Giovedì, 21 Ottobre 2021
Calcio

Gol, espulsioni e brividi: vittoria thrilling per il Palermo contro il Campobasso

Dopo un inizio a marce altissime con l'uno-due firmato da Silipo e Valente i rosanero in superiorità numerica nella ripresa fanno rientrare in partita i molisani grazie anche all'espulsione di Odjer. Gli ospiti accorciano le distanze e poi sprecano il rigore del 2-2. Nel finale il gol del 3-1 di Brunori

Cinque minuti ci aveva messo il Palermo all’inizio per portare la storia della partita verso la sua direzione con l’uno-due targato Silipo-Valente; sempre cinque minuti ci ha messo nella ripresa per rischiare di non vincere una partita agevolmente controllata sino all’ora di gioco tra il gol concesso a Rossetti e il rosso immediato a Odjer. Palermo-Campobasso finisce 3-1 ma a dispetto del risultato è espressione di una partita tirata nella quale è successo veramente di tutto e in cui alla fine ha vinto chi è stato più freddo.

L’approccio del Palermo alla partita è decisamente quello giusto sia per intensità che per attenzione: il Campobasso dal canto suo non ha timori reverenziali quando deve impostare il gioco ma la tenuta della retroguardia dei rossoblù oggi di bianco vestiti è tutto fuorché a tenuta stagna. La scelta da parte di Filippi di rimestare le carte in attacco paga subito i suoi dividendi. Silipo, tanto atteso e invocato dall’ambiente, si fa trovare pronto in area battendo Raccichini su una gran palla di Floriano, più a suo agio quando deve ispirare che non in fase di finalizzazione.

Sulla prima occasione sbagliata del capitano di giornata in campo aperto fortuna vuole che ci sia Valente nei paraggi a vanificare la respinta di Raccichini con un ricamino chirurgico che fa esplodere il Barbera: il secondo errore, in una situazione similare a quella occorsa dieci minuti prima rischia di trasformarsi un rimpianto. L’uno-due del Palermo arriva forte sul muso del Campobasso che ha bisogno di tempo per ritrovarsi a fronte di un avversario che va sulle ali dell’entusiasmo.

I molisani riacquistano lucidità solamente nel finale di un primo tempo ma i pochi brividi creati sono più figli di qualche calo di tensione del Palermo, come la dormita di Lancini su Rossetti non sfruttata dal 9 rossoblù che non di brillanti iniziative. Il secondo giallo rimediato da Giunta al 43’ sembra indirizzare la partita definitivamente verso il Palermo ma mai sensazione fu più ingannevole. Nella ripresa il Campobasso, passato ad un 4-4-1 molto offensivo si ricompatta trovando intensità e misure: il Palermo rientrato con la serenità del doppio vantaggio e della superiorità numerica scende di giri.

La zingarata di Rossetti, che approfitta di una dormita collegiale della difesa battendo Pelagotti da posizione defilata, apre la porta ai fantasmi di Monterosi, che si palesano definitivamente quando Odjer, sino ad allora impeccabile, si lascia andare ad un eccesso di foga che l’arbitro Scatena punisce col massimo della pena. Quella che era una partita in ghiaccio diventa una contesa sul filo del rasoio. Filippi sceglie il 3-4-2 e il doppio pivot Brunori-Soleri togliendo Silipo con una decisione accolta dal Barbera con una sonora standing booation; Cudini getta nella mischia Pace per avere più freschezza offensiva.

Il Palermo si ritrova a ridosso del bilico al 78’ quando l’arbitro punisce con il rigore un’entrata in area di Lancini su Tenkareng che sembrava sul pallone. Dal dischetto il capitano molisano Bontà spiazza Pelagotti ma prende l’incrocio dei pali. Brunori su una successiva ripartenza si invola in porta e batte Raccichini: una conferma dell’antica legge “gol sbagliato-gol subito” che suona come una liberazione e certifica la bontà della decisione presa da Filippi. Ad un mese dal primo successo contro il Latina il Palermo torna a vincere e lo fa nel complesso meritatamente. L'approccio alla partita, convinto e aggressivo, è il punto da cui si deve ripartire; l'eccesso di leggerezza avuto a inizio ripresa ciò che invece va lasciato subito alle spalle.

Il tabellino

PALERMO (3-4-2-1): Pelagotti 6; 6,5; Buttaro 6, Lancini 5,5 (82’ Perrotta), Marconi 6; Almici 6 (57’ Doda 6), Odjer 5, Luperini 6 (57’ Dall’Oglio 6), Valente 7; Floriano 6 (63’ Brunori 7), Silipo 7 (63’ De Rose 6); Soleri 6,5. All. Filippi 6,5

CAMPOBASSO (4-3-3): Raccichini; Sbardella (70’ Fabriano), Menna, Dalmazzi, Vanzan (82’ Liguori); Candellori (82’ Di Francesco), Bontà, Giunta; Emmausso (46’Tenkorang), Rossetti; Vitali (60’ Pace). All. Cudini.

Arbitro: Scatena (Avezzano)

Reti 4’Silipo, 5’Valente, 54’ Rossetti, 80’ Brunori

Ammoniti 8’ Giunta, 40’ Luperini, 63' Sbardella, 79' Lancini

Espulsi 43’ Giunta, 59’ Odjer

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gol, espulsioni e brividi: vittoria thrilling per il Palermo contro il Campobasso

PalermoToday è in caricamento