Lunedì, 15 Luglio 2024
Calcio

Palermo, al Barbera arriva la Feralpisalò: Corini pronto a cambiare l'undici titolare

Probabile impiego dal primo minuto per Aurelio sulla corsia di sinistra, a centrocampo potrebbe rientrare Stulac con Segre ed Henderson. In attacco conferme per il trio Insigne, Brunori, Di Mariano. I nuovi arrivati, Di Francesco e Coulibaly potrebbero esordire nella ripresa

"Non vedo l’ora di tornare al Barbera a disputare una gara ufficiale: il colpo d’occhio sarà speciale e noi vogliamo fare una grande partita e battere la Feralpisalò". Musica e parole di Eugenio Corini intervenuto in sala stampa alla vigilia del match contro la Feralpisalò. I rosanero, galvanizzati dal successo fuori casa contro la Reggiana, proveranno a conquistare la prima vittoria del campionato al Renzo Barbera. Fischio d'inizio alle ore 18:30. Ad inizio conferenza il tecnico rosanero si è soffermato sulla campagna acquisti condotta dalla società: nel pomeriggio di oggi il club di viale del Fante ha ufficializzato Patryk Peda, difensore classe 2002 della Spal. Il polacco, acquistato a titolo definitivo, resterà in prestito al club ferrarese.

"Di Francesco e Coulibaly sono due giocatori importanti. Di Francesco - ha precisato Corini - può giocare anche molto bene a destra. E' dinamico e ha qualità tecniche importanti. Abbiamo cercato duttilità sulla corsia esterna, è un acquisto importante e di livello. Per il centrocampo avevamo un'idea precisa e abbiamo trovato quelle caratteristiche in Coulibaly, anche perché la Serie B diventa piuttosto fisica da gennaio. Sono due affari intelligenti, chiusi oggi ma portati avanti da diversi giorni". I due nuovi acquisti, certamente, partiranno dalla panchina: "Di Francesco ha fatto un allenamento e Coulibaly nessuno. Difficile dunque - ha puntualizzato il Genio - metterli dall’inizio domani. Farò qualche piccola variazione, ma sui nuovi arrivati no".

A proposito di formazione, ballottaggio sulla corsia di sinistra tra Aurelio e Lund: il primo è favorito. L'ex Pontedera ha recuperato completamente dall’infortunio e contro la Reggiana è entrato con energia positiva: lo stesso Corini ha elogiato l’ingresso in campo del calciatore. Ecco perché Aurelio appare favorito sull'ex dell'Hacken. A centrocampo i principali dubbi per il Genio: la concorrenza per tre maglie è notevole e solo domani l’allenatore scioglierà le riserve. La sensazione è che Stulac possa tornare in cabina di regia, con Henderson e Segre ai lati. Gomes potrebbe partire dalla panchina e far rifiatare nella ripresa lo sloveno. Del resto Henderson garantisce qualità ed intensità e in questo momento Segre appare davvero insostituibile. Anche Vasic potrebbe accomodarsi in panchina e magari portare nuova verve nella ripresa. In attacco conferme per Insigne, Brunori e Di Mariano.

Qui Feralpisalò

Stefano Vecchi vuole vedere un atteggiamento diverso a Palermo, vuole un cambio di rotta dopo le tre sconfitte consecutive. Lo ha ribadito in conferenza stampa oggi, non è escluso possa esserci anche un cambio di modulo. "Immaginavamo di andare incontro a qualche difficoltà - ha esordito Vecchi - ma pensavamo di essere un po' più avanti. Abbiamo un gruppo che deve crescere e qualche giocatore che fisicamente non è al meglio. Dobbiamo soprattutto crescere ancora come gruppo e compattarci, perché il morale della squadra è ovviamente da ricostruire. Cambiamento di modulo a Palermo? Dovremo cambiare atteggiamento, bisogna aiutarci di più in campo. Questo sempre, a maggior ragione contro un Palermo che considero tra le tre o quattro squadre migliori del campionato".

Le probabili formazioni

Palermo (4-3-3): Pigliacelli; Mateju, Lucioni, Ceccaroni, Aurelio; Henderson, Stulac, Segre; Insigne, Brunori, Di Mariano. 

Feralpisalò (4-3-3): Pizzignacco; Ferrarini, Ceppitelli, Pilati, Tonetto; Hergheligiu, Fiordilino, Balestrero; Felici, La Mantia, Di Molfetta.

Statistiche, precedenti e curiosità

I precedenti di Palermo-Feralpisalò sono soltanto due e risalgono ai play-off della stagione di Serie C 2021/22. I rosanero diedero vita ad una vera e propria cavalcata trionfale, culminata con la promozione in Serie B. La doppia sfida con i lombardi avvenne in semifinale. All’andata, in trasferta, la squadra di Silvio Baldini vinse con un netto 0-3. Ad andare in gol furono Brunori, Floriano e Soleri. Al ritorno, al Barbera, segnò ancora Brunori.

In occasione di quel doppio confronto nacque un bel gemellaggio tra i tifosi del Palermo e quelli della Feralpisalò. Per la sfida di Palermo, la Feralpi indossò una maglia speciale durante il riscaldamento: una maglia dedicata alla legalità, un omaggio agli eroi siciliani Falcone e Borsellino. "#Capaci di andare oltre al dualismo sul campo. #Capaci di credere fortemente nella legalità. #Capaci di inviare un abbraccio a Palermo, alla Sicilia, all’Italia intera. Oggi, 30 anni fa. Una ferita che non deve guarire. Per ricordare”. Queste le parole sulla pagina Facebook salodiana il 23 maggio scorso, condite dal commento dei rosanero: “#Capaci di considerarci tutti italiani, tutti umani, tutti dalla stessa parte. Grazie”.

Due gli ex di turno nella Feralpisalò: Felici e il palermitano Fiordilino. Curiosità, il Barbera evoca dolci ricordi per l'attaccante Marco Sau: il sardo ha esordito in serie A al Barbera, in un Palermo-Cagliari. In quel match, peraltro, riuscì anche a segnare: era la stagione 2012-2013.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo, al Barbera arriva la Feralpisalò: Corini pronto a cambiare l'undici titolare
PalermoToday è in caricamento