rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Calcio

Palermo, Brunori pronto al ritorno da titolare contro il Monterosi: in forse Dall'Oglio

In vista della sfida contro i laziali, in programma domani pomeriggio al Barbera alle 17.30, il centravanti italo-brasiliano parte favorito su Soleri. Il centrocampista di Milazzo è in dubbio a causa di una contrattura: Odjer pronto ad affiancare De Rose

Il Palermo si appresta ad affrontare la prima partita casalinga del 2022 contro la matricola (decisamente in salute) Monterosi: la sfida con il club laziale apre un tour de force che vedrà i rosanero giocare 8 partite in 28 giorni. Baldini avrà l’organico quasi al completo: Brunori è pronto per tornare dal primo minuto; Damiani si candida per l’esordio da titolare viste le condizioni non ottimali di Dall’Oglio. La partita in programma domani pomeriggio alle 17:30 sarà trasmessa su Eleven Sports.

Il tecnico rosanero ha spiegato di essere fiducioso in vista dell’impegno di domani e ribadendo il suo desiderio personale di lasciare il segno nella sua seconda parentesi sulla panchina del Palermo: “Le sensazioni sono ottime - ha affermato - vedo che c’è voglia di fare e dimostrare chi siamo. Questo mi lascia fiducioso. Dopo tanti anni, ripeto, credo che a volte accadano le cose se uno ci crede: ci ho sempre sperato, il destino si ricorda delle persone che hanno voglia di metterci passione, onestà, purezza. Nei miei pensieri, non è per farla lunga, ma quando salivo a Monte Pellegrino il pensiero di meritare questa chance mi è venuto. Se uno ha fede può essere premiato: essere qui è un premio alla vita più che alla carriera. Mi auguro di non deprimermi se le cose vanno male e di esaltarmi se le cose vanno bene ma di restare me stesso con equilibrio dare il massimo e far capire ai ragazzi che rappresentiamo una città con una cultura e un modo di vedere il calcio. Dobbiamo essere gratificati se un giorno questa gente ci applaudirà”.

Baldini ha poi parlato dell’atteggiamento necessario domani pomeriggio: “Col Monterosi non dobbiamo farci condizionare dal risultato -ha spiegato - sarà un’altra partita. Vogliamo fare come Catanzaro, giocare senza nessun condizionamento: dobbiamo migliorare nel fraseggio ed essere più incisivi in zona gol perché nel calcio vince chi fa gol”. In merito alla tipologia di partita che attende i rosanero Baldini si è così espresso: “Sarà un altro tipo di gara - sottolinea - troveremo gli spazi stretti con una squadra che giocherà di rimessa, ma questo non è un problema. Il Monterosi farà la sua gara e si giocherà le sue chance: ognuno ha la libertà di credere in quello che fa, lo sport è anche questo. e io penso che la mia è una squadra forte che metterà l’anima per conquistare qualcosa di positivo. Ciò che è d’obbligo è fare la prestazione. Se giochiamo come a Catanzaro possiamo fare tanti gol”.

La parola chiave per il tecnico di Massa è ottimismo: “E’ la medicina della vita - ha sottolineato se uno vive senza ottimismo è già morto. Se uno vive 100 anni e pensa che deve morire non vive: se uno resta sul presente e si gode le cose belle della vita e vive le proprie passioni conta. Noi dobbiamo fare lo stesso, non dobbiamo pensare al risultato ma alla prestazione: se facciamo la prestazione il risultato è una conseguenza”. Sulle scelte di formazione il tecnico ha spiegato quali criteri saranno determinanti nelle scelte: “Io stasera ho l’ultimo allenamento e in base a quello e alle sensazioni che ho deciderò -ha detto - non dimentichiamoci che da domani a fine Febbraio avremo 8 partite: tutti avranno la possibilità di dimostrare di essere utili alla causa. Io sceglierò in base a chi sta meglio poi è normale che caratterialmente ci sono giocatori che riescono a dare qualcosa in più e in meno, e anche in base a quello deciderò”.

Sui singoli: “Dall’Oglio ieri abbiamo preferito farlo riposare perché una botta gli aveva causato una contrattura del quadricipite - ha spiegato - ma ieri a fine seduta stava meglio, stasera lo valuteremo. Luperini ha dimostrato di essere un giocatore utile alla causa ma ci sono altri giocatori che possono giocare nel ruolo di trequartista e questa e una fortuna. Pelagotti, stasera c’è l’ultimo allenamento, col preparatore dei portieri valuteremo la situazione e i dettagli della gara e decideremo se lanciare lui o riconfermare Massolo. Damiani è un giocatore bravo che può giocare in tutti i ruoli: ricordo anche che De Rose, Dall’Oglio e Odjer sono veramente bravi. Quando si allenano bene sarà difficile fare delle scelte ma sono contento: vuol dire che chiunque giocherà ci darà qualità e quantità. Il Corini che avevo a Palermo era un giocatore collaudato che aveva fatto la Serie A: a Damiani gli auguro di poter arrivare a quel livello”.

Per quanto riguarda il ruolo di centravanti della squadra si è così espresso: “Soleri e Brunori sono due ragazzi per bene e ottimi giocatori che possono fare carriera. Lunedì hanno giocato non in contemporanea ma penso che in futuro possano pure coesistere. A Soleri ho spiegato che Mandzukic come anche Eto’o hanno giocato sull’esterno. All’inizio l’ho fatto giocare lì ha dato risposte positive: al momento non possiamo trovare troppe cose ma quelle essenziali, i risultati positivi e il tempo che passa ci potrà fare capire i giocatori che possono coesistere tra loro”.

Qui Palermo

I rosanero arrivano alla sfida di domani con quasi tutti gli effettivi. In porta Pelagotti, di rientro dopo la squalifica, è pronto a riprendersi il suo posto da titolare ma in questo momento è in ballottaggio con Massolo. In difesa la riconferma del blocco sceso in campo a Catanzaro sembra la più probabile: Accardi e Perrotta insidiano comunque Doda e Marconi. A centrocampo con Dall’Oglio in forse salgono le quotazioni di Odjer a fianco di De Rose. Sulla trequarti salgono le quotazioni di Silipo e Fella con Felici che va verso la riconferma. In attacco scalpita Brunori pronto a prendere il posto di Soleri.

Qui Monterosi

Fresco di vittoria sul Potenza nonché reduce da 4 risultati utili consecutivi il club della Tuscia ha decisamente cambiato marcia dall’arrivo in panchina di Menichini a novembre ma arriva a Palermo con le risorse contingentate tra infortuni e cessioni. La squadra gioca con un ormai consolidato 3-5-2. In porta Alia parte favorito sul neo-acquisto Daga. In difesa pronto a tornare da titolare Mbende a fianco di Tartaglia e Borri. A centrocampo pronti Adamo, Parlati e Basit. In attacco il neo-acquisto Ekuban pronto a giocare titolare con Caon.

Le probabili formazioni

Palermo (4-2-3-1): Pelagotti; Doda, Lancini, Marconi, Giron; Odjer, De Rose; Silipo, Fella, Felici, Brunori.

Monterosi (3-5-2): Alia; Mbende, Tartaglia, Borri; Tonetto, Adamo, Parlati, Basit, Cancellieri; Ekuban, Caon.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo, Brunori pronto al ritorno da titolare contro il Monterosi: in forse Dall'Oglio

PalermoToday è in caricamento