Calcio

Palermo, a Pasquetta c'è il Cosenza e Corini sprona i suoi: "Voglio un mix di equilibrio e sana follia"

L'allenatore rosanero ha parlato in conferenza stampa al Renzo Barbera: "Se vogliamo provare a raggiungere un grande obiettivo come i playoff dobbiamo vincere le partite". Non ci sarà, come annunciato, Di Mariano. Broh proverà in rifinitura ma è convocabile

Lunedì sera il Palermo di Eugenio Corini affronterà il Cosenza in casa: una gara non semplice ma che va necessariamente vinta dai rosanero. Il sogno playoff, infatti, passa dai tre punti in palio lunedì sera, contro un avversario in ripresa. I calabresi, infatti, vincono da tre partite di fila nelle quali, peraltro, non hanno subito reti.

Al Renzo Barbera la squadra di Corini dovrà tornare al successo per continuare ad alimentare la speranza di entrare nella griglia degli spareggi. Nel pomeriggio il Genio ha parlato in conferenza stampa, ribadendo come sia necessario trovare il giusto equilibrio tra attacco e difesa.

Prima di ascoltare le domande dei giornalisti, il tecnico rosanero si è soffermato sulla visita odierna al museo e allo stadio del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. "Voglio rivolgere un pensiero a nome della nostra società. La visita del Presidente Mattarella è per noi motivo di grande orgoglio, tra l’altro so che è informatissimo sulle nostre sorti. Questa visita è per noi una motivazione in più".

L’allenatore si è poi concentrato sull’andamento dei calabresi, avversario da non sottovalutare: “Stanno bene, Viali ha fatto un lavoro profondo: hanno calciatori di qualità, sono forti sugli esterni. Li abbiamo studiati bene con la consapevolezza di dover fare una grande partita”.

I rosanero devono trovare una sintesi "tra sana follia ed equilibrio", come detto dallo stesso tecnico bresciano. "Se vogliamo provare a raggiungere un grande obiettivo dobbiamo vincere le partite - ha dichiarato Corini - trovare un equilibrio tra attacco e difesa. Serve una sintesi tra sana follia ed equilibrio, appunto. Abbiamo l’idea di costruire una squadra con proposizione offensiva. È però vero che nell’ultimo periodo, pur facendo prestazioni importanti, ne abbiamo vinta solo una”.

Corini ha poi tracciato un quadro in merito alla situazione infortunati: "Stiamo cercando di recuperare Di Mariano, non c’è però un’idea precisa sui tempi. Sicuramente per altre due, tre partite non sarà disponibile. Al momento non ho un’alternativa su Valente. Per fortuna ritroviamo Verre che ha un’attitudine offensiva: l’ho visto recuperato, inizierà ma non so quanto starà in campo. Nedelcearu ha fatto una settimana piena e ho visto Marconi molto motivato. A tutti loro manca la partita, soprattutto a Ivan. Bettella ieri ha percepito un leggero fastidio e abbiamo preferito fermarlo. Ci prendiamo questi tre giorni e speriamo di recuperarlo per Venezia. Broh ha lavorato parzialmente in gruppo, l’ho visto meglio. Domani fa rifinitura piena: convocabile ma può fare solo uno spezzone".

Quella di lunedì sera sarà una partita importante anche a livello psicologico: ottenere i tre punti darebbe uno slancio emotivo notevole per affrontare le ultime gare. "Lunedì sera una vittoria aprirebbe qualcosa di importante a livello di mentalità - ha concluso Corini - è una gara che ha tanti significati dentro. Per me la partita che si deve giocare è sempre la più importante ma può succedere di tutto. Abbiamo voglia di vincere e far entusiasmare il pubblico, abbiamo riacceso qualcosa e questo è importante".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo, a Pasquetta c'è il Cosenza e Corini sprona i suoi: "Voglio un mix di equilibrio e sana follia"
PalermoToday è in caricamento