rotate-mobile
Calcio

Palermo, Barbera sold out contro la Triestina: si rinnova il duello Pelagotti-Massolo

Il tecnico Baldini: “Lo stadio pieno è quello che desideravamo, dobbiamo omaggiare i palermitani con una grande prestazione”

Dopo la vittoria del Nereo Rocco il Palermo torna in campo domani sera contro la Triestina per staccare il pass che porta al secondo turno dei playoff in un Barbera tutto esaurito, al netto del settore ospiti, che spingerà la squadra di Baldini. Il tecnico di Massa, che ha l’organico a completa disposizione, non scioglie le riserve: in porta è ancora ballottaggio tra Pelagotti e Massolo; in difesa Accardi non al meglio potrebbe lasciare spazio a Buttaro. La partita sarà trasmessa in streaming su Eleven Sports e su Sky Sport sul canale 251.

L’allenatore del Palermo parla in prima battuta della grande risposta del pubblico e che valore assuma giocare in uno stadio sold out: “Ho sensazioni bellissime - ha affermato - era quello che desideravo io come i giocatori. Speravamo un giorno di vedere lo stadio pieno come si è visto con la nazionale e siamo felici che è avvenuto presto: non mi sarei aspettato che avremmo fatto tutto esaurito per i playoff con la Triestina e poter vivere questa emozione per chi fa il nostro mestiere è il massimo”.

Ai tifosi che domani riempiranno il Barbera Baldini non fa appelli ma promette impegno: “Io non faccio l’appello come Mourinho perché ho una mentalità diversa - ha spiegato - quel che dico è che i palermitani che verranno domani dovranno essere omaggiati con una grande prestazione, sappiamo che ci saranno di grande aiuto e ci daranno la possibilità di esprimerci ancora al meglio".

In merito all’avversario Baldini poi spiegato cosa sarà necessario fare domani per evitare guai con la Triestina: “I giocatori con qualità tra le linee possono fare male - ha sottolineato - l'importante è che quando abbiamo la palla noi visto che loro fanno fatica a rincorrerci bisogna costringerli a farlo. Se questo non accade è un vantaggio per loro se non ti rincorrono invece avranno loro dei problemi perché si crea superiorità numerica soprattutto sugli esterni e lì diventa difficile per gli avversari”.

Il tecnico di Massa si è poi espresso sulla condizione della squadra mostrandosi tranquillo: “Non giocare per tanto tempo può creare dei problemi - ha osservato - gli unici due che non giocavano da un mese erano Giron e Luperini, dalla partita di Monopoli loro essendo stati squalificati non sono scesi in campo a Bari. La squadra ha intervallato quest’ultimo mese in cui abbiamo giocato solo due partite, ma abbiamo avuto tempo di recuperare ci siamo allenati bene e abbiamo fatto due ottime prestazioni sia a Bari che a Trieste e. Io metterei la firma per vedere sempre il Palermo disputare gare come quelle. Ho a disposizione 23 giocatori, tutti si sono allenati bene e hanno una buona condizione. Chi ha giocato meno potrebbe avere qualche difficoltà col ritmo, ma mentalmente sono pronti tutti perché in questi due mesi sono stati tutti partecipi e sono tutti pronti a partire dall'inizio”.

L’allenatore del Palermo ha parlato anche dei singoli e delle scelte, senza dare indicazioni di merito: “Accardi e Soleri si sono allenati a parte perché hanno degli acciacchi - ha spiegato - ma sono a disposizione sono disponibili al 100%. In merito ai diffidati prima di provare a gestire la situazione vorrei essere sicuro del passaggio del turno. Fino a domani non dirò la formazione e non la dirò ai ragazzi fino alla riunione tecnica, fino a che il risultato non è acquisito cercherò di puntare sui giocatori che mi hanno dato più garanzie. Io sento che arriveremo fino alla fine e so che posso contare non solo sui titolari ma su tutti gli altri ragazzi. In porta Pelagotti e Massolo sono due titolari, ma farò la mia scelta come ho sempre fatte in base a come li vedo al momento".

Qui Palermo

Baldini è orientato a confermare l’undici che gli dà più garanzie, infortuni permettendo, per poi eventualmente gestire energie e possibili diffide laddove la gara lo consenta. Gli unici dubbi riguardano la porta, dove Massolo, reduce da un’ottima prestazione, sembra avere qualche chance in più rispetto a Pelagotti, e il ruolo di terzino destro, con Buttaro pronto a prendere il posto di Accardi uscito malconcio domenica. Per il resto spazio a quella che si può ormai considerare formazione tipo con Lancini, Marconi e Giron in difesa; De Rose e Dall’Oglio (diffidato) in mediana e il consolidato spartito offensivo con Valente, Luperini e Floriano a sostegno di Brunori.

Qui Triestina

Gli alabardati arrivano alla gara di ritorno con le risorse contingentate. Negro e Lopez, usciti infortunati dalla gara d’andata, così come l’attaccante Gomez, squalificato. Davanti al portiere Offredi agiranno dunque Ligi, Volta e il catanese Rapisarda; a centrocampo Galazzi è pronto a prendere il posto di Lopez a sinistra con St. Clair, Calvano e Crimi a completare il reparto. In attacco Sarno, che domenica da subentrato ha fatto saltare a tratti il banco difensivo del Palermo è pronto a partire dall’inizio assieme a Procaccio con Trotta pronto a fare il centravanti. Non è però da escludere da parte di Bucchi il ritorno alla difesa a 4, lungamente utilizzata in questa stagione.

Le probabili formazioni

Palermo (4-2-3-1): Massolo; Buttaro, Lancini, Marconi, Giron; Dall’Oglio, De Rose; Valente, Luperini, Floriano; Brunori.

Triestina (3-4-2-1): Offredi; Ligi, Volta, Rapisarda; St. Clair, Calvano, Crimi, Galazzi; Sarno, Procaccio; Trotta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo, Barbera sold out contro la Triestina: si rinnova il duello Pelagotti-Massolo

PalermoToday è in caricamento