rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Calcio

Baldini fermato dal Covid, contro il Taranto va in panchina il vice Nardini: "L'obiettivo del Palermo è la B"

L’allenatore rosanero è risultato positivo dopo aver manifestato un mal di gola. Nella classica conferenza pre-partita oltre al tecnico in seconda è intervenuto anche il ds Castagnini: “Ci aspettavamo qualcosa di più dai nuovi acquisti, prematuro parlare del futuro di Brunori”

Dopo il doppio giro deludente in trasferta contro Paganese e Potenza, il Palermo torna in campo per il recupero della sfida contro il Taranto. Per la partita di domani pomeriggio non ci sarà in panchina Silvio Baldini: il tecnico è infatti risultato positivo al Covid e presumibilmente non sarà con la squadra nemmeno tra quattro giorni col Picerno. A prendere il suo posto il vice Nardini, intervenuto nella rituale conferenza pre-partita, accompagnato dal direttore sportivo Renzo Castagnini. Quest’ultimo si è dichiarato deluso dal rendimento di alcuni giocatori, glissando sulla questione legata al futuro di Brunori. Il match, in programma alle 14,30, sarà trasmesso sulla piattaforma Eleven Sports e visibile anche in chiaro in Puglia sull’emittente locale Antenna Sud 13.

L’allenatore in seconda del Palermo si è soffermato in prima battuta sul momento vissuto dalla squadra: "Secondo me non ha mai mancato di impegno e di convinzione - ha affermato - di affrontare le partite con la mentalità vincente. E' logico che ci sono dei momenti non facili in un percorso, i ragazzi in queste tre partite anche se abbiamo fatto tre pareggi non sono mancati dal punto di vista dell'impegno. L'atteggiamento deve essere più propositivo, da domani dobbiamo tornare quelli che hanno fatto quattro o cinque gol a partita. Ci sta che la squadra possa trovare difficoltà di gioco, non dimentichiamo che l'Andria è andata a pareggiare a Bari. Domenica gli episodi non sono stati favorevoli. Giochiamo in una piazza importante, i ragazzi devono metterci qualcosa di più. Il nostro obiettivo è la serie B, cercheremo di arrivare più vicini possibile a Bari e Catanzaro”.

Nardini si è poi espresso sulla discontinuità nella scelta degli undici titolari: "Io lavoro con Baldini da 5 anni - ha spiegato - e lui considera tutti titolari: poi è logico che ci sono giocatori con caratteristiche uniche difficili da sostituire, penso a Brunori che segna tanto. Sono tutti allo stesso livello, il mister tiene tutti sulla corda e fa giocare chi merita: non penso cerchi soluzioni per darsi la zappa suoi piedi, il fatto di cambiare serve a dare motivazioni diverse. A Carrara questo ha portato dei frutti. Il cambio della formazione serve per dare motivazioni importanti e renderli partecipi. Questa è la nostra filosofia, vista da fuori può sembrare un problema ma chi va in campo deve dare qualcosa di più, siamo in una città con grandi ambizioni". In merito alle scelte di formazione il vice-allenatore ha tagliato corto: "Decideremo domani".

Il collaboratore tecnico di Baldini ha parlato anche dell’avversario, fermato per due settimane dal Covid: "Per il Taranto lo stop potrebbe essere un vantaggio - ha detto - per una questione di energie. A noi giocare ci consente di avere una continuità e per noi potrebbe essere un vantaggio: veniamo da partite in cui non siamo stati quelli di prima, dobbiamo riscattarci e fare una prestazione importante. Conterà l’atteggiamento, dobbiamo essere propositivi e dobbiamo far vedere sin da subito che siamo forti, poi ci sono gli avversari ma noi dobbiamo tornare la squadra vista ad Avellino, che giocava senza paura di sbagliare e con furore".

Castagnini: "Dai nuovi acquisti ci aspettavamo di più"

Il direttore sportivo del Palermo ha parlato della resa dei giocatori in relazione alla classifica della squadra. In merito al mercato di riparazione, che a conti fatti non ha avuto un grande impatto sul Palermo, il ds si è così espresso: "In questo momento i ragazzi presi a gennaio non hanno fatto quello che ci aspettavamo - ha detto - speriamo lo facciano da ora ma inutile fare i conti adesso, bisogna arrivare più in alto possibile e giocare dei play-off importanti".

Per Castagnini il discorso non riguarda solamente Felici e Damiani: “La classifica ci dice che siamo in ritardo - ha sottolineato - Castagnini - mi aspettavo si potesse far meglio. Evidentemente da qualche giocatore ci aspettiamo qualcosa in più. Questi ragazzi si impegnano, sono convinto che da qui alla fine qualche giocatore che ha fatto meno può darsi che si tolga qualche soddisfazione. Qualcuno ha reso meno, ne prendiamo atto ma la speranza è che nelle fasi finali dei play off qualche giocatore possa darci una mano in più. Le somme si tirano alla fine del campionato, è inutile parlare di quello che succederà. Delle situazioni personali ne riparleremo a fine campionato".

In merito al futuro di Brunori il ds rosanero glissa: “Fare discorsi è ancora prematuro, adesso siamo concentrati su un solo obiettivo, far bene fino alla fine e giocarsi i play-off”.

Qui Palermo

I tamponi effettuati sul gruppo squadra hanno dato esito negativo. L’allenatore in seconda Nardini non ha sciolto le riserve in merito alle scelte di formazione. I dubbi riguardano soprattutto il reparto arretrato. Nel ballottaggio in porta tra Pelagotti e Massolo potrebbe uscire vincitore il primo, nonostante l’errore nel primo gol subito a Pagani. In difesa Lancini è pronto a riprendere il suo posto al centro a fianco di Marconi: sulle fasce Accardi e Crivello potrebbero prendere il posto di Buttaro e Giron. A centrocampo Dall’Oglio è pronto a tornare in mediana assieme a De Rose: nessun dubbio per quanto riguarda trequarti e attacco con il consolidato trio Valente-Luperini-Floriano a sostegno di Brunori.

Qui Taranto

I rossoblù dovranno fare a meno di capitan Marsili, Falcone, Guastamacchia e del lungodegente Diaby. Con ogni probabilità il tecnico Laterza opterà per il 4-2-3-1, speculare a quello del Palermo. Davanti la porta difesa da Chiorra pronti da destra verso sinistra Riccardi, Zullo, Benassai e Ferrara. Sulla mediana spazio al palermitano Civilleri e all'ex rosanero De Gennaro. In attacco a sostegno dell'altro ex Saraniti, pronti Giovinco da trequartista con Versienti e Mastromonaco sulle corsie.

Le probabili formazioni

Palermo (4-2-3-1): Pelagotti; Accardi, Lancini, Marconi, Crivello; Dall’Oglio, De Rose; Valente, Luperini, Floriano; Brunori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baldini fermato dal Covid, contro il Taranto va in panchina il vice Nardini: "L'obiettivo del Palermo è la B"

PalermoToday è in caricamento