Martedì, 16 Luglio 2024
Calcio

Un pallone per integrarsi, con Palermo e Figc riparte il Progetto Rete

L’iniziativa, nata da una sinergia rinnovata tra la società rosanero e la Federazione, è rivolta ai ragazzi accolti nei progetti Spra/Siproimi (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) presenti in tutto il territorio nazionale. L'obiettivo è promuovere e favorire l’interazione e i processi di inclusione sociale ed interculturale tramite il calcio

Per la quarta stagione sportiva consecutiva si rinnova la sinergia tra il Palermo e la Figc nell’ambito del Progetto Rete, iniziativa rivolta ai ragazzi accolti nei progetti Sprar/Siproimi (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) presenti in tutto il territorio nazionale. L'obiettivo è promuovere e favorire l’interazione e i processi di inclusione sociale ed interculturale tramite il calcio.

Sabato scorso al centro sportivo Pisani di Palermo una rappresentanza di calciatori dell’Under 16 rosanero, accompagnata dal tecnico Filippo D’Alesio, ha incontrato i giovani delle Comunità “Casa dei Mirti”, “Don Calabra” e “Umana Solidarietà”, in vista dell’inizio del torneo previsto per sabato 20 maggio presso il Centro federale territoriale di Palermo.

Attraverso il Progetto Rete il calcio diventa uno strumento educativo, formativo e di integrazione per promuovere comportamenti eticamente corretti come modello per la società civile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un pallone per integrarsi, con Palermo e Figc riparte il Progetto Rete
PalermoToday è in caricamento