rotate-mobile
Calcio

Il Palermo soffre ma poi dilaga, cinquina al Modena: primo acuto per Tutino

Emiliani in vantaggio due volte con Strizzolo, l'ex Parma e Soleri pareggiano il conto. Poi Verre porta in vantaggio i rosanero, che chiudono il conto prima con Aurelio e infine con un rigore di Vido. La squadra di Corini aggancia momentaneamente l'ottavo posto in classifica

Un Palermo dai due volti batte 5-2 il Modena e, per la prima volta in stagione, da una situazione di svantaggio porta a casa tre punti. La rimonta, infatti, non era mai riuscita durante questo campionato. Tre punti pesantissimi per la formazione di Corini, che aveva concluso il primo tempo in svantaggio 2-1. Nella ripresa, però, il pari di Soleri di testa spiana la strada alla rimonta. Verre firma il gol del sorpasso su un regalo della difesa ospite, quindi prime gioie in rosanero anche per Aurelio e Vido. Palermo, dunque, che torna alla vittoria dopo cinque pareggi consecutivi.

Inizio sottotono

Il ballottaggio tra Aurelio e Masciangelo viene vinto dal giovane ex Pontedera, a centrocampo c’è Saric e non Segre insieme a Verre e Gomes. In avanti Tutino affianca Soleri, panchina per Di Mariano. Nel Modena confermate le previsioni della vigilia. Sono 22513 i titoli emessi stasera, con 11048 ticket venduti.

L’avvio del Palermo è uguale al match del Tombolato di sabato scorso: subito sotto, dopo nemmeno quattro minuti. È Strizzolo a portare in vantaggio la squadra di Tesser: il numero 32 sfrutta un corridoio ampio creatosi sulla trequarti dopo una disattenzione evidente della difesa e con un tocco morbido batte Pigliacelli. L’approccio dei rosanero al match è sempre timido, titubante, incerto. I rosanero fanno fatica a trovare varchi, costruiscono bene sino al limite dell’area modenese ma giunti ai venti metri le idee vengono meno e manca il guizzo decisivo. La squadra di Lanna prova ad allargare le maglie della difesa avversaria con cambi di gioco, da una parte e dall’altra: Aurelio e Valente cercano affondi ma la retroguardia modenese non rischia nulla. Il giovane terzino attacca molto ma lascia scoperta spesso la propria area di competenza e il Modena ne approfitta con ripartenze che mettono in difficoltà la difesa rosanero.

La manovra dei padroni di casa è imprecisa, troppi errori in fase di appoggio: un copione già andato in scena nelle ultime uscite casalinghe. Al 25’, però, il Barbera si scuote: botta secca dal limite dell’area di Tutino, leggermente deviata, e rete del pareggio. Primo gol in rosanero per lo scugnizzo napoletano. Passano solo quattro minuti e il Modena torna avanti: Strizzolo riceve una bella palla dall’out di destra e di testa batte Pigliacelli, difesa rosanero in letargo ancora una volta. Il primo tempo termina sul parziale di 1-2 in favore del Modena: Palermo opaco e piuttosto incerto, ospiti in vantaggio senza grandi sforzi.

Finalmente arrivano i 3 punti

Dopo novanta secondi dall’inizio della ripresa i rosanero trovano la rete del pari: Valente crossa in mezzo e Soleri schiaccia di testa. Primo gol da titolare da quando il numero 27 indossa la maglia del Palermo. Al 53’ Falcinelli trova il gol su un’altra lettura rivedibile della difesa ma l’assistente del direttore di gara segnala off-side e il check del var conferma. Pochi istanti dopo è il Palermo a passare in vantaggio: clamoroso svarione difensivo di Oukhadda, che lascia scorrere il pallone per Gagno che era però lontano, ne approfitta Verre che sottrae la palla, supera il portiere e fa gol. Passano solo tre minuti e i rosanero calano il poker: il direttore di gara concede giustamente vantaggio dopo un fallo su Saric, la palla arriva a Tutino che mette in mezzo per Aurelio che incorna di testa. Prima gioia in maglia rosanero per il terzino scuola Sassuolo.

Tesser toglie dal campo Tremolada per Giovannini, out anche Armellino e dentro Duca. I ritmi si alzano notevolmente, i padroni di casa continuano a commettere errori banali e il Modena cerca di riaprire il match. Lanna effettua il primo cambio al 70’ e inserisce Segre al posto di Saric. Alle soglie della mezz’ora entra anche Vido, al posto di Tutino; spazio anche a Damiani, out Verre. Al 77’ rigore per i rosanero: Vido atterrato in area e nessuna esitazione per Minelli. Dal dischetto va proprio Vido che batte Gagno: pokerissimo per i padroni di casa, prima rete anche per il numero 19. All’85’ out Valente, dentro Jeremie Broh; fuori anche Nedelcearu per Buttaro. Nei minuti finali non accade più nulla di rilevante: dopo un primo tempo di grande sofferenza, nella ripresa i rosanero si ritrovano e portano a casa tre punti pesantissimi. 

Tabellino e pagelle

PALERMO (3-5-2): Pigliacelli 6; Mateju 5,5, Nedelcearu 5,5 (85’ Buttaro sv), Graves 5,5; Valente 6,5 (85’ Broh sv), Saric 5,5 (70’ Segre 6), Gomes 5,5, Verre 6,5 (75’ Damiani 6), Aurelio 6; Soleri 7, Tutino 6,5 (75’ Vido 6,5).
Allenatore: Lanna 7 (Corini squalificato).

MODENA (4-3-2-1): Gagno 5; Oukhadda 5, Silvestri 5,5, Pergreffi 5,5 (90’ De Maio sv), Ponsi 5,5 (77’ Renzetti 5,5); Magnino 5,5, Gerli 6, Armellino 6 (65’ Duca 6); Tremolada 6,5 (65’ Giovannini 6), Falcinelli 6 (77’ Mosti 5,5); Strizzolo 7.
Allenatore: Tesser 5,5.

Arbitro: Minelli 7.
Reti: 4’ Strizzolo, 25’ Tutino, 29’ Strizzolo, 47’ Soleri, 56’ Verre, 59’ Aurelio, 77’ Vido (rig).
Ammoniti: 68’ Saric, 88’ Mateju, 92’ Strizzolo.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Palermo soffre ma poi dilaga, cinquina al Modena: primo acuto per Tutino

PalermoToday è in caricamento