rotate-mobile
Calcio

Una vittoria sotto la Torre per raddrizzare il cammino playoff: Pisa-Palermo, le probabili formazioni

Verre torna titolare, ballottaggio Damiani-Broh per la cabina di regia. All'Arena Garibaldi sfida importante per la classifica

Questa mattina il Palermo ha raggiunto la Toscana in aereo e qualche ora dopo ha sostenuto una seduta di rifinitura in vista della gara di domani pomeriggio contro il Pisa. I rosanero si sono ritrovati al centro preparazione olimpica Tirrenia, a pochi chilometri di distanza dalla città toscana.

Corini deve ancora sciogliere alcuni dubbi di formazione, relativi soprattutto al centrocampo. In difesa dovrebbero giocare Mateju, Nedelcearu e Marconi; Valente agirà sulla corsia di destra e Masciangelo su quella di sinistra. Aurelio insidia l’ex Benevento per una maglia da titolare, anche se la sensazione è che dal primo minuto possa partire Masciangelo. Il Genio deve decidere a chi affidare le chiavi del centrocampo: in lizza Damiani e Broh per il ruolo di play. Valerio Verre sarà titolare e giocherà da mezzala sinistra; l’altra maglia è contesa da Saric, Segre e lo stesso Broh nel caso in cui non dovesse essere impiegato in cabina di regia. In avanti probabile conferma per il duo Brunori-Tutino, con Di Mariano pronto a subentrare a partita in corso.

Qui Pisa

L’allenatore del Pisa, Luca D’Angelo, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara col Palermo. Il tecnico pescarese prospetta una gara complicata contro una squadra che ha costruito un’identità definita.

“Dovremo ripetere prestazioni importanti che già siamo stati capaci di fare in casa nostra; penso alle partite con Modena, Ternana e Brescia – ha dichiarato D’Angelo – . Affrontiamo una buonissima squadra con un tecnico preparato, giocatori molto forti e una identità precisa; sarà una sfida difficile perché il Palermo verrà qui per giocarsela a viso aperto e i risultati ottenuti da loro in questo campionato devono farci capire tutte le difficoltà che sicuramente dovremo affrontare”.

“La squadra sta bene – ha proseguito – ho tutti a disposizione compreso Gliozzi che si è allenato con noi. Le scelte saranno prettamente tecniche e dovremo anche valutare il livello di stanchezza di qualcuno. Sono tutti in grado di partire dall’inizio. Caracciolo e Torregrossa sono giocatori importanti per noi, siamo contenti che ora possano dare una mano anche in campo”.

Curiosità, statistiche e precedenti

L’ultima vittoria a Pisa del Palermo risale al marzo 1968: in quella circostanza i rosanero vinsero per 1-0. Gli ultimi due match all’Arena Garibaldi si sono conclusi con lo stesso punteggio: 2-0 per i nerazzurri. Nella stagione 1990/91, il Palermo perse 2-0 a Pisa e quella sconfitta sancì l’esonero di Enzo Ferrari, sostituito poi da Gianni Di Marzio. In quel 2-0 dei nerazzurri, la rete del vantaggio pisano venne siglata da un giovane Diego Pablo Simeone: era il Pisa di Anconetani. Nel 1993/94 l’altro 2-0: i rosanero erano reduci dall’esonero di Enrico Nicolini, al quale subentrò, proprio all’Arena Garibaldi, Gaetano Salvemini.

Il Palermo con dieci gol è la squadra che ha segnato di più nel primo quarto d’ora della ripresa; nel quarto d’ora finale, invece, è il Pisa la formazione a segnare di più con nove centri messi a segno. I nerazzurri vantano il terzo miglior attacco casalingo del torneo: 21 reti segnate tra le mura amiche. Il Pisa ha mandato in gol 13 giocatori differenti, al terzo posto di questa speciale classifica; il Palermo, invece, è ultimo insieme al Cittadella con solamente 8 calciatori diversi ad essersi iscritti a referto. Matteo Brunori ha realizzato otto gol nelle ultime nove gare esterne: il capitano rosanero, però, è a secco da quattro turni. Non si tratta, tuttavia, di un record negativo: nel girone d’andata era rimasto a digiuno per cinque giornate. Sono 23 i punti conquistati dai rosanero ogni volta che il numero 9 va a segno; quando Brunori non segna, invece, lo score è solamente di 14 punti.

Mirko Pigliacelli ha ottenuto, nell’ultimo match contro la Ternana, il nono clean sheet in campionato: come squadre hanno fatto meglio solo Frosinone, Genoa, Ternana e Pisa. Il portiere rosanero, peraltro, ha una percentuale altissima di parate: il 47%, una delle più alte del campionato. Luca Vido è un ex di turno, avendo indossato la maglia nerazzurra nella stagione 2020/2021. I rosanero ritrovano, da avversario, Stefano Moreo: l’attaccante ha già segnato a Corini, nel settembre 2018, in un Brescia-Palermo conclusosi 2-1 per i padroni di casa.

Le probabili formazioni

PISA (4-3-1-2): Nicolas; Calabresi, Caracciolo, Barba, Beruatto; Touré, Nagy, Marin; Morutan; Moreo, Gliozzi.

PALERMO (3-5-2): Pigliacelli; Mateju, Nedelcearu, Marconi; Valente, Broh, Damiani, Verre, Masciangelo; Brunori, Tutino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una vittoria sotto la Torre per raddrizzare il cammino playoff: Pisa-Palermo, le probabili formazioni

PalermoToday è in caricamento