Mercoledì, 17 Luglio 2024
Calcio

Di Mariano parla da "picciotto": "Giocare a Palermo è una responsabilità per tutti"

L'unico palermitano in organico dal ritiro di Pinzolo. "Si sta creando una grande alchimia, una famiglia. Deve essere il punto di partenza, perché ci saranno momenti difficili durante la stagione e bisognerà avere equilibrio"

“Sto bene, sto recuperando. Semplicemente stiamo gestendo i carichi per evitare ricadute. Il recupero sta procedendo alla grande, lavoro per essere disponibile in Coppa Italia”. Francesco Di Mariano, intervenuto in conferenza stampa dal ritiro di Pinzolo, analizza così la propria condizione fisica. Il "picciotto" si è soffermato sulle eventuali responsabilità, percepite da palermitano, nell’indossare la maglia rosanero.

“Per me è un orgoglio poter rappresentare tutti i palermitani – ha detto Di Mariano - la responsabilità non mi pesa. La piazza parla da sola, i miei compagni sanno che giocheranno in uno stadio importante".

Di Mariano dovrebbe comporre il trio offensivo con Insigne e Brunori, nel 4-3-3 disegnato da Eugenio Corini per la nuova stagione. “Roberto Insigne è un ragazzo incredibile, genuino: sono contento sia con noi. Negli ultimi 13 anni sono tornato spesso a Palermo - ha svelato Di Mariano - mi sono riadattato molto velocemente alla vita palermitana. È stato bello tornare a vivere la città, sono molto contento di stare con la mia famiglia e i parenti. L’obiettivo è essere competitivi per la promozione in serie A".

Spesso il segreto del successo passa dall’unione dello spogliatoio. Da quanto filtra dal ritiro, il gruppo rosanero è molto unito e lo conferma anche Di Mariano. “Si sta creando una grande alchimia, una famiglia. Deve essere il punto di partenza, perché ci saranno momenti difficili durante la stagione e bisognerà avere equilibrio. Dovremo essere tutti uniti e coesi. Mi sta mancando molto il campo, l’ultima partita l’ho giocata a marzo contro il Cittadella. Mi piacerebbe ritrovare il terreno di gioco dopo quattro mesi. Sto molto bene, la squadra lavora alla grande, ho sensazioni positive. Tutti i nuovi arrivi si stanno adattando alla grande. Il 4-3-3 è il mio modulo preferito, credo sia quello che possa esaltare al meglio le mie qualità, giocando da ala sinistra. In questi anni, però, ho giocato in altri ruoli e anche quest’anno mi metterò a disposizione dell’allenatore. I miei obiettivi sono collegati a quelli della squadra: voglio  battere il record di 7 gol di Venezia" ha detto il numero 10 rosanero. In realtà furono 8 le reti realizzate da Di Mariano nel campionato 2018/2019.

La campagna abbonamenti procede bene e anche Di Mariano ribadisce l’importanza di uno stadio pieno: “Il Barbera deve essere il dodicesimo uomo in campo, soprattutto nei momenti più delicati: capiteranno durante la stagione. Tutti quanti dobbiamo avere equilibrio e rimanere uniti nelle fasi più complicate. Per noi deve essere un motivo in più lo stadio pieno per dare qualcosa in più, spero che si abboneranno in tanti: è troppo importante avere lo stadio pieno. Corini sta facendo capire tantissimo cosa vuol dire giocare a Palermo, ci spinge ogni giorno”.

Di Mariano, infine, ha anche parlato del possibile slittamento del campionato, anche se dall’assemblea di Lega filtra un cauto ottimismo sull’inizio prefissato. “Noi ci stiamo preparando per la partita di Coppa Italia, il prossimo obiettivo è il Cagliari. Ci prepareremo anche per l’inizio del campionato il 18 e 19 agosto. Non entro nel merito - ha concluso l'esterno rosanero - sicuramente dà un po’ di fastidio tutto il caos che si sta creando in Serie B ma noi siamo concentrati sul campo. Rigori? Io sono sempre pronto, se Brunori si sentisse pronto sarebbe lui il rigorista, abbiamo fiducia in lui”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Di Mariano parla da "picciotto": "Giocare a Palermo è una responsabilità per tutti"
PalermoToday è in caricamento