Sabato, 20 Luglio 2024
Calcio

Di Mariano non basta, il Palermo spreca e si fa rimontare dal Pisa: la vittoria manca da un mese

Brunori nel primo tempo fallisce l'ennesimo calcio di rigore, il quarto della sua stagione. I rosanero dominano ma non riescono a chiudere la partita, così i nerazzurri a quattro minuti dalla fine alla fine trovano l'insperato 1-1 con Sibilli. Quarto pareggio consecutivo per la squadra di Corini

Quarto pareggio di fila per il Palermo, ma questa volta il risultato finale lascia davvero con l'amaro in bocca: a Pisa i rosanero giocano una partita quasi perfetta ma vengono agguantati dai nerazzurri con un tiro dalla distanza di Sibilli a quattro minuti dalla fine. I rosanero si erano portati in vantaggio con Di Mariano, che ha sfruttato uno straordinario filtrante di Verre. Pochi istanti prima Brunori aveva fallito un calcio di rigore. Tante le occasioni create nel primo tempo, almeno due, tre nitide. Nella ripresa il Palermo costruisce ancora, ripartendo rapidamente: la squadra di Corini, però, non riesce a trovare il raddoppio e col passare dei minuti si abbassa leggermente. Il Pisa alza il baricentro e nel finale, con un guizzo individuale, agguanta il pari. 

Di Mariano: "Ecco a chi dedico il gol..."

Finalmente Di Mariano

Eugenio Corini cambia diversi interpreti rispetto al match di martedì sera contro la Ternana: a centrocampo torna Verre, con Saric e Damiani in cabina di regia; Di Mariano gioca al posto di Valente sulla corsia di destra, a sinistra è Aurelio a vincere il ballottaggio con Masciangelo; in avanti c’è Soleri, e non Tutino, con Brunori. I rosanero iniziano bene la gara, con diverse tracce costruite sulle fasce dove Aurelio e Di Mariano provano a spingere forte. Damiani viene spesso schermato da Moreo ma il giro palla rosanero è comunque efficace. Gliozzi e Torregrossa lavorano per garantire profondità ai nerazzurri, la linea difensiva rosanero chiude puntuale i varchi creati dal lavoro delle punte. Il Palermo gioca con personalità, senza snaturare il proprio credo tattico al cospetto di un avversario di grande qualità. I rosanero in fase di non possesso appaiono molto compatti, i nerazzurri sono costretti a forzare la giocata a causa degli spazi chiusi. Brunori va subito in marcatura su Marin, costringendo il Pisa a soluzioni alternative per guadagnare metri. Valerio Verre dà sicurezza ai compagni, proponendosi sempre in aiuto nei confronti di Aurelio. Saric è prezioso con strappi e break efficaci, giocate rapide e buone idee in mezzo al campo.

Alla mezz’ora Di Mariano parte in contropiede e costringe Esteves al tackle in area: è calcio di rigore. Dal dischetto parte il capitano Matteo Brunori che si fa ipnotizzare da Nicolas, clamorosa occasione sfumata per il Palermo. Quarto errore, su otto rigori calciati, per il numero nove rosanero: conclusione centrale e debole, esecuzione pessima. Quinto rigore sbagliato, su nove calciati, dal Palermo in questa stagione. Forse sarebbe il caso di cambiare?

Al 38', però, i rosanero si portano in vantaggio: Verre serve un passaggio filtrante strepitoso a Di Mariano che con un cucchiaio morbidissimo trafigge Nicolas. Secondo centro in stagione, dopo il gol dell’andata sempre al Pisa, per il dieci rosanero, che festeggia alla grande la nascita della figlia Isabel avvenuta tre giorni fa. Al 40’ ancora Di Mariano ha la chance del raddoppio: assist di Soleri e il numero dieci, a porta praticamente sguarnita, calcia fuori. Un minuto dopo Saric, dopo il tiro mancino dei primi dieci minuti, calcia a giro col destro sul secondo palo, ancora in angolo Nicolas. Al 44’ Moreo calcia benissimo di prima intenzione verso la porta di Pigliacelli, palla fuori di pochissimo. Il primo tempo va in archivio sul parziale di 0-1, che sta stretto ai rosanero: primo tempo magistrale del Palermo, tatticamente perfetto.

Le variazioni della ripresa

Ad inizio ripresa nel Pisa dentro Hermansson e Nagy, al posto di Mastinu e Caracciolo. Al 53’ entra anche Morutan, al posto di Torregrossa. Corini risponde con Bettella al posto di Marconi, che ha avvertito un problema fisico. Il Pisa prova a costruire ma manca un po’ di qualità, i rosanero restano compatti e ripartono veloci con break sulle fasce. Aurelio corre e si propone, buona gara per l’ex Pontedera. L’asse Verre-Di Mariano mette sotto pressione la difesa nerazzurra, in difficoltà. Al 62’ Sibilli rileva Tourè, D’Angelo cerca di rivitalizzare la manovra offensiva. Corini opta per un triplo cambio e fa uscire Brunori per Tutino, out anche Damiani e Di Mariano per Broh e Valente. Al 68’ Tutino segna su assist di Valente ma il gioco è fermo perché viene segnalata posizione di fuorigioco sin dall’inizio del contrattacco rosanero, nato da un bel filtrante che aveva bucato la difesa pisana. Soleri fa un grandissimo lavoro sporco, facendo salire i compagni e prendendo diversi falli preziosissimi. Esce anche Moreo dal campo, dentro Masucci. I nerazzurri alzano molto il baricentro, provando a prendere campo. Corini manda dentro Segre, ad abbandonare il campo è Saric: buona prestazione per il centrocampista ex Ascoli.

All’86’, improvvisamente, il Pisa trova il pari: missile mancino di Sibilli e conclusione che trafigge Pigliacelli. Fiammata del calciatore pisano, tredicesimo gol dei nerazzurri nell’ultimo quarto d’ora di gioco. Nei minuti finali non succede più nulla, il match termina in parità. 

Tabellino e pagelle

PISA (4-3-1-2): Nicolas 6,5; Esteves 6, Caracciolo 5,5 (46’ Hermansson 6), Barba 5, Beruatto 6; Tourè 5,5 (62’ Sibilli 7), Marin 6, Mastinu 5 (46’ Nagy 6); Moreo 5,5 (72’ Masucci 6); Gliozzi 6, Torregrossa 5,5 (53’ Morutan 6). Allenatore: D’Angelo 6,5.

PALERMO (3-5-2): Pigliacelli 6; Mateju 6,5, Nedelcearu 6, Marconi 6 (54’ Bettella 6); Di Mariano 7 (65’ Valente 6), Saric 6,5 (76’ Segre 5,5), Damiani 6 (65’ Broh 5,5), Verre 7,5, Aurelio 6,5; Brunori 5 (65’ Tutino 6), Soleri 7. Allenatore: Corini 6,5.

Arbitro: Pezzuto (Lecce) 6,5.
Ammoniti: 9’ Mastinu (P), 14’ Caracciolo (P), 30’ Esteves (P), 44’ Soleri (Pa), 90’ Verre (Pa),
Reti: 38’ Di Mariano, 86’ Sibilli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Di Mariano non basta, il Palermo spreca e si fa rimontare dal Pisa: la vittoria manca da un mese
PalermoToday è in caricamento