Calcio

Palermo, Corini e il sogno playoff nel cuore: "Sono innamorato da anni di questa città, lotteremo sino alla fine"

Il tecnico rosanero ha commentato la prestazione dei suoi, vittoriosi contro la Spal: tre punti che fanno balzare la squadra al settimo posto, a due giornate dal termine della regular season. "Portare la maglia del Palermo è pesante ma è sempre una responsabilità bellissima: i ragazzi hanno meritato il sostegno del pubblico"

"Sicuramente non ammazziamo le partite, questo è un aspetto sul quale dobbiamo migliorare notevolmente: nel primo tempo potevamo segnare tre gol, poi nella ripresa abbiamo preso gol su calcio d'angolo e nel finale c'è stata un po' di sofferenza".

Eugenio Corini, a fine partita, fotografa perfettamente il match vinto dai suoi al Renzo Barbera contro la Spal: i tre punti ottenuti fanno balzare i rosanero al settimo posto, in piena zona playoff. L'allenatore ha lodato, comunque, la solidità mostrata dai suoi ragazzi: "Dopo il gol siamo rimasti comunque compatti - ha detto il Genio in sala stampa - abbiamo anche provato ad attaccare la profondità bene. Io l'ho detto più volte, i pareggi ottenuti comunque sono stati importanti perchè ci hanno mantenuto lontani dalla zona rossa. Essere dentro alla griglia playoff a due giornate dalla fine del campionato è un grande motivo d'orgoglio. Ci proveremo sino alla fine: conosco troppo bene questa piazza, ne sono innamorato da tanti anni e so cosa può dare la gente alla squadra. Sicuramente se avessimo vinto a Como oggi ci sarebbero state trentacinquemila persone ma anche i ventimila presenti ci hanno dato una grandissima mano. Alcune volte abbiamo preso dei fischi, ci sta: devo dire che la gente ci ha sempre seguito. Io ho un sogno nel cuore e ho la mia grande occasione come allenatore del Palermo. Mi assumerò sempre delle responsabilità per spingere questa società e questa piazza dove tutti sogniamo di tornare. Dobbiamo stare dentro le difficoltà, dobbiamo continuare a lavorare sodo. Questa squadra merita rispetto, l'ho sempre detto: vogliamo ricreare il giusto entusiasmo per le ultime due partite, sperando che la stagione possa prolungarsi. Sicuramente, in partite come questa, serve una sana ignoranza per stare dentro al match e al campionato. Portare la maglia del Palermo è pesante ma è sempre una responsabilità bellissima: i ragazzi hanno meritato il sostegno del pubblico".

Il tecnico rosanero poi ha commentato la prestazione di alcuni singoli: "Tutino l'ho visto bene, gli manca solo il gol: da due settimane sta veramente bene, la rete prima o poi tornerà. Buttaro ha fatto una buonissima prestazione, sta crescendo: ho pensato di consolidare la fascia destra con lui piuttosto che inserire Valente. Nick è un giocatore che stimo tantissimo, lo sapete: ci darà una grande mano nel finale di stagione. Brunori? Purtroppo non ci sarà a Cagliari ma c'è già un precedente senza di lui (ride, ndr, il riferimento è al match contro il Modena vinto in casa 5-2)".

In sala stampa anche il bomber rosanero, Matteo Brunori, che si è soffermato sul suo ritorno al gol in casa su azione, che mancava addirittura dal 9 settembre. 

"La cosa principale era tornare alla vittoria - ha detto il capitano - anche se tornare al gol, soprattutto in casa fa sempre piacere. Mi dispiaceva non esultare di fronte ai nostri tifosi ma ero abbastanza tranquillo. L'autogol assegnato a Meccariello? Dispiace, ma fa parte del gioco e va benissimo così. Tutti ci auguriamo che questa stagione non finisca tra due giornate, questa vittoria vale cento: conoscevamo il valore della Spal, era una partita difficile. Siamo entrati in campo col giusto atteggiamento, siamo contenti per i tre punti. Vivere la città ti fa capire tante cose, sapevamo tutti quanto fosse importante vincere oggi: abbiamo messo qualcosa in più, anche se nelle partite prececenti l'atteggiamento non è mai mancato. Peccato per il giallo, non ci sarò a Cagliari: l'accetto perchè fa parte del gioco ma con grande dispiacere. Ci godiamo questa vittoria ma pensiamo già al Cagliari perchè sarà una partita molto difficile". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo, Corini e il sogno playoff nel cuore: "Sono innamorato da anni di questa città, lotteremo sino alla fine"
PalermoToday è in caricamento