rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Calcio

Soleri sfata il tabù del gol da titolare e lascia il rigore a Vido: "Vittoria fondamentale"

L'attaccante rosanero è stato il protagonista della gara contro il Modena, spianando la strada alla rimonta. Per la prima volta in stagione non ha segnato da subentrato; poi, con un gesto d'altruismo, ha permesso al compagno di reparto di sbloccarsi, cedendo il tiro dagli undici metri. "Si meritava una rete"

E' stato certamente il protagonista della serata: il suo gol di testa ad inizio ripresa ha spianato la strada alla rimonta, dando fiducia a tutta la squadra dopo un primo tempo da dimenticare. Ha corso sino alla fine, acclamato dai cori di tutto il Barbera, ha lasciato infine il tiro dal dischetto a Vido per consentirgli di siglare il primo gol in rosanero.

Edoardo Soleri ha disputato, contro il Modena, una grande partita: un giovane leader, che potrà dare un contributo molto importante da qui sino alla fine della stagione. "Siamo felici perché oggi era molto importante tornare alla vittoria. Sono arrivati 5 pareggi - ha detto Soleri - ma credo che avremmo meritato di più. Abbiamo vinto in maniera convincente e così vale ancora di più. Adesso c’è la sosta, poi pensiamo alle partite che mancano: per noi saranno otto finali”.

Il Palermo soffre ma poi dilaga, cinquina al Modena

Soleri non aveva mai segnato da titolare, tutte le sue reti sono arrivate da subentrato: contro il Modena il numero ventisette ha sfatato un vero e proprio tabù. "Abbiamo sfatato questo tabù, sono contento - ha commentato l'attaccante - l'intesa con Tutino sta crescendo ma devo dire che mi trovo bene con tutti i compagni di reparto".

Infine, come rivelato da Lanna in sala stampa, Soleri si è reso protagonista di un gesto di grande altruismo: avrebbe dovuto calciare lui il calcio di rigore ma ha deciso di lasciare il tiro dagli undici metri a Vido, per consentirgli di segnare la prima rete in rosanero: "Vido si meritava il gol, aveva bisogno di sbloccarsi. Da attaccante so cosa si prova, sono contento che sia riuscito a fare gol. Prima rimonta in stagione? A fine primo tempo ci siamo parlati e ci siamo detti che l’avremmo potuta ribaltare". 

Nel post partita è intervenuto anche Lanna, che ha sostituito in panchina Corini per squalifica. "Un bruttissimo primo tempo - ha esordito il vice allenatore - ho cercato di dare serenità alla squadra negli spogliatoi all'intervallo: ho detto ai ragazzi che potevamo riprenderla e che serviva stare tranquilli. La rete di Soleri ha dato una spinta emotiva importante, il secondo tempo è stato di un altro livello. Con la spinta dello stadio, che Corini aveva richiesto nella conferenza della vigilia, siamo riusciti a diventare più forti".

Anche contro il Modena,un approccio errato che ha portato in svantaggio i rosanero. Lanna ha analizzato questo aspetto con grande lucidità: "La squadra ha avuto sempre discreti approcci alle gare - ha precisato il tecnico - ma ultimamente purtroppo prendiamo gol a freddo e questo complica i piani. Eravamo convinti, però, alla lunga di venir fuori e abbiamo dimostrato grande carattere. I ragazzi ci sono, hanno una loro forza mentale: non era semplice, nel primo tempo ogni loro ripartenza dava la sensazione di creare occasioni da gol. Nel girone di andata questa stessa partita l'avremmo certamente persa. Una vittoria fondamentale, ci consente di recuperare energie perché adesso arriva la sosta al momento giusto. Rifiatiamo e cerchiamo di recuperare gli infortunati".

Lanna ha speso parole di elogio anche per Aurelio: il terzino scuola Sassuolo ha disputato un primo tempo sottotono, con buone spinte in avanti ma letture difensive assai imprecise. Nella ripresa, però, non si è abbattuto e ha anche trovato la prima gioia in rosanero. "Aurelio due mesi fa giocava in serie C - ha detto Lanna - ritrovarsi a questi livelli non è semplice: ha personalità fisica e tecnica, deve migliorare in difesa. Era la prima volta che giocava con Graves, hanno avuto problemi di comunicazione ma questo non deve essere una scusante. Nella ripresa, però, ha reagito bene agli errori difensivi del primo tempo e alle difficoltà, il gol è stata la ciliegina sulla torta".

"Siamo contenti anche per Vido, meritava spazio e anche il gol. Il segnale di questa sera è stato il rigore: avrebbe dovuto calciare Soleri, lo ha lasciato al compagno. Questo certifica il gruppo che siamo, il gol più bello di Edoardo probabilmente è questo gesto", ha concluso. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Soleri sfata il tabù del gol da titolare e lascia il rigore a Vido: "Vittoria fondamentale"

PalermoToday è in caricamento