rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Calcio

Terno vincente sulla ruota del Palermo: Fella, Soleri e Brunori asfaltano la Paganese

Al Barbera i rosanero piegano le resistenze degli avversari al termine di una partita giocata con autorità. Il fantasista campano sblocca la partita nel primo tempo mentre i due centravanti di mister Filippi la chiudono nella ripresa approfittando della superiorità numerica dopo l'espulsione di Tissone

Numeri 23, 9, 27. Questo il terno vincente uscito sulla ruota di Palermo. Al Barbera i rosanero si impongono in maniera perentoria e a tratti persino brutale sulla Paganese già dai primi minuti di gioco. Un brillante Fella sblocca la gara nel finale di un primo tempo dominato: Brunori e Soleri la sentenziano nella ripresa, giocata dagli avversari in 10 per l'espulsione di capitan Tissone, certificando una vittoria meritata che vale il terzo successo di fila e rilancia con prepotenza la candidatura dei rosanero come concorrente del Bari, impegnato domani nel derby contro la Fidelis Andria.

Filippi: "Un punto dal Bari? Io penso al Picerno"

A differenza di quanto accaduto la scorsa settimana contro il Potenza, il Palermo ha trovato sin da subito la frequenza di gioco contro una Paganese costretta sin dalle prime battute a ripiegare e aspettare il momento giusto per ripartire. Le prime occasioni i rosanero le costruiscono con l’air force: Brunori al 9’ costringe Baiocco al primo intervento della partita con un bel tiro incrociato su un cross di Almici. Due minuti dopo Perrotta di testa va vicino al gol sugli sviluppi di un corner. Col passare dei minuti sale in cattedra Giuseppe Fella, che in queste ultime giornate sta crescendo in termini sotto il profilo atletico e della sicurezza.

Si percepisce guardando il campo che tra il fantasista campano e Brunori si è sviluppato un feeling tecnico interessante: i due si cercano e quando si trovano nascono diversi pericoli per un avversario in difficoltà che, tolto un tiro a giro di Guadagni abbastanza velleitario, non è mai riuscito ad aprire una breccia nella difesa rosanero. Dopo una serie di prove tecniche da parte di entrambi in cui è mancata la giusta potenza o misura, inframezzate da una punizione di Dall’Oglio uscita di poco, il tandem offensivo rosanero confeziona il gol del vantaggio: al 38’ Brunori lavora la palla sulla sinistra e mette al centro un assist col contagiri per Fella che, da posizione ravvicinata, non può far altro che colpire ancora e battere Baiocco. Un gol che incorona l’evidente supremazia tecnico-tattica della squadra rosanero nel primo tempo.

Esultanza gol Fella vs Paganese-2

Nella ripresa la Paganese, visto il risultato, è costretta ad aumentare il ritmo: l’intensità c’è ma lucidità e qualità non sono sufficienti per far abbassare il Palermo che riesce, pur in maniera meno capillare, a tenere in mano l’iniziativa. Gli ospiti trovano il loro primo tiro in porta con un tentativo dalla distanza di Sussi respinto da Pelagotti. Il Palermo dal canto suo fa le prove tecniche del raddoppio, andandoci vicino al 58’ quando Perrotta, su un cross di De Rose, va di testa e si scontra con Baiocco: la palla viene salvata sulla linea da Zanini. Al 62’ arriva l’episodio che stronca le ultime speranze della Paganese con capitan Tissone che viene espulso per aver scaricato la frustrazione del match con un calcione da picchiaduro 3D rifilato ad Almici.

Pochi minuti dopo parte la girandola dei cambi. Grassadonia cerca forze per riequilibrarsi e resistere lanciando prima i centrocampisti Vitiello e Volpicelli, poi il centrale Schiavino e l’attaccante sedicenne Campanile. Filippi cerca di chiuderla inserendo prima Silipo al posto di Dall’Oglio e poi Soleri al posto di Fella, uscito giustamente sotto una pioggia di applausi. La mossa alla fine paga. Dopo una serie di missili dalla distanza tentati dai vari Odjer, Valente, Almici e Brunori, arriva il raddoppio all’80’: la firma è quella dell’ammazza-partite Soleri che ribadisce in rete, di prepotenza, una punizione di Silipo da posizione defilata. Tre minuti dopo i rosanero calano il tris con Brunori che, su imbeccata di Valente, brucia Baiocco aprendo le danze della festa al Barbera, completata dal ritorno in campo di Accardi, entrato assieme al debuttante Mauthe, e a Floriano per gli ultimi minuti. Per la squadra di Filippi arriva dunque un successo importante al termine di una partita giocata con autorità, al di là dei limiti che poteva avere un avversario arrivato con le forze contingentate. Conferma di come il Palermo sia lontano parente di quel collettivo altalenante visto a inizio stagione.

Il tabellino

Palermo (3-5-2): Pelagotti 6; Buttaro 6, Marconi 6, Perrotta 6,5; Almici 6,5 (86’ Accardi), Dall’Oglio 6,5 (70’ Silipo 6), De Rose 7, Odjer 6,5 (87’ Mauthe), Valente 6,5; Fella 7,5 (70’ Soleri 6,5), Brunori 6,5 (87’ Floriano). All. Filippi 6,5.

Paganese (3-5-2): Baiocco; Zanini, Schiavi, Bianchi (74’ Schiavino); Sussi, Cretella (69’ Volpicelli), Tissone, Firenze (86’Pica), Manarelli (74’ Campanile); Piovaccari, Guadagni (69’ Vitiello). All. Grassadonia.

Arbitro: Luciani (Roma)

Reti: 38’ Fella, 80’ Soleri, 83' Brunori

Ammoniti: 19’ Dall’Oglio, 26’ Manarelli

Espulsi: 62’ Tissone

Spettatori: 6673

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terno vincente sulla ruota del Palermo: Fella, Soleri e Brunori asfaltano la Paganese

PalermoToday è in caricamento