Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Calcio

Il Palermo arriva alla sfida contro il Foggia con gli uomini contati, Filippi ai tifosi: "Venite a sostenerci"

Con le assenze di Accardi, Almici, Buttaro, Silipo e Valente il tecnico ha poche varianti: Doda e Giron sicuri del posto sulle fasce, in attacco spazio al tridente Fella, Floriano, Brunori. L'allenatore: "Giocheremo a viso aperto, serve convinzione sotto porta e sfrontatezza"

Se non decisivain senso stretto, Palermo-Foggia si prospetta comunque come uno snodo importante per la stagione rosanero. Alla sfida contro il “palermitano” Zeman la squadra arriva con gli uomini contati vista la squalifica di Buttaro e le indisponibilità di Almici, Valente, Silipo e Accardi che non saranno della partita. Scelte, dunque, quasi obbligate per il tecnico rosanero Filippi che dovrà fare di necessità virtù in vista di una partita da lui stesso configurata come un match a viso aperto e ricco di contenuti da affrontare senza pensare a quello che c’è sullo sfondo. L’incontro in programma alle 17,30 sarà trasmesso sia su Sky Sport al canale 251 che sulla piattaforma Eleven Sport.

Il tecnico rosanero ha spiegato quelle che sono le sue sensazioni in vista dell’incontro contro un avversario che è nella simbiosi col tecnico divenuto sinonimo di gioco offensivo: “Sappiamo benissimo che le squadre di Zeman giocano un calcio propositivo - ha affermato - a viso aperto, cosa che piace anche a noi. Sono sicuro che sarà una partita bella e ricca di contenuti. Il calcio di Zeman è propositivo ma è anche un calcio fatto di movimenti che hanno segnato un’epoca e determinato un’idea di calcio: bisogna fare attenzione e lavorare su alcune dinamiche come abbiamo fatto in settimana. Sarà una partita in cui una delle due squadre vorrà la posta in palio”.

Filippi ha parlato poi degli assenti Valente e Buttaro e di chi si candida gioco forza a sostituirli: “Valente è un giocatore abbastanza particolare - ha spiegato - nel nostro scacchiere e per il nostro modo di giocare, visto che crea squilibri in fase offensiva. Giron però garantisce sia la spinta che la copertura, non credo che avremo problemi a sostituire Valente o a cambiare il nostro modo di interpretare una fase di gioco. Chi è a disposizione garantisce una buona presenza in campo”.  Su Buttaro: “Alessio è un marcatore puro come Accardi ma i vari Peretti, Marong e Lancini sono bravi sia in questo particolare che in altre fasi: non credo sarà un problema sostituirlo. Poi tutto passa dal lavoro collettivo e dall’interpretazione della gara: se facciamo quello che si è visto anche lunedì sono convinto che potremo prevalere sul Foggia”.

Filippi si è poi soffermato anche su Fella, che sino ad ora ha deluso un po’ le aspettative riposte su di lui ma non il mister: “Giuseppe man mano che passano i giorni, cresce. E' arrivato in ritardo di condizione. Ha avuto qualche piccolo fastidio che sta superando ma quando è stato impiegato ha fatto bene nei minuti in cui ha giocato. Lo vedo voglioso e intraprendente di sbloccarsi ma a me garantisce la prestazione anche senza gol”.

L’allenatore partinicese ha poi spiegato di non essere preoccupato dalla situazione di classifica: "Non sono contento e avrei voluto più punti ma le partite si giocano sempre contro gli avversari e sotto tanti aspetti. Uno deve leggere, capire e analizzare le partite: vero che alcune le abbiamo sbagliate e lo abbiamo capito tutti assieme, vedendo dove abbiamo sbagliato ma su tante altre partite non ho nulla da rimproverare ai ragazzi se non l’essere più determinati e sicuri in quello che si fa. Se avessimo avuto 3-4 punti in più saremmo stati sulla tabella di marcia normale ma dopo sette partite non mi abbatto o non mi esalto: mantengo equilibrio e cerco di trasmettere fiducia alla squadra”. Il tecnico non si mostra turbato né dalle voci su un passaggio di proprietà: “Non ne so nulla ma la cosa non crea squilibri a me e ai ragazzi” né tantomeno da una possibile concorrenza per il suo posto “Palermo è una grande piazza, normale che chi si propone abbia voglia di venire, la cosa non mi disturba”.

Il tecnico si è infine rivolto ai supporter rosanero che, con il ritorno della Sicilia zona bianca, potranno recarsi allo stadio in un numero maggiorato: “Ai tifosi dirò sempre di venire allo stadio a sostenerci, essendo anche io tifoso non potrei mai esimermi di venire allo stadio specie in una domenica in cui si prospetta una partita intrigante: quale migliore occasione per venire a incitare i propri beniamini che daranno l’anima per portare a casa la posta in palio”.

Qui Palermo

Con l’assenza contestuale di Accardi, Almici, Buttaro, Silipo e Valente le scelte del tecnico Filippi sono di fatto quasi obbligate. Sul versante destro Peretti favorito su Marong per il posto da titolare; al centro Lancini insidia Marconi con Perrotta che viaggia verso la riconferma. A centrocampo Doda e Giron sono praticamente certi del posto sulle corsie laterali mentre in mezzo uno tra De Rose e Luperini potrebbe lasciare il posto a Odjer. In attacco il tridente Floriano-Fella-Brunori è al momento quello maggiormente accreditato considerando anche che Dall’Oglio è stato tenuto precauzionalmente a riposo.

Qui Foggia

Zeman recupera il centrocampista Maselli anche se è probabile che al suo posto agisca ancora una volta l’ex primavera rosanero Davide Petermann nel ruolo di regista con Gallo e Rocca da mezzali. Non ce la fa invece il terzino Nicoletti che nella sfida contro il Messina ha rimediato una lesione al bicipite femorale: pronto al suo posto Garattoni. In attacco si va verso la conferma del tridente composto da Merola, Ferrante e capitano Curcio.

Le probabili formazioni

PALERMO (3-4-2-1): Pelagotti; Peretti, Marconi, Perrotta; Doda, De Rose, Luperini, Giron; Floriano, Fella, Brunori.

FOGGIA (4-3-3): Alastra; Martino, Sciacca, Markic, Garattoni; Petermann, Rocca, Gallo; Merola, Ferrante, Curcio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Palermo arriva alla sfida contro il Foggia con gli uomini contati, Filippi ai tifosi: "Venite a sostenerci"

PalermoToday è in caricamento