3-5-2 dopo un gol annullato a Brunori all’80’. Il Palermo però ha ritrovato smalto e grazie all’adrenalina del numero 27 trova un pareggio che per come si era messa la gara era persino insperato. Soleri parte ed entra in area, Gigli lo prende per la maglia: l’arbitro fischia il rigore e Brunori dal dischetto fa 18 in stagione. Il Potenza, che aveva fatto la bocca buona pregustando la vittoria, ha un ultimo sussulto, ma il neo-entrato Burzio non trova la porta

Alla fine il Palermo ha salvato il salvabile evitando una sconfitta che sarebbe stata oggettivamente severa contro un avversario che in campo si è dimostrato valido. A questo punto della stagione però il pareggio non si può considerare pienamente un punto guadagnato.

Il tabellino

Potenza (4-3-3): Greco; Coccia (68’ Zampano), Cargnelutti, Matino, Nigro; Sandri (82’Burzio), Bucolo, Zenuni (91’ Zenuni); Cuppone, Romero (82’ Gigli), Guaita (68’ Sepe). All.Arleo.

Palermo (4-2-3-1): Massolo 6; Doda 5,5 (45’ Buttaro 5,5), Lancini 5,5, Marconi 5,5, Giron 5,5 (85’ Crivello s.v.); Dall’Oglio 5,5 (45 ‘Odjer 5,5), De Rose 6; Valente 5,5 (61’ Floriano 5,5), Luperini 6, Felici 5 (45’ Soleri 7); Brunori 6. All. Baldini 5,5

Arbitro: Panettella (Gallarate)

Reti: 28’ Romero, 60’ Cuppone, 78’ Soleri, 88’ Brunori

Ammoniti: 15’ Sandri, 35’ Valente, 73’ Sandri, 88’ Gigli

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo, pazza rimonta nel finale: Soleri dà la scossa, i rosanero pareggiano 2-2 col Potenza

PalermoToday è in caricamento