rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Calcio

Il Palermo sale in cattedra nella ripresa: 3-0 alla Vibonese, rosanero in corsa per il terzo posto

Dopo un primo tempo non brillante, nonostante due "legni", la squadra di mister Baldini cala il tris. La rete di Valente apre le danze, i gol dei centravanti Brunori e Soleri chiudono le ostilità. In classifica accorciato il distacco con la Virtus Francavilla

Torna alla vittoria il Palermo che nel freddo pomeriggio di un Barbera non propriamente vestito a festa regola la Vibonese con un netto 3-0 frutto di una ripresa giocata di gran carriera dopo un primo tempo non certamente di sofferenza ma comunque opaco, nonostante i due legni presi: decisivi i gol di Valente, Brunori e di Soleri. In virtù di questo successo i rosanero restano sesti (il Monopoli ha battuto il Catanzaro) ma salgono a quota 49 punti e accorciano sulla Virtus Francavilla, battuta sul filo di lana dal Bari: la corsa alla fase nazionale dei play off resta dunque ancora aperta.

Non inganni la "zingarata" dopo pochi secondi di Spina, che è entrato dentro l’area con facilità prima di impegnare Massolo (scelta tecnica o bocciatura per Pelagotti? Chissà..) con un tiro a onor del vero non irresistibile. La differenza tra le due squadre è tangibile, non solo dalla classifica. Com’era prevedibile i rossoblù di bianco vestiti fanno trincea e cercano il lancio lungo alla viva il parroco. Il Palermo prende subito il controllo del campo ma a fronte di una difesa bassa dalle maglie strette il giro palla rosanero perde ogni velleità d’efficacia. Le rare volte a cui il Palermo non manca il tempo di gioco viene meno la fortuna. Alla fine di un primo tempo complessivamente brutto condito da diverse giocate non propriamente godibili rosanero hanno preso due legni: il primo al 6’ con Valente di testa, il secondo al 41’ con Brunori, su una bella palla pennellata da Damiani dopo uno schema da punizione.

Che al Palermo serva una scossa è evidente: lo sa anche Baldini che nella ripresa, oltre alla staffetta tra l’ammonito Marconi e Perrotta, decide di mettere Dall’Oglio al posto di Damiani. Con l’ingresso del centrocampista di Milazzo il Palermo guadagna ritmo offensivo e mette gli avversari spalle al muro. La sublimazione del predominio territoriale è immediata e porta la firma di Valente, lesto nell’insaccare sotto porta un traversone di Giron, il cui mancino si è arroventato come si è arroventata tutta la squadra, protesa in avanti per arrotondare il passivo. All’inizio la porta difesa da Mengoni sembra stregata: Giron rischia due volte l’eurogol su punizione senza fortuna; Brunori su una bella palla lavorata da Luperini spara invece alle stelle.

Sono le prove tecniche di una navigata a largo che si concretizza negli ultimi dieci minuti, con la Vibonese ormai suonata e alle corde: Brunori interrompe il sortilegio insaccando l’assist di Valente dalla destra facendo sedici in stagione; il neo-entrato Soleri, specialista nel mettere i titoli di coda alle partite, chiude definitivamente le ostilità con un bel tocco a scavalcare da posizione defilata e legittima un successo nel complesso più che meritato.

Il tabellino

Palermo (4-2-3-1): Massolo 6; Accardi 6 (84’ Buttaro), Lancini 6, Marconi 6 (45’ Perrotta) Giron 6,5; Damiani 6 (45’ Dall’Oglio 6,5), De Rose 6 (84’ Odjer); Valente 7, Luperini 6,5, Floriano 6 (76’ Soleri 6,5), Brunori 6. All. Baldini 6,5.

Vibonese (3-4-1-2): Mengoni; Risaliti, Polidori, Suagher; Corsi (89’ Panati), Basso, Zibert (89’ Gelonese), Blaze (72’ Golfo); Carosso (59’ La Ragione), Spina, Curiale. All. Orlandi.

Arbitro: Fontani (Siena)

Reti: 51’ Valente, 81’ Brunori, 83’ Soleri

Ammoniti: 19’ Polidori, 32’ Marconi, 52’ Curiale, 64’ Perrotta, 67’ Risaliti, 69’ Suagher, 80’ Golfo

Espulsi:

Spettatori: 4.259

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Palermo sale in cattedra nella ripresa: 3-0 alla Vibonese, rosanero in corsa per il terzo posto

PalermoToday è in caricamento